Jason Robinson, dalla vetta al suicidio. Salvato da un compagno

I trionfi nel rugby a 13 e in quello a 15, il titolo mondiale del 2003 ma anche l’abisso dell’alcolismo. Poi arrivò Va’aiga Tuigamala

ph. Andrew Budd/Action Images

ph. Andrew Budd/Action Images

Una grande, grandissima carriera sportiva a cavallo tra rugby league e rugby a 15. Eppure non importa quanto in alto puoi essere, se uno ha dei problemi che covano dentro di sé quelli non ti lasceranno mai. E così questa sera ITV4 trasmetterà (nel Regno Unito) il documentario Jason Robinson: Sports Life Stories nel quale l’ex campione del mondo 2003 racconta i suoi problemi con l’alcol (noti) e il fatto di aver pensato al suicidio: “A un certo punto ero in una situazione tale che ero ubriaco anche per sei giorni a settimana – dice l’ex ala che ha disputato una finale mondiale andche di rugby a 13 – Il lunedì a Wakefield c’era una serata da 10 pence a pinta, il martedì generalmente a Liverpool, mercoledì Oldham, giovedì a Wigan. E dopo la partita andavamo in un qualsiasi posto”.
Poi il pensiero del suicidio: “Ricordo che ero seduto nlla mia camra da letto con un coltello per tagliare la carne. Non volevo continuare a vivere così e una notte ho davvro pensato di farla finita, piangevo come un bambino. A salvarmi fu Va’aiga Tuigamala”.

 

Una vita bagnata dal succeso quella di Robinson ma per nulla facile: abbandonato dai suoi genitori naturali, malmenato dal patrigno, una gioventù complicata segnata da atti di vandalismo fini a se stesso. Poi il rugby, prima quello a 13 (Robinson è di Leeds, una delle culle della league inglese) con enorme successo e popolarità, quindi il salto nell’altro codice, con uguali ed enormi risultati. Eppure… arrivarono così gli arresti per aggressione e danni.
A salvarlo, appunto, il compagno di squadra del Wigan Va’aiga Tuigamala che lo spinse verso il cristianesimo: “Se non fosse stato per lui non sarei qui e non avrei le speranze che ho adesso, mise il mio ambiente e la mia vita sotto un altro aspetto e ne cambiò la direzione. E la speranza è qualcosa che la gente non può perdere”.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Saracens: anche Elliot Daly rimarrà nonostante la retrocessione

E' il secondo internazionale inglese ad annunciare di rimanere in rossonero il prossimo anno, mentre infuriano voci di mercato

27 Febbraio 2020 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Premiership: tutto quello che è successo nell’undicesimo turno

Exeter allunga in vetta demolendo Northampton. Sensazionale partita di Ollie Hassel-Collins, decisivo per i suoi London Irish

25 Febbraio 2020 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Ben Franks si ritirerà al termine della stagione

Il 35enne pilone dirà stop al rugby professionistico. Chiuderà con i Saints dopo aver alzato due Coppe del Mondo e due trofei del Super Rugby

25 Febbraio 2020 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Top14: Bordeaux inarrestabile, La Rochelle torna alla vittoria

Riviviamo la giornata del massimo torneo francese attraverso la rubrica 'parole e numeri'

25 Febbraio 2020 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Top14 – Bordeaux si prende la vetta, respira lo Stade Français.

Sergio Parisse inserito nel XV della settimana e grande protagonista nella vittoria di Tolone su Brive

18 Febbraio 2020 Emisfero Nord
item-thumbnail

Premiership: tutto quello che è successo nel decimo turno

Bella prova di Braley e Polledri contro la capolista, col terza linea che è anche andato a segno. Minozzi a riposo negli Wasps sconfitti a Leicester

17 Febbraio 2020 Emisfero Nord / Premiership