Simone Favaro riparte dall’Eccellenza: giocherà con le Fiamme Oro

Il flanker torna in Eccellenza dopo due anni a Glasgow. “Sentito abbandonato da Treviso”. Arriva da esterno, farà il concorso

simone favaro

ph. Sebastiano Pessina

Il 10 luglio abbiamo scritto che Simone Favaro ancora era senza squadra, nonostante l’interessamento dello Stade Francais. Per il flanker classe 1988 e 36 caps era circolata anche la voce di un possibile arrivo alle Fiamme Oro; tra il club cremisi e il giocatore vi sono effettivamente stati contatti, ma fino a metà luglio non vi era nulla di definito. A quanto pare però, le cose sarebbero proseguite. Simone Favaro, dopo sette stagioni di Pro12 tra Italia e Glasgow, tornerà a giocare nel massimo campionato nazionale e lo farà proprio con la maglia cremisi delle Fiamme Oro.

 

“Siamo molto felici che Simone abbia sposato il nostro progetto – ha dichiarato il Direttore Sportivo della Fiamme Oro Rugby, Claudio Gaudiello, nel comunicato stampa di annuncio – Sulle sue qualità tecniche non credo ci sia da aggiungere nulla, basti solo ricordare l’ultima vittoria dell’Italia sul Sudafrica a novembre dove è stato il vero e proprio trascinatore degli Azzurri. Lo abbiamo incontrato insieme al Presidente Armando Forgione qualche settimana fa ed è davvero bastato veramente poco per capire che dietro ad un fortissimo giocatore ci fosse anche una persona con dei valori importanti. È riuscito a stupirci quando ci ha detto che avrebbe scelto le Fiamme Oro, non solo perché crede nel progetto tecnico, ma soprattutto perché nel suo futuro, quando smetterà di giocare a rugby, vede la divisa della Polizia di Stato; infatti, si aggregherà alla squadra come “esterno” e parteciperà al prossimo concorso previsto per l’arruolamento. Siamo convinti che sarà un esempio da seguire per tutti sia in campo che fuori: le sue doti di leadership sono indiscutibili”.

“Sono emozionato e carico, non vedo l’ora di iniziare questo nuovo capitolo”, ha dichiarato il giocatore alle pagine della Gazzetta dello Sport. Sul fatto di non aver trovato nessun’altra squadra, “non entro in dinamiche di budget e rose, come immutata resta la mia stima verso Antonio Pavanello, ma la cosa che mi ha fatto più male è stata sentirmi abbandonato da casa mia, Treviso“.

 

E’ davvero strano che un giocatore come Favaro non abbia trovato un ingaggio ad un livello superiore. C’erano le Zebre, certo, ma sarebbe stato il flanker in persona a non voler prendere la direzione di Parma. Resta da chiarire il capitolo Nazionale: se è vero che – tra tutti i club di Eccellenza – le Fiamme Oro sono quello che per staff e disponibilità di strutture e tempi full time più esprime l’idea di professionismo, è innegabile l’abbassamento di livello rispetto al Pro12 e alla Champions Cup. Panico è un eccezione? Lo scopriremo a ottobre…

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Top 12: lunga squalifica per Damiano Borean del Petrarca

Il pilone è stato espulso durante Petrarca-Valorugby per un calcio all'avversario. Otto settimane di stop per Bernini (Verona)

7 dicembre 2018 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Il Valorugby fa sul serio

Alcuni spunti dal big match di sabato nel Top 12, con cui i reggiani hanno spedito la propria candidatura anche per lo Scudetto

6 dicembre 2018 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Francesco Zambelli è di nuovo il presidente del Rovigo

Si era dimesso a gennaio, dopo i contrasti con comune e Monti Junior. Il cda sarà composto da sole tre persone

5 dicembre 2018 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Il Valorugby dopo l’impresa a Padova: le dichiarazioni dei protagonisti

"Abbiamo dimostrato di essere all’altezza contro una squadra forte e organizzata", ha detto coach Roberto Manghi

2 dicembre 2018 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top12: il Valorugby Emilia espugna il campo del Petrarca. Calvisano e Rovigo non sbagliano

In coda preziosissimo successo per Verona, mentre San Donà piega le Fiamme Oro

1 dicembre 2018 Campionati Italiani / TOP12
item-thumbnail

Top 12: tutte le formazioni per la nona di campionato

Scontri diretti fra le prime e le ultime della classifica, ma turno importante che prevede anche Mogliano-Calvisano e Viadana-Rovigo

1 dicembre 2018 Campionati Italiani / TOP12