Papé, squalifica di 10 settimane. E dice: “Dopo la RWC basta nazionale”

Quello in corso sarà il suo ultimo Sei Nazioni con la maglia dei galletti. Ed è già terminato per una ginocchiata

ph. Jacky Naegelen/Action Images

ph. Jacky Naegelen/Action Images

Costa parecchio la ginocchiata rifilata a Jamie Heaslip durante la partita Irlanda-Francia: Pascal Papé è stato infatti squalificato per 10 settimane dalla Commissione Disciplinare del Sei Nazioni. Un gesto che secondo il panel di giudici avrebbe meritato il cartellino rosso e non il semplice giallo ricevuto in campo. Il ct Philippe Saint-André ha subito convocato al suo posto Sébastien Vahaamahina in vista della partita con il Galles.
Torneo finito per lui, che solo qualche giorno fa aveva rilasciato qusta dichiarazione: “Ho ancora l’obiettivo di partecipare al Mondiale e, se possibile, di vincerlo. Dopo dirò basta alla mia carriera internazionale. Questo è quindi il mio ultimo Sei Nazioni e voglio ottenere il massimo e soprattutto vorrei chiuderlo come ho chiuso il primo”.
Ovvero con un Grande Slam. Correva infatti il 2004 quando Pascal Papé faceva il suo debutto nella competizione più attesa e amata e ora il seconda linea annuncia il suo addio alla nazionale dalle pagine di Midi Olympique: “Con la maglia della Francia non ho certo avuto un percorso lineare. Lo definirei originale, con alti e bassi, ma per questa suadra sono pronto a morire”.
Gli alti? Essere stato capitano dei galletti, il Mondiale 2011 nonostante la finale persa contro gli All Blacks e il clamoroso ko con Tonga. I bassi invece portano al 2007, quando a giugno viene portato in Nuova Zelanda dal ct Bernard Laporte, proprio con i gradi di capitano e che poi non lo porterà alla RWC di quello stesso anno, giocata in Francia.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

In Nuova Zelanda temono di aver regalato all’Irlanda un altro potenziale titolare internazionale

James Lowe, Gibson-Park e Bundee Aki: ora c'è lo spettro di un nuovo errore

item-thumbnail

Test Match Summer Series 2024: due partite verranno dirette da arbitri italiani

Una partita a fine giugno e una a metà luglio. Ci sono anche designazioni da assistenti

item-thumbnail

I primi convocati dell’Inghilterra per il raduno di preparazione ai Test Match estivi

Sette esordienti per Steve Borthwick, privo degli atleti impegnati nelle semifinali di Premiership

item-thumbnail

Springboks e All Blacks: l’idea di due tour completi fra Sudafrica e Nuova Zelanda

Le nazionali più titolate del mondo stanno cercando un accordo per il futuro

item-thumbnail

Test Match estivi: l’Inghilterra perde una pedina importante per il tour in Giappone e Nuova Zelanda

Steve Borthwick affronterà gli impegni di giugno e luglio con alcune assenze di rilievo

item-thumbnail

Gatland ha rivelato che c’è “una porta aperta per il ritorno di George North in Nazionale”

Il tecnico ha detto che valuterà le condizioni della leggenda gallese, che potrebbe concedersi un'altra "Last Dance" dopo il finale deludente di Cardi...