Il Dalai Lama a Messina: un’indimenticabile parentesi ovale

L’elicottero deve cambiare elipista. E sceglie il vicino campo da rugby

dalai lama rugby

ph. CLC Messina Rugby

Dal 16 al 21 settembre il Dalai Lama si trova in Italia per un viaggio che toccherà Sicilia e Toscana. Tra sabato e domenica la guida spirituale buddista era a Messina, ospite del sindaco Renato Accorinti. E nel corso della sua permanenza nella città sicula, c’è stato anche un fuori programma a tema rugby.

 

Sabato pomeriggio l’elicottero che porta il Dalai Lama sarebbe dovuto decollare dall’elipista dell’ospedale Papardo, momentaneamente impegnata per un’operazione di soccorso. A quel punto la scelta è ricaduta sul vicino campo da gioco Sperone, casa del CLC Messina Rugby. Quel giorno era in programma un’amichevole tra la Prima Squadra, che milita in C2, e l’Under 18. E tutti i presenti hanno avuto l’occasione di incontrare il Dalai Lama.

 

“Qualcuno non voleva cederci che partisse proprio dal nostro campo”, ci racconta il Direttore Sportivo Antonio Mangano. “Le misure di sicurezza prevedevano un cordone, come da protocollo, ma il Dalai Lama in persona ha chiesto di romperlo e si è avvicinato. Gli abbiamo parlato della nostra squadra, ci ha fatto gli auguri per il nostro campionato e parlato brevemente dell’importanza dello sport per il controllo delle passioni. Abbiamo donato due palloni e fatto alcune foto”. Un incontro che ha sorpreso per la sua spontaneità: “Il personale addetto alla sicurezza era titubante, ma tutto è stato molto spontaneo, molto piacevole. Quasi un clima da terzo tempo, con strette di mano e sorrisi. Abbiamo vissuto un’esperienza indimenticabile in pieno stile rugby”.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
TAG:
item-thumbnail

Slow Motion #15: la cavalcata di Jordan Williams

La meta della settimana è un pezzo di bravura dell'estremo dei Dragons, che ha mandato a gambe all'aria la difesa del Leinster

18 settembre 2018 Terzo tempo
item-thumbnail

Slow Motion #14: allo Stade Toulousain piacciono le bollicine

Il Tolosa di Huget, Ntamack e Ramos torna protagonista nella nostra rubrica, dopo la splendida meta contro La Rochelle

11 settembre 2018 Terzo tempo
item-thumbnail

Racconti di rugby: la disciplina ferrea di Mike Brewer a L’Aquila

Ovvero: giocare per 40 minuti effettivi senza far mai cadere la palla a terra. Per Mazzantini&co. non fu proprio semplice

11 settembre 2018 Terzo tempo
item-thumbnail

La nuova scuola aperta dai Saracens a Londra

Accoglierà 156 studenti che inizieranno la loro secondary school. È il primo club di rugby ad impegnarsi in un'iniziativa del genere

7 settembre 2018 Terzo tempo
item-thumbnail

Slow Motion #13: E se fosse meglio la Premiership?

Il passaggio di Danny Cipriani a Charlie Sharples è impossibile da ignorare: ecco la meta della settimana

4 settembre 2018 Terzo tempo
item-thumbnail

Il coach quasi novantenne che continua a vincere

Dunstan Henry ha 88 anni e ha perso il conto dei campionati vinti. Un uomo al servizio del gioco da oltre sessant'anni

4 settembre 2018 Terzo tempo