Pro 12: Biagi e Alberto De Marchi, voci dalla conferenza di Londra

L’impegno dei permit da una parte, l’importanza di Pavanello nello staff dall’altra

biagi e alberto de marchi

Alberto De Marchi (sx) e George Biagi (dx)

LONDRA – George Biagi e Alberto De Marchi hanno partecipato come capitani rispettivamente di Zebre e Benetton alla conferenza stampa di presentazione della stagione 2015/2016, che si è tenuta in mattinata a Londra. Ecco alcune dichiarazioni raccolte riguardo la fase di preparazione e l’imminente avvio di stagione.

 

George Biagi: “Abbiamo con noi molti permit player, che sono stati integrati da subito per essere pronti anche durante il Sei Nazioni. Di sicuro il salto dall’Eccellenza al Pro12 è alto. Alcuni già hanno fatto i permit, altri hanno giocato la Junior Cup e altri ancora fatto parte dell’Accademia, quindi fisicamente sono quasi pronti. Ci stiamo allenando molto sulle fasi di conquista e sulla difesa. Venerdì contro Treviso ho giocato la prima partita dopo l’infortunio, quando ritorni sei un po’ arrugginito e devi riprendere in mano le cose, però mi sentivo bene anche se non puoi essere proprio al Top. Spero di giocare anche la prossima contro Rovigo. “.

 

Alberto De Marchi: “Iniziare con due vittorie ci aiuterà certamente alla prima di campionato contro Munster. Stiamo facendo una preparazione molto dura, e sentiamo che questa stagione sarà diversa dalle ultime due. Abbiamo feedback positivi e c’è entusiasmo. Rispetto a prima che andassi via, la squadra è completamente diversa, ci sono molti giovani ed innesti importanti come Palmer, Paulo e Smylie. Un valore aggiunto è poi l’ingresso di Pavanello come Direttore Sportivo: avendo l’esperienza da giocatore sa di cosa la squadra ha bisogno. Non è scontato che un ex giocatore sia un buon dirigente, ma lui ha studiato ed è preparato a farlo”.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Benetton Rugby, Tommy Bell: il nuovo acquisto dei Leoni si presenta

L'utility back fissa i suoi obiettivi per la seconda parte di stagione con i Leoni

item-thumbnail

Challenge Cup: cosa serve ai leoni per passare il turno?

A 80' dalla fine della fase a gironi della coppa cadetta

item-thumbnail

Padovani dopo Lione-Benetton: “A tratti superiori, ci è mancato il breakdown”

L'estremo dei leoni dopo il match di Challenge: "Dovevamo portare a casa più punti, ma sono orgoglioso della squadra e della prestazione"

item-thumbnail

Benetton, Bortolami: “orgoglioso della squadra per 80′”

L'analisi a caldo dell'head coach trevigiano

item-thumbnail

Challenge Cup: non basta un bel Benetton, Lione passa 25-10

Niente da fare per i leoni, che dopo 70 minuti di battaglia cedono nel finale, complice anche un discutibile cartellino giallo

item-thumbnail

Challenge Cup: esame di francese a Lione per il Benetton

Leoni a caccia di punti preziosi in terra transalpina