Rugby e strutture: dal Credito Sportivo 75 milioni di Euro

Firmata la convenzione tra la Federazione e la “banca dello sport”

Lo stadio Battaglini di Rovigo, palcoscenico del "Mirko Petternella"

Una notizia importante per tutto il rugby italiano, e che va a colpire uno dei suoi problemi più strutturali e profondi, quello degli impianti. La FIR ha infatti sottoscritto una convenzione con il Credito Sportivo per ottenere finanziamenti da destinare alle strutture dedicare al rugby, a tassi vantaggiosi. La cifra complessiva è di 75 milioni di Euro. Di seguito il comunicato:

 

Roma – La Federazione Italiana Rugby e l’Istituto per il Credito Sportivo hanno sottoscritto oggi, presso lo Stadio Olimpico di Roma, una convenzione che, nei prossimi tre anni, permetterà alle Società affiliate alla Federazione stessa di poter accedere a condizioni agevolate a mutui mirati alla costruzione, all’ampliamento, alla ristrutturazione o al miglioramento dei propri impianti sportivi.

Alla firma del protocollo ha partecipato il Presidente della Federazione Italiana Rugby Alfredo Gavazzi, affiancato simbolicamente dal capitano della Squadra Nazionale Leonardo Ghiraldini, mentre il Credito Sportivo era rappresentato dal dott. Eduardo Gugliotta, responsabile del supporto commerciale e marketing dell’Istituto.

Crediamo che questo accordo con il Credito Sportivo – ha dichiarato il Presidente federale Gavazzi – segni, per il movimento rugbistico italiano, uno storico passo in avanti. Per le Società di tutta Italia, dalle piccole realtà a quelle più strutturate, offriamo grazie alla convenzione con l’ICS uno straordinario strumento di crescita, che ci permette di mettere a disposizione dei Club di tutta Italia la somma complessiva di settantacinque milioni di euro. Si potrà acquistare un terreno dove far sorgere il proprio impianto, tramutarlo da naturale a sintetico per massimizzare l’attività, apportare migliorie alle strutture complementari. Siamo entusiasti di poter mettere a disposizione di tutto il rugby italiano uno strumento concreto per migliorare l’attività dei nostri affiliati”. 

La FIR – ha proseguito il presidente federale – continuerà al tempo stesso a sostenere le Società con i finanziamenti a fondo perduto per tutte le aree di intervento già previste e proseguirà inoltre a mettere a disposizione quando richiesto supporto tecnico e progettuale per l’impiantistica. La convenzione con il Credito Sportivo, con tassi realmente vantaggiosi, prevede l’abbattimento del 2% in conto interessi e permette alle Società di evitare la fidejussione. La convenzione consente inoltre agli Enti Locali di essere esonerati dal presentare l’ipoteca, che rientra nel patto di stabilità, dal momento che il mutuo viene sottoscritto dalle Società. Siamo entusiasti di poter venire incontro alle crescenti esigenze in termini di impiantistica delle Società nostre affiliate con un intervento di questa portata”.  

Il Credito Sportivo unica banca pubblica in Italia è da sempre impegnata nello sviluppo e nel sostegno a tutta l’impiantistica sportiva; con questo accordo – ha dichiarato il Commissario Straordinario dell’Istituto Paolo D’Alessio – vogliamo rendere concreto e sostanziale il nostro impegno per lo sviluppo e l’affermazione del rugby su tutto il territorio nazionale e siamo pronti a sostenere tutte le società che vogliano investire nello sviluppo delle strutture dedicate perché riteniamo che per i giovani di oggi sia davvero importante poter praticare uno sport che ha fatto dei valori etici la propria bandiera e che sollecita uno stile di vita improntato alla positività e al rispetto delle regole. Il rugby è la dimostrazione che i valori della lealtà, del rispetto, del sacrificio e dell’altruismo sono ancora vivi, e noi vogliamo impegnarci al massimo perché attraverso l’implementazione degli impianti dedicati a questo sport, anche i valori che gli sono propri siano sempre più diffusi”.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Tornano gli Open Day FIR: porte aperte il 17 e 18 settembre

Un momento di accoglienza e aggregazione che punta a seminare cultura ovale

10 Agosto 2022 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Caso Castrogiovanni: World Rugby non aprirà nessuna indagine a riguardo

Il Board non ha intenzione di approfondire una questione che era già venuta fuori nel 2009

9 Agosto 2022 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

FIR: approvato il nuovo regolamento sull’impiantistica

Sarà in vigore dal 2023/2024 e consentirà di togliere ai club le responsabilità legate alle deroghe sulle omologazioni

5 Agosto 2022 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Franco Smith: “Volevo tornare ad allenare. Da c.t. non avevo le armi per competere, c’era poca esperienza”

L'ex allenatore e responsabile dell'alto livello dell'Italia racconta le motivazioni del suo addio

4 Agosto 2022 Rugby Azzurro / Vita federale