Maro Itoje già guarda avanti e punta ai prossimi tour

Il più giovane convocato parla dell’esperienza in Nuova Zelanda. E non vuole certo fermarsi

Maro Itoje british & irish lions rugby

ph. Reuters

Il tour dei Lions è appena finito, ma lui già pensa al prossimo. Maro Itoje, seconda linea classe 1994 e 15 caps internazionali – tre dei quali in maglia rossa contro gli All Blacks – ha aggiunto alla propria pazzesca e giovane carriera un altro tassello. Entrato dalla panchina nel primo Test per poi partire titolare nei due successivi, si è dimostrato giocatore fondamentale per la lotta sul breakdown. Per essere il più giovane del convocati, neanche troppo male.

 

“Voglio fare più tour possibile – ha raccontato al sito ufficiale dei Lions – E’ stata un’esperienza incredibile, ho imparato tantissimo e sono cresciuto molto. Ho capito molto di cosa siano gli All Blacks e di cosa serva per batterli“. C’è soddisfazione per come sono andate le cose: “Non molte squadre arrivano in Nuova Zelanda e riescono a fare ciò che noi abbiamo fatto. Da un punto di vista personale, ho imparato, mi sono divertito, ho giocato con alcuni dei migliori atleti dell’Emisfero Nord”.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

British & Irish Lions, Gatland: “Farrell e Itoje in Championship? Nessun problema”

L'allenatore fa il punto della situazione a un anno dal tour e fa sapere che potrebbe esserci un nuovo membro nello staff tecnico

item-thumbnail

Chris Robshaw: la depressione e il ruolo di Conor O’Shea

Il giocatore inglese torna sul post Rugby World Cup 2015 ricordando quei tristi momenti

item-thumbnail

Giappone e Fiji: perchè entrano loro nell’8 Nazioni?

Dietro la scelta della rappresentativa nipponica e di quella isolana

item-thumbnail

British & Irish Lions: il XV di Brian O’Driscoll per il tour 2021 in Sudafrica

Il totem irlandese ha scelto la sua formazione ideale in vista della sfida agli Springboks

item-thumbnail

Rugby Championship o Test Match? Il Sudafrica ha scelto

La federazione dei campioni del mondo ha espresso la sua posizione per il futuro internazionale

item-thumbnail

Greig Laidlaw: “La Scozia può vincere il Sei Nazioni nei prossimi due o tre anni”

Il mediano di mischia lancia la sua profezia per il futuro