Cinque Mondiali, compagni e avversari: BergaMauro e la RWC

Il flanker azzurro ripercorre le Coppe del Mondo giocate, ringrazia Dominguez e Troncon e sul futuro…

ph. Sebastiano Pessina

ph. Sebastiano Pessina

La quinta Coppa del Mondo deve essere una cosa che non si scorda mai, ma nemmeno le altre quattro. Dalle pagine della Gazzetta dello Sport Mauro Bergamasco ripercorre la sua carriera in azzurro e, soprattutto, le esperienze al Mondiale, dal lontano 1999 ad oggi. “Due sport diversi – afferma il flanker – dal rugby dilettantistico a quello iper professionistico, con tutto quello che ne consegue”. Il punto ideale di inizio carriera iridata è una foto “in una copia del Times […] di me che sfido Martin Johnson: è il quadro perfetto per iniziare un racconto sulla mia carriera“. Il ’99: “Ero un bambino e m’ero tenuto fuori dai casini che costarono il posto a Coste […] feci due entrate dure su Wilkinson. Gli inglesi mi presero di mira”. Il 2003: “Wilkinson, un talento e un perfezionista fantastico. Per me è il Maestro”. Il 2007: “La grande occasione sprecata. Sciupammo tutto in un’estate minando una serenità che avevamo costruito nel Sei Nazioni”. Il 2011 nel nome degli All Blacks: “Una squadra che ha raggiunto la perfezione”. E poi i tanti avversari e compagni: il gallese Martyn Williams (“placcatore straordinario”), Brain O’Driscoll (“una visione di gioco meravigliosa”) e Diego Dominguez (“A lui e a Troncon devo la mia velocità in campo […] per reggere il ritmo sono diventato velocissimo (risata)”). Infine, il dopo Mondiale: “Ho un po’ di progetti collegati al rugby”.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Sei Nazioni 2022: Bitpanda è il nuovo sponsor della nazionale italiana

La piattaforma di investimento digitale sarà sulle maglie delle due nazionali italiane maschili per tutto il Sei Nazioni

20 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: Kieran Crowley dice la sua sul poco utilizzo degli azzurri in Inghilterra

Il commissario tecnico torna a parlare delle sue scelte verso il Sei Nazioni 2022 ormai sempre più vicino al suo inizio

17 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Toa Halafihi: “Sarebbe bello giocare con Parisse. In azzurro per andare oltre i limiti”

Il terza linea del Benetton è carico per guadagnarsi un posto nel prossimo Sei Nazioni, portando all'Italia tutta la sua fisicità

14 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Crowley: “Il minutaggio di Varney? Un Problema. Vogliamo fare un passo avanti”

L’head coach azzurro in conferenza stampa commenta le sue scelte verso il Sei Nazioni

14 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Eleggibili, Parisse e Zebre: Kieran Crowley racconta le sue scelte

L'head coach degli Azzurri motiva le esclusioni di Minozzi e Canna

13 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: i convocati per il raduno in preparazione al Sei Nazioni 2022

Kieran Crowley ha selezionato 33 atleti per l'appuntamento di Verona

13 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale