All Blacks: Sam Whitelock rasato per beneficienza

Il seconda linea neozelandese ha provato a modo suo a dare una mano a una charity per la lotta contro il cancro

sam whitelock

ph. The Chalky Carr Trust

Il seconda linea degli All Blacks Sam Whitelock, capitano durante il tour di novembre appena concluso, ha abbandonato il look da cavernicolo: via la barba, via i capelli.

Lo ha fatto per beneficienza, per pubblicizzare la Chalky Charitable Trust, fondazione fondata da Kevin “Chalky” Carr, ex direttore della logistica degli All Blacks e amico di Whitelock. La charity si occupa di malati terminali di cancro, così come lo è Carr, affetto da un cancro al pancreas. Attualmente, la fondazione sta lavorando per raccogliere fondi in favore di Isra Lunn, una bambina di 7 anni che ha recentemente perso la madre a causa di un tumore.

Lo scopo di Sam Whitelock e “Chalky” Carr è raccogliere 100mila dollari, e i due sono vicini a riuscire nel loro intento, anche grazie a una donazione arrivata nel frattempo dalla nazionale australiana, in sostegno di quello che è solitamente un temuto avversario sul campo.

Qui sotto, il video della rasatura apparso ieri sulla pagina Facebook degli All Blacks.
 

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Slow Motion #15: la cavalcata di Jordan Williams

La meta della settimana è un pezzo di bravura dell'estremo dei Dragons, che ha mandato a gambe all'aria la difesa del Leinster

18 settembre 2018 Terzo tempo
item-thumbnail

Slow Motion #14: allo Stade Toulousain piacciono le bollicine

Il Tolosa di Huget, Ntamack e Ramos torna protagonista nella nostra rubrica, dopo la splendida meta contro La Rochelle

11 settembre 2018 Terzo tempo
item-thumbnail

Racconti di rugby: la disciplina ferrea di Mike Brewer a L’Aquila

Ovvero: giocare per 40 minuti effettivi senza far mai cadere la palla a terra. Per Mazzantini&co. non fu proprio semplice

11 settembre 2018 Terzo tempo
item-thumbnail

La nuova scuola aperta dai Saracens a Londra

Accoglierà 156 studenti che inizieranno la loro secondary school. È il primo club di rugby ad impegnarsi in un'iniziativa del genere

7 settembre 2018 Terzo tempo
item-thumbnail

Slow Motion #13: E se fosse meglio la Premiership?

Il passaggio di Danny Cipriani a Charlie Sharples è impossibile da ignorare: ecco la meta della settimana

4 settembre 2018 Terzo tempo
item-thumbnail

Il coach quasi novantenne che continua a vincere

Dunstan Henry ha 88 anni e ha perso il conto dei campionati vinti. Un uomo al servizio del gioco da oltre sessant'anni

4 settembre 2018 Terzo tempo