Rugby femminile, World Rugby annuncia un nuovo piano per lo sviluppo dello sport

Il lancio dell’iniziativa è arrivato in concomitanza con la Giornata internazionale delle donne

italia femminile sei nazioni

ph. Sebastiano Pessina

Quale modo migliore per celebrare la Giornata internazionale delle donne, se non lanciare un progetto volto all’ulteriore promozione del rugby femminile? È quello che ha pensato World Rugby, che ha colto perfettamente l’ovale al balzo per annunciare un piano d’azione di otto anni (2017-2025) il cui scopo è la crescita di uno sport già in grande fermento negli ultimi tempi. L’iniziativa sarà favorita da una serie di consultazioni “globali e senza precedenti con giocatori, fan, Federazioni, associazioni regionali e commerciali e partner televisivi”, come si legge nel comunicato diffuso mercoledì, proprio in concomitanza con la ricorrenza dell’8 marzo. In particolare, World Rugby ha selezionato cinque punti fondamentali su cui la comunità rugbistica si concentrerà per sfruttare l’onda lunga degli ultimi anni e far progredire ancora il rugby femminile:

 

– Incremento della partecipazione attraverso modelli di sviluppo sostenibili
– Contribuire a prestazioni di alto livello attraverso una maggiore concorrenza
– Maggiore governance inclusiva
– Costruire profili di forte impatto e abbattere le barriere
– Accrescere il pubblico e gli investimenti

 

L’annuncio, inoltre, arriva in un anno chiave per il rugby in rosa come il 2017 in cui si disputerà l’attesa Coppa del Mondo (9-26 agosto), che potrebbe rappresentare un traino non indifferente per l’avvio del progetto annunciato da World Rugby.

Un entusiasmo giustificato dai numeri del 2016: il 39% dell’1,99 milione di neofiti della palla ovale riguarda le donne, che sono il 25% del totale dei praticanti a livello globale (circa 2,2 milioni di giocatrici). “Dobbiamo essere coraggiosi nel cambiare (‘Be Bold For Change’, che è anche l’hashtag utilizzato per lanciare l’iniziativa) – ha dichiarato il General Manager per la sezione femminile di World Rugby, Katie Sadleir – Questo piano non intende solo costruire sopra quello di successo del 2011-2016, ma intende eliminare le barriere assicurando che il rugby sia uno sport progressista, moderno, dinamico e attraente per ragazzi e ragazze in tutto il mondo. È fondamentale che a livello globale siamo innovativi, audaci e pronti per agire sulle necessità del gioco e di intere generazioni di giocatrici e appassionati”.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Sevens World Series 2022, primo oro a Sudafrica e Australia

Si è disputata la prima tappa del circuito più prestigioso

28 Novembre 2021 Rugby Mondiale / Sevens World Series
item-thumbnail

World Rugby: rivisto il sistema di scelta della sede per il Mondiale 2027, con l’Australia indicata come migliore opzione

Discorso analogo, sul fronte femminile, per la (caldeggiata) scelta dell'Inghilterra nel 2025

25 Novembre 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

World Rugby cambia la regola sull’eleggibilità nel rugby internazionale

La cosa riguarda il possibile cambio di "casacca" di giocatori che hanno già all'attivo dei caps

24 Novembre 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Dubai 7s, le World Series ripartono con un doppio appuntamento

Con il doppio appuntamento di Dubai 7s, dal 26 novembre prendono il via le Sevens World Series 2022, con formula ad hoc per la crisi Covid. Nuova Zela...

24 Novembre 2021 Rugby Mondiale / Sevens World Series
item-thumbnail

Rob Kearney saluta il rugby, sabato l’ultima recita in maglia Barbarians

La partita si disputerà sabato a Twickenahm contro Samoa

24 Novembre 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Stephen Larkham non rinnova con Munster, tornerà in Australia

La scelta dettata da ragioni personali

24 Novembre 2021 Rugby Mondiale