Eccellenza: il Rugby Reggio è in difficoltà, lo certifica Castagnetti

Il vice presidente degli emiliani ha fatto il punto della situazione in un’intervista alla Gazzetta di Reggio

rugby reggio

ph. Rugby Reggio

L’avvio di stagione dei Diavoli è stato alquanto deficitario. Al netto di un calendario complesso, soprattutto nelle primissime giornate di campionato, le cinque sconfitte (su cinque gare), senza neppure un bonus difensivo, sono un bottino deludente, che si discosta da quelle che erano le aspettative di inizio torneo. Lo ha fatto percepire anche il vice presidente degli emiliani Castagnetti, che, in vista della gara contro la Lazio (anch’essa a secco di vittorie, ma con 2 punti bonus all’attivo), ha rilasciato un’intervista sulle colonne della Gazzetta di Reggio.

 

«Non riesco a capire l’origine di questo malessere dall’inizio. Vedo una squadra sgonfia dal punto di vista mentale, anche se più forte rispetto agli anni scorsi. Il risultato negativo ci può stare, ed è innegabile che il calendario abbia dettato delle condizioni negative, almeno per le prime tre partite, però, quando abbiamo perso, ci sono stati risultati troppo pesanti. Non so quale sia il problema, a questo punto lo definirei un male oscuro. Chi ha il polso della squadra deve capire nello spogliatoio se è un fattore mentale, di gambe o di determinazione. Questo lo sanno gli allenatori e gli atleti. Una squadra come la nostra deve girare, le potenzialità ci sono e soprattutto in casa si deve tirare fuori qualcosa in più“, ha dichiarato l’esponente della società reggiana, che ha parlato anche della sfida con la Lazio, definendola  dura e di grande importanza perché perderla proietterebbe la squadra in una crisi reale.

 

Castagnetti ha dato anche la propria visione su come comportarsi per risalire la china:”Le soluzioni si trovano in spogliatoio. Sono sconcertato, forse col fatto che non ci sono retrocessioni qualche giocatore si tira indietro. Ho visto prestazioni completamente diverse rispetto all’anno scorso, soprattutto da parte degli avanti. Avendo perso anche Cazenave, forse manca un poco di leadership. Prima c’era Bezzi, poi Mandelli, Ora? La mischia e la Touche non vanno. Dove eravamo forti, ora siamo più deboli.”.

 

Una situazione, dunque, non agevole per la compagine di Manghi, che contro i capitolini è chiamata a proporre una prestazione di valore superiore a quanto visto sin qui, per togliere quel fastidioso zero dalla casella delle vittorie. 

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Top12, Rovigo: tegola Antl, fuori un mese. Infermeria piena per i Bersaglieri

La pausa del campionato servirà ai veneti per recuperare i pezzi in vista della ripresa di fine mese

13 Novembre 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

La classifica marcatori del Top12 (in aggiornamento)

Chi segna più mete e più punti nel massimo campionato italiano?

12 Novembre 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Quanto hanno giocato i permit player finora?

Nella prima parte sono stati molto utilizzati da Benetton e Zebre. Intanto, comincia a svilupparsi anche il meccanismo inverso

12 Novembre 2019 Pro 14
item-thumbnail

Top12: le dichiarazioni dei protagonisti dopo la quarta giornata

Per Casellato il Rovigo ha vinto con "la forza del gruppo". Delusione per Brunello, mentre per Marcato la pausa arriva al momento giusto

11 Novembre 2019 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top12: gli highlights della quarta giornata

Tutte le mete (e sono state tante) e le azioni principali nell'ultimo weekend del campionato italiano

11 Novembre 2019 Foto e video
item-thumbnail

Top12: prima vittoria in campionato per i Lyons

La squadra di Gonzalo Garcia ha fermato il Mogliano 13-9 al 'Beltrametti' nel posticipo della 4^ giornata

10 Novembre 2019 Campionati Italiani / TOP12