Rugby Championship: All Blacks, tutto facile in Argentina (36-10)

Quattro mete nella prima mezzora per i tutti neri. A segno il deb Havili

all blacks argentina rugby championship nuova zelanda

ph. Reuters

Nella notte italiana Argentina e All Blacks sono scese in campo a Buenos Aires, nel match ha chiuso la quinta e penultima giornata del Rugby Championship 2017. La Nuova Zelanda – già vincitrice del torneo – si è imposta con il punteggio di 36-10 grazie a cinque mete marcate: quattro di queste sono arrivate nei primi ’26 minuti.

 

Dopo sei minuti Read si invola lungo l’out destro e marca in situazione di superiorità e belle mani dei compagni. Il raddoppio porta la firma di McKenzie: arata in mischia, calcio di punizione sotto i pali che l’estremo batte veloce e converte in cinque punti. Al ventesimo show di Barrett, che rompe due placcaggi e in reverse pass serve Naholo che schiaccia. Con l’Argentina in 14 (placcaggio di spalla non chiuso) è ancora McKenzie a seminare il panico: break profondo e facile due contro uno che manda in meta Read. I primi quaranta si chiudono sul 29-3 All Blacks.

Nella ripresa Read se ne va dieci minuti per placcaggio alto, furioso attacco Puams con pick and go che portano in meta Leguizamon. Gli All Blacks tornano pericolosi con una marcatura di Naholo annullata per un precedente passaggio in avanti della stessa ala. C’è tempo per una corsa profonda dell’esordiente Havili e per una sua meta, all’ultima azione da prima fase. Finisce 36-10.

 

 

Argentina: 15 Joaquin Tuculet, 14 Matias Moroni, 13 Matias Orlando, 12 Jeronimo de la Fuente, 11 Emiliano Boffelli, 10 Nicolas Sanchez, 9 Tomas Cubelli, 8 Juan Manuel Leguizamón, 7 Tomas Lezana, 6 Pablo Matera, 5 Tomas Lavanini, 4 Guido Petti, 3 Nahuel Tetaz Chaparro, 2 Agustin Creevy (c), 1 Lucas Noguera
A disposizione: 16 Julian Montoya, 17 Santiago Garcia Botta, 18 Ramiro Herrera, 19 Marcos Kremer, 20 Javier Ortega Desio, 21 Martin Landajo, 22 Juan Martin Hernandez, 23 Santiago Cordero

Marcatori Argentina
Mete: Leguizamon (53)
Conversioni: Sanchez (53)
Punizioni: Sanchez (5)

 

All Blacks: 15 Damian McKenzie, 14 Waisake Naholo, 13 Anton Lienert-Brown, 12 Sonny Bill Williams, 11 Rieko Ioane, 10 Beauden Barrett, 9 Aaron Smith, 8 Kieran Read (c), 7 Matt Todd, 6 Vaea Fifita, 5 Scott Barrett, 4 Luke Romano, 3 Nepo Laulala, 2 Dane Coles, 1 Kane Hames
A disposizione: 16 Codie Taylor, 17 Wyatt Crockett, 18 Ofa Tu’ungafasi, 19 Patrick Tuipulotu, 20 Ardie Savea, 21 TJ Perenara, 22 Ngani Laumape, 23 David Havili

Marcatori All Blacks
Mete: Read (7, 27), McKenzie (16), Naholo (20), Havili (80+)
Conversioni: Barrett (16, 20, 27, 80+)
Punizioni: Barrett (4)

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Le quattro fasi del Deklerkismo

Come nasce, cresce e si sviluppa l'amore incondizionato per il mediano di mischia degli Springboks

11 ottobre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

All Blacks: Sam Cane sarà operato dopo la frattura ad una vertebra

Il terza linea era uscito durante il primo tempo della sfida contro gli Springboks. Per lui è previsto uno stop molto lungo

7 ottobre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

E’ finito il Rugby Championship, evviva il Rugby Championship

L'edizione 2018 è partita in sordina, ma ha finito per regalarci sorprese e colpi di scena

7 ottobre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Rugby Championship 2018: Gli highlights di Sudafrica-Nuova Zelanda

Le azioni e le mete di una partita davvero speciale fra Springboks e All Blacks

7 ottobre 2018 Foto e video
item-thumbnail

Rugby Championship: a Salta è una partita pazza, l’Australia vince in rimonta con cinque mete nella ripresa

L'Argentina scialacqua un vantaggio di 24 punti a metà tempo, scomparendo nei secondi quaranta minuti. Finisce 45 a 34

7 ottobre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Rugby Championship: Argentina ed Australia si giocano il terzo posto

Kick off alle 00.40 italiane (diretta Sky Sport), a Salta

6 ottobre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship