Ian McKinley: imparare la mentalità positiva e reattiva

L’apertura si prepara all’esordio ufficiale con Treviso nella sua Dublino

ian mckinley

ph. Corrado Villarà

Quella contro Leinster a Dublino in programma questa sera alle ore 20:35 all’RDS, per Ian McKinley non sarà una partita come le altre. Lui, irlandese di Dublino, cresciuto nelle giovanili del Leinster con cui ha anche esordito in Prima Squadra, prima dell’incidente che lo ha costretto a perdere la vista da un occhio. Poi l’arrivo in Italia, dove gioca d Udine, Viadana e infine la chiamata alla Benetton in estate con cui esordirà ufficialmente proprio nella sua Dublino. “Il club è bene organizzato, i ragazzi simpatici – ha raccontato alla Gazzetta dello Sport – L’allenatore è sempre positivo, sta cercando di creare un approccio mentale diverso”. E questo approccio consiste nella ricerca di “accuratezza” e nel desiderio di “essere più “cattivi” con noi stessi”. “Quando giocavo al Leinster, sotto Joe Schmidt – prosegue – se perdevi il possesso in mezzo secondo dovevi reagire e fare qualcosa di positivo. Anche qui stiamo lavorando su questi principi”. Anche con l’aiuto del coach della nazionale Conor O’Shea: “E’ importante che venga anche per costruire un gruppo e per la competizione”, conclude Ian McKinley.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Benetton: tre esordienti nella formazione che sfiderà i Dragons

Giacomo Da Re e Matteo Meggiato in campo. Tommy Bell in panchina. Insieme a loro tanti giovani per una sfida fondamentale

item-thumbnail

Benetton Rugby, Tetaz Chaparro: “Contro i Dragons? Mischia e drive saranno determinanti”

Il pilone argentino si proietta verso la prossima sfida che attende i veneti in URC

item-thumbnail

Benetton Rugby, Tommy Bell: il nuovo acquisto dei Leoni si presenta

L'utility back fissa i suoi obiettivi per la seconda parte di stagione con i Leoni

item-thumbnail

Challenge Cup: cosa serve ai leoni per passare il turno?

A 80' dalla fine della fase a gironi della coppa cadetta

item-thumbnail

Padovani dopo Lione-Benetton: “A tratti superiori, ci è mancato il breakdown”

L'estremo dei leoni dopo il match di Challenge: "Dovevamo portare a casa più punti, ma sono orgoglioso della squadra e della prestazione"

item-thumbnail

Benetton, Bortolami: “orgoglioso della squadra per 80′”

L'analisi a caldo dell'head coach trevigiano