Italian Classic, tra due mesi il Mondiale alle Bermuda

Gli ex Azzurri in campo il 9 novembre contro gli ex Springboks. Marcello Cuttitta suona la carica

ph. Sebastiano Pessina

Prenderà il via il 9 novembre l’avventura degli Italian Classic al Rugby World Classic, tradizionale appuntamento dedicato alle squadre Classic organizzato annualmente alle Isole Bermuda.

L’edizione 2014 del Mondiale Classic desta particolare interesse da parte di tifosi e addetti ai lavori in quanto faranno il loro ritorno i Classic All Blacks, dopo due anni di assenza. Un motivo in più di orgoglio per gli organizzatori, che hanno da poco reso noto il calendario del torneo: si inizia sabato 8 novembre con il tradizionale Welcome Party a ritmo di “Ruck and Roll” e si finisce sabato 15 novembre con la finalissima.

Dopo l’importante evento di Piacenza, culminato con la vittoria degli Italian Classic sui Classic Lions dopo una bellissima due giorni di rugby e solidarietà tra Milano e Piacenza, la squadra degli ex giocatori della Nazionale scenderà di nuovo in campo contro il Sudafrica domenica 9 novembre. Un esordio tanto difficile quando importante, in quanto da questo risultato dipenderà il cammino degli Azzurri nella competizione, che proseguirà con la sfida contro Stati Uniti o Classic Lions.

“La prima partita sarà molto ostica ma non impossibile. Gli Springboks sono una squadra molto competitiva ma lasciano giocare, quindi non sono impossibile da sconfiggere”, dice il Presidente Marcello Cuttitta, già al lavoro per preparare al meglio questo importante appuntamento, che come sempre gli Italian Classic vogliono onorare  al meglio sia dal punto di vista sportivo che organizzativo.

“Sinceramente stiamo pensando a una squadra competitiva – prosegue l’ex ala azzurra – visto il girone dove siamo inseriti e dopo la vittoria contro i British Lions, che ha avuto una grossa risonanza mediatica all’estero. Per questo spero sinceramente di avere alcuni giocatori di rilievo a disposizione”.

Per quanto riguarda l’obiettivo, “bisogna entrare nei primi cinque posti per essere sicuri di tornare il prossimo anno. E’ la nostra quarta partecipazione e siamo sempre ospiti graditi alle Bermuda. E’ un momento di ritrovo importante, anche in virtù dello spirito benefico che anima gli eventi che promuoviamo”.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Slow Motion – Speciale RWC: epica giapponese

La meta più bella e intensa della fase a gironi della Rugby World Cup 2019 è stata di Keita Inagaki, durante Giappone-Scozia

17 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Guida alla Premiership 2019/2020

Inizia venerdì il campionato più bello del mondo, fra nuove stelle e un sostanziale equilibrio

17 Ottobre 2019 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: la formazione dell’Irlanda per i quarti di finale

Schmidt punta sull'usato sicuro: XV collaudato e molto simile a quello che ha battuto i tuttineri nel 2018

17 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: Cheika gioca d’azzardo per i quarti di finale

Dentro a sorpresa il 19enne Jordan Petaia con la maglia numero 13, fuori James O'Connor

17 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: Il XV del Sudafrica per il Giappone

Mbonambi titolare contro la formazione di casa per il delicato quarto di finale degli Springboks

17 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: Jones sceglie l’Inghilterra per i quarti

George Ford fuori a sorpresa, si rivede Henry Slade. C'è anche Mako Vunipola

17 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019