All Blacks: Sam Whitelock rasato per beneficienza

Il seconda linea neozelandese ha provato a modo suo a dare una mano a una charity per la lotta contro il cancro

sam whitelock

ph. The Chalky Carr Trust

Il seconda linea degli All Blacks Sam Whitelock, capitano durante il tour di novembre appena concluso, ha abbandonato il look da cavernicolo: via la barba, via i capelli.

Lo ha fatto per beneficienza, per pubblicizzare la Chalky Charitable Trust, fondazione fondata da Kevin “Chalky” Carr, ex direttore della logistica degli All Blacks e amico di Whitelock. La charity si occupa di malati terminali di cancro, così come lo è Carr, affetto da un cancro al pancreas. Attualmente, la fondazione sta lavorando per raccogliere fondi in favore di Isra Lunn, una bambina di 7 anni che ha recentemente perso la madre a causa di un tumore.

Lo scopo di Sam Whitelock e “Chalky” Carr è raccogliere 100mila dollari, e i due sono vicini a riuscire nel loro intento, anche grazie a una donazione arrivata nel frattempo dalla nazionale australiana, in sostegno di quello che è solitamente un temuto avversario sul campo.

Qui sotto, il video della rasatura apparso ieri sulla pagina Facebook degli All Blacks.
 

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

FIR Camp: al via le iscrizioni per la prima edizione dei campus estivi federali

Un trittico di appuntamenti nato con la finalità di crescere come atleti e come individui

21 marzo 2019 Terzo tempo
item-thumbnail

Slow Motion #37: Avanti, siam ribelli

I Rebels segnano una meta pazzesca contro i Lions, nonostante la rocambolesca sconfitta finale

20 marzo 2019 Terzo tempo
item-thumbnail

Il postino placca sempre due volte, ep. 4: come si analizza una partita?

Lo abbiamo chiesto a Nicola Gatto, video analyst del Benetton, e abbiamo cercato di capire come funziona nel mondo del Top 12

20 marzo 2019 Terzo tempo
item-thumbnail

Il vero valore dello sport nella carezza di Médard e nelle lacrime di Parisse

Breve riflessione su due episodi accaduti sabato all'Olimpico

18 marzo 2019 Terzo tempo
item-thumbnail

Il postino placca sempre due volte, ep. 3: attacco e difesa

Torna la rubrica con le domande dei lettori: oggi ci occupiamo dello schieramento dei giocatori in fase offensiva e difensiva

13 marzo 2019 Terzo tempo
item-thumbnail

Slow Motion #36: l’insostenibile leggerezza dell’Earls

Con un meccanismo perfetto da orologio di grande marca, l'Irlanda manda in meta la sua velocissima ala

11 marzo 2019 Terzo tempo