Pro12, Zebre: tredici giocatori lasciano il quindici bianconero

Salutano anche Romano, Aguero, Redolfini, Leibson, Orquera, Daniller, Mahu, Iannone e Chillon

ph. Sebastiano Pessina

Le Zebre hanno reso noto tramite comunicato la partenz di tredici giocatori, che a fine stagione lasceranno la città ducale. Oltre alle già note partenze di Venditti, Vunisa, Leonard e al ritiro di Mauro Bergamasco, lasceranno il quindici del Nord Ovest anche i piloni Aguero, Leibson, Redolfini e Romano, il seconda linea Mahu, il centro Iannone, l’estremo Daniller, il mediano di mischia Chillon e l’apertura Orquera. Di seguito il comunicato:

Parma, 20 Maggio 2015 – Si è tenuta lunedì sera la cena di fine stagione delle Zebre Rugby presso la sede del Golf Club del Ducato, una nuova partnership del XV del Nord-Ovest nata nell’ottica di radicare sempre più la franchigia bianconera nel territorio parmense. Nell’occasione erano presenti i vertici della Federazione Italiana Rugby, gli sponsor e i rappresentanti delle istituzioni. Il Presidente Pier Luigi Bernabò a nome della Società ha rivolto un saluto ai collaboratori, allo staff e ai giocatori ed un doveroso ringraziamento agli sponsor ed alle istituzioni, rappresentate dall’Assessore allo Sport del Comune di Parma Giovanni Marani.

Una targa speciale con scritto “Un esempio per i giovani, un orgoglio per il nostro club” è stata consegnata a Mauro Bergamasco che ha chiuso lo scorso sabato la carriera di club all’Arms Park di Cardiff dopo ben 350 gare ufficiali tra campionato e coppe europee.

Il Presidente ed il Consiglio di Amministrazione delle Zebre hanno espresso la loro gratitudine ai giocatori che lasciano il club ed in particolare ad Aguero, Mauro Bergamasco, Chillon, Daniler, Iannone, Leibson, Leonard, Mahu, Orquera, Redolfini, Romano, Venditti e Vunisa.

Il presidente Bernabò ha così sintetizzato la stagione: ”Siamo indubbiamente tutti delusi per molte ragioni che nelle sedi opportune sono state analizzate ed approfondite. Non appartiene alla mia cultura di gestione di un’azienda recriminare o andare alla ricerca di colpevoli, credo invece che tutti i soggetti in causa, a cominciare dal sottoscritto, si debbano prendere le proprie responsabilità e fare in futuro la propria parte con dedizione e professionalità nel rispetto del claim delle Zebre “Rugby, lo sport che unisce”. La partecipazione alla Guinness Pro 12 ha, a mio parere, un valore per le Zebre e per il movimento in generale pari a quello del Sei Nazioni per la nazionale: è una opportunità di crescita tecnica e organizzativa che non si può perdere. Dobbiamo pertanto conservare ed alimentare i processi positivi che hanno consentito di migliorare alcune aree dell’attività della Società, e mi riferisco in particolare all’aumento delle presenze di pubblico e d’incassi, al coinvolgimento dei club del territorio con l’iniziativa “Io Ci Sono” ed all’allestimento della struttura “Terzo Tempo Conad”, fondamentale per rendere attrattiva la presenza alle partite di giovani e famiglie. La diffusione del brand delle Zebre in città, grazie alla collaborazione dell’Assessore allo Sport del Comune di Parma ed alla disponibilità dei giocatori nelle attività sociali nelle quali sono stati coinvolti, è stato un ulteriore valore aggiunto”.

Un saluto particolare è stato rivolto dal Presidente a Venditti: “Vai a giocare nella Premiership inglese, ne siamo onorati anche noi e ti auguro di rappresentare degnamente il rugby italiano come accaduto per altri giocatori che ti hanno preceduto“; a Leonard: “Ti ringraziamo per aver fatto capire con il tuo comportamento che cosa significhi essere un AllBlacks ed una bella persona di rugby“ , ed a Mauro Bergamasco: “Sono orgoglioso di essere stato il tuo Presidente, ti auguro di chiudere la tua fantastica carriera al prossimo mondiale e assumere poi un ruolo che ti possa consentire di dare ancora il tuo contributo al miglioramento del nostro movimento”.

Il saluto del team manager Andrea De Rossi: “Auguro il meglio a tutti i giocatori con cui ho avuto il piacere di lavorare questa stagione: sono certo che l’esperienza al club possa aver arricchito il bagaglio umano e tecnico di ognuno di loro per il proseguo della loro carriera di club e a livello internazionale. E’ normale ed anche un buon segnale che alcuni club di importanti campionati europei abbiano avuto concreto interesse verso alcuni giocatori delle Zebre. Sono certo che se dovessero tornare a Parma da avversari riceveranno da tutti noi e dal pubblico il giusto riconoscimento per quanto hanno dato alla nostra franchigia”.

I giocatori che lasciano il club (tra parentesi ruolo e presenze ufficiali con le Zebre Rugby):

Matias Aguero (pilone sinistro, 52)

Mauro Bergamasco (flanker, 52 , 12 volte capitano)

Alberto Chillon (mediano di mischia, 51)

Hendrik Daniller (estremo, 16)

Tommaso Iannone (centro, 27)

Luciano Leibson (pilone destro, 35)

Brendon Leonard (mediano di mischia, 47)

Andrei Mahu (seconda linea, 6)

Luciano Orquera (apertura, 55)

Luca Redolfini (pilone destro, 42)

Lorenzo Romano (pilone destro, 6)

Giovanbattista Venditti (ala, 41)

Samuela Vunisa (numero 8, 44)

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

TAG:
item-thumbnail

Zebre, parla Roselli: “Tra cambiamenti e precarietà non è stato facile, eppure sta nascendo un’eccellenza”

Il tecnico romano saluta la franchigia emiliana, con cui ha collaborato complessivamente per 6 stagioni

item-thumbnail

URC: le Zebre imbrigliano a lungo Glasgow, poi nel finale passano gli scozzesi

La franchigia ducale gioca una partita di spessore, ma non basta per ottenere la vittoria in trasferta

item-thumbnail

URC: Zebre, ultimo atto. A Glasgow per finire con orgoglio

La preview della gara che chiude la stagione della franchigia di Parma

item-thumbnail

Le ultime Zebre della stagione: la formazione per Glasgow

Luca Morisi capitano per l'ultima della gestione Roselli

item-thumbnail

Zebre Parma: bollettino ufficiale su Lorenzo Pani

Il trequarti sarà costretto a stare fuori molto a lungo

item-thumbnail

URC: gli highlights di Zebre-Scarlets

Tutte le azioni principali della sfida del diciassettesimo turno