Samu Manoa e gli altri “inglesi” negli USA contro gli All Blacks

Fatta la formazione statunitense che sabato a Chicago scende in campo in quella che è la gara più importante della sua storia

ph. Paul Thomas/Action Images

Dopo il XV dei campioni del mondo arriva anche quello della formazione a stelle e strisce per la partita che sabato metterà di fronte Nuova Zelanda e Stati Uniti in quel di Chicago in un Soldier Field sold-out (e in diretta web per il resto del mondo). Il ct Mike Tolkin metterà in campo quella che è la formazione migliore possibile dei suoi, con tutti i giocatori che militano in Premiership, Samu Manoa e Hayden Smith in testa.

 

USA: 15 Chris Wyles, 14 Blaine Scully, 13 Seamus Kelly, 12 Andrew Suniula, 11 Brett Thompson, 10 Adam Siddall, 9 Mike Petri, 8 Danny Barrett, 7 Scott Lavalla, 6 Todd Clever, 5 Hayden Smith, 4 Samu Manoa, 3 Olive Kilifi, 2 Phil Thiel, 1 Eric Fry
Riserve: 16 Tom Coolican , 17 Nick Wallace, 18 Mate Moeakiola, 19 Tai Tuisamoa, 20 Louis Stanfill, 21 Benjamin Tarr, 22 Folau Niua, 23 Troy Hall

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

All Blacks, un test in Giappone prima del tour di novembre

Si giocherà il 29 ottobre a Tokyo, prima delle sfide a Inghilterra, Scozia e Galles

item-thumbnail

Mamuka Gorgodze: “Il rugby sta diventando sempre più popolare in Georgia”

La leggenda del rugby georgiano ha commentato anche la vittoria sull'Italia e le nuove tendenze nel rugby nel suo Paese

item-thumbnail

La Francia perde Demba Bamba: lungo periodo di stop per il pilone

Il pilone dei Bleus e di Lione ha chiuso con largo anticipo il suo 2022 sportivo e si rivedrà solo l'anno prossimo

item-thumbnail

Il Rugby Europe Championship sarà a otto squadre dal 2023

Un importante cambiamento per il principale torneo europeo di seconda fascia

item-thumbnail

Dall’Inghilterra si spara a zero su All Blacks e Sam Cane, tirando in ballo Michele Lamaro

Dalle colonne del Times, Stuart Barnes si scaglia contro il capitano degli All Blacks

item-thumbnail

Inghilterra: confermata la fiducia a Eddie Jones, ma il futuro va verso Andy Farrell

La federazione vicecampione del mondo pensa alla Rugby World Cup 2023 ma anche a quella del 2027