Linea verde, mental coach e un tris di Scudetti: ecco il Valsugana femminile

In un’intervista al Gazzettino, coach Nicola Bezzati fa da guida nel mondo biancoazzurro

valsugana serie a femminile

ph. Fir

Lo straordinario cammino del Valsugana negli ultimi anni porta la firma di Nicola Bezzati, condottiero della squadra padovana per i tre Scudetti consecutivi vinti nella Serie A femminile. Ma come si crea una realtà così vincente? L’allenatore delle biancoazzurre ne ha parlato in un’intervista a Il Gazzettino, in cui ha sottolineato la bontà delle strategie societarie e il modus operandi del club. “Riusciamo a essere competitivi lavorando sulle giocatrici provenienti dal vivaio […] A differenza di altre società, il Valsugana non fa campagna acquisti e non abbiamo neppure qualche club ‘satellite’ che lavora per nostro conto. È la base dei nostri successi”.

Quest’anno, poi, la linea adottata dal club è più che mai verdissima. “Abbiamo una squadra molto giovane, ci sono cinque ragazze del ’99, tre del 2000 e una del 2001. Nelle ultime sei partite che abbiamo disputato la linea dei tre quarti aveva un’eta media inferiore ai vent’anni”.

La coesione nelle scelte fuori dal campo e un bacino di giocatrici di assoluto livello ha permesso al Valsugana di accumulare numeri importanti negli ultimi anni. Su cinquantasei partite, le vittorie sono state addirittura cinquanta, con cinque sconfitte e un pareggio. Una macchina da successi: “Abbiamo messo a segno 2.643 punti, subendone 234. […[ Pper capire la mole di lavoro fatta in questi anni al Valsugana, ho messo insieme queste statistiche che parlano da sole”.

Per una squadra completamente dilettantistica, costretta a tutti i sacrifici del caso per portare avanti la propria passione, la parte più difficile è senz’altro quella motivazionale. In questo ambito rientra la collaborazione ad hoc con Giorgio Andreaggi, un mental coach a cui è stato affidato il delicato compito di interagire a livello psicologico con i membri della squadra. “Tra l’altro, è figlio del fondatore del Valsugana – spiega Bezzati – I colloqui che io e le ragazze abbiamo con lui sono davvero molto utili e stimolanti, ci danno la carica e smussano eventuali momenti di tensione. Fino a pochi anni fa queste figure professionali non venivano prese in considerazione, ma era un errore”.

Al momento, il Valsugana è secondo nel Girone 1 della Serie A femminile, dopo la sconfitta nello scontro diretto contro il Colorno. Proprio le emiliane saranno le avversarie principali delle padovane nella corsa al quarto Scudetto consecutivo, insieme al Villorba. Il prossimo impegno, invece, sarà contro il fanalino di coda Verona il 21 gennaio, quando riprenderà il campionato.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Coppa Italia Femminile: il Parabiago vince il trofeo intitolato a Rebecca Braglia

La squadra lombarda si afferma nella competizione venendo premiata dal papà della giovane rugbista scomparsa

item-thumbnail

Serie A femminile: Colorno è campione d’Italia

Prima volta assoluta per le emiliane, che, a Calvisano, sconfiggono il Valsugana 29 a 20

item-thumbnail

Colorno e Valsugana si giocano lo Scudetto della Serie A femminile

È la rivincita della finale di un anno, nettamente vinta dalle padovane. Calcio d'inizio alle 19:30 a Calvisano

item-thumbnail

Serie A femminile: la finale sarà Valsugana v Colorno

Vittorie nette, all'altezza delle semifinali, per le due compagini già finaliste nel 2017

item-thumbnail

Serie A femminile: nei barrage facili vittorie per Valsugana e Villorba

Battute nettamente il Frascati e il Montevirginio. Domenica 27 in programma le semifinali

item-thumbnail

Serie A femminile: si è chiusa la regular season

Il Bologna batte Montevirginio e si conquista l'accesso alle semifinali. Ecco il quadro completo del playoff