Sei Nazioni 2018: una nuova Scozia per sfidare la Francia

Sei i cambi operati da Gregor Townsend. Dentro Laidlaw, in panchina si rivede David Denton

scozia

ph. Reuters

Sei cambi per affrontare la seconda giornata del Sei Nazioni 2018 e provare a dimenticare l’esordio nero. Gregor Townsend rivoluziona la formazione della Scozia per la sfida contro la Francia al BT Murrayfield di Edimburgo, dove i Dark Blues vorranno riscattare la pesante sconfitta subita dal Galles a Cardiff.

Il CT sceglie l’ordine e la razionalità di Greig Laidlaw al posto di Ali Price, in panchina, mentre sulla trequarti Peter Horne affiancherà Russell in cabina di regia e permetterà a Huw Jones di riappropriarsi della maglia numero 13. L’infortunato McGuigan verrà rimpiazzato da Sean Maitland, che si riprende così un posto tra i titolari.

In prima linea i problemi permangono e vengono solo parzialmente smussati dall’ingresso nel XV di Simon Berghan, di rientro dalla squalifica di sei settimane ricevuta a fine dicembre. Avvicendamento anche in seconda linea tra Grant Gilchrist e Ben Toolis, mentre in terza du Preez non trova posto nella lista dei 23: come numero otto titolare c’è Ryan Wilson, mentre in panchina si rivede David Denton. Dopo un paio di annate difficili dal punto di vista degli infortuni, il numero otto attualmente a Worcester dovrebbe assaggiare di nuovo il rugby internazionale a quasi due anni di distanza dall’ultima volta, quando scese in campo nel giugno 2016 in Giappone.

Inoltre, dalla panchina potrebbe fare il suo esordio anche la giovane promessa Blair Kinghorn, estremo dell’Edimburgo classe 1997 messosi in luce quest’anno, tanto da essere il miglior giocatore del Pro14 per metri guadagnati palla in mano (1008).

Il calcio d’inizio di Scozia-Francia è previsto per le 16 di domenica 11, con diretta tv su DMAX.

Scozia: 15 Stuart Hogg, 14 Tommy Seymour, 13 Huw Jones, 12 Peter Horne, 11 Sean Maitland, 10 Finn Russell, 9 Greig Laidlaw, 8 Ryan Wilson, 7 Hamish Watson, 6 John Barclay (C), 5 Jonny Gray, 4 Grant Gilchrist, 3 Simon Berghan, 2 Stuart McInally, 1 Gordon Reid
A disposizione: 16 Scott Lawson, 17 Jamie Bhatti, 18 Jon Welsh, 19 Ben Toolis, 20 David Denton, 21 Ali Price, 22 Chris Harris, 23 Blair Kinghorn

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Inghilterra, Eddie Jones: “Dobbiamo valutare la situazione dei Saracens, in vista del Sei Nazioni 2020”

Il tecnico dei vicecampioni del mondo interviene sul caso che sta catalizzando le attenzioni ovali d'Oltremanica

19 Novembre 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Galles, Gatland: “Il limite di cap per giocare in nazionale è troppo alto”

Nella sua nuova autobiografia l'allenatore critica il numero di presenze necessarie a un giocatore che milita all'estero per essere convocato

14 Novembre 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Francia: presentato lo staff di Fabien Galthié, c’è Shaun Edwards

Come vociferato da mesi il guru della difesa del Galles passerà ai transalpini, in uno staff che comprende anche Labit e Servat

13 Novembre 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni: 100 giorni al via. Il calendario dell’edizione 2020

Il più antico e prestigioso torneo dell'Emisfero Nord inizia a scaldare i motori

24 Ottobre 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Perché Rory Best non canta mai gli inni irlandesi

Il capitano della nazionale irlandese, senza mancare d'ironia, ha spiegato il motivo per cui rimane sempre in silenzio

14 Agosto 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Il Sei Nazioni è vicino ad un accordo da 500 milioni di sterline con CVC

la società d’investimento starebbe per acquisire una quota di minoranza (attorno al 15%)

13 Luglio 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni