Test-match: ufficiale, Italia-Argentina si giocherà a Genova

Dopo Italia-Sudafrica a Padova arriva anche la certezza della sede per la sfida con i Pumas in programma il 15 novembre

Ve lo avevamo preannunciato ieri, ora è scrito nero su bianco dalla FIR: sarà il capoluogo ligure il prossimo 15 di novembre ad ospitare Italia-Argentina.

 

 La Federazione Italiana Rugby ha annunciato che il Cariparma Test Match Italia v Argentina si disputerà sabato 15 novembre 2014 allo Stadio “Luigi Ferraris” con il supporto organizzativo della Regione Liguria e del Comune di Genova.

L’incontro, il secondo del trittico autunnale dei Cariparma Test Match, segna il ritorno della Nazionale Italiana Rugby nel capoluogo ligure a nove anni dall’ultima sfida internazionale disputata al Ferraris – sempre contro l’Argentina – nell’autunno del 2005 ed è il nono di sempre a disputarsi all’ombra della Lanterna.

“Genova è una città dalla consolidata cultura rugbistica, ha espresso un vasto numero di Azzurri ed ha sempre risposto con entusiasmo quando, nei primi anni del nuovo millennio, ha avuto la possibilità di ospitare la Nazionale. Non possiamo che essere entusiasti all’idea di farvi ritorno per la sfida centrale del prossimo autunno, contro i Pumas dell’Argentina, un Paese che la storia ha legato a doppio filo con il capoluogo ligure” ha dichiarato il Presidente della FIR, Alfredo Gavazzi. “Il Ferraris ha già dimostrato di essere particolarmente adatto al grande rugby e sono certo che potremo vivere uno spettacolo entusiasmante. In questo momento, voglio ricordare Roberto Besio, nostro amico e Consigliere Federale scomparso in inverno e che credette fortemente nella propria città come polo rugbistico internazionale, organizzandovi i test match contro Francia XV, Nuova Zelanda, Sudafrica, Australia ed Argentina: riportare la Nazionale nella sua città è, per noi, il migliore dei modi per ricordarlo” ha aggiunto il massimo dirigente del rugby italiano. 

Il sindaco di Genova, Marco Doria, ha dichiarato: “Sono doppiamente lieto per il ritorno a Genova di un grande avvenimento del rugby. Lo sono innanzi tutto come sindaco della città perché questo appuntamento sportivo richiamerà l’attenzione internazionale su Genova, sulle sue bellezze e le sue tradizioni culturali e sportive. Lo sono come cittadino amante dello sport e in particolare del rugby perché Genova conferma anche in questa occasione la sua particolare vocazione a valorizzare le più varie  pratiche sportive. Accanto alla dimensione agonistica e all’appassionato sostegno alla propria squadra, il rugby coltiva una essenziale abitudine al fair play. Ringrazio la Federazione rugby e il CUS Genova che ha creduto in questo evento e contribuisce alla sua realizzazione”.

“L’impegno della Regione nasce dalla convinzione che il ritorno del grande rugby a Genova rappresenti un’opportunità per la città e per tutta la Regione, un’occasione che dobbiamo saper sfruttare al meglio. Innanzitutto per la promozione di quella cultura sportiva, di quell’agonismo plasmato di rispetto e fair play che, senza fare paragoni con altre discipline sportive, rappresentano appieno l’essenza di uno sport duro ma assolutamente leale e diretto come il rugby. Inoltre sono certo che saranno in tantissimi a voler prendere attivamente parte ad uno spettacolo del genere, a tutto vantaggio delle attività economiche e ricettive della città. Una festa cittadina che rappresenta un’ulteriore dimostrazione di quanto puntare sullo sport significhi offrire ai territori una vetrina internazionale, un vero e proprio volano per il rilancio della nostra economia e il nostro turismo, destagionalizzando e garantendo presenze sul territorio anche in periodi di bassa o bassissima stagione” ha dichiarato Matteo Rossi, Assessore allo Sport della Regione Liguria.

“Dopo aver già avuto un ruolo attivo in passato nell’organizzazione dei test-match della Nazionale, siamo entusiasti all’idea di poter tornare a collaborare all’organizzazione di un evento sportivo tanto importante per la nostra città” ha dichiarato Mauro Nasciuti, Presidente del CUS Genova. “Il CUS è da sempre impegnato in prima fila nella promozione dello sport ad ogni livello, ed un appuntamento come quello di novembre segue senza dubbio quella che è la filosofia del nostro ente. Siamo felici all’idea di lavorare al fianco di FIR e della Regione e di consolidare una volta di più i rapporti con il Comune, cui ci lega un rapporto di lungo corso che ci ha portato, recentemente, ad assumere anche la gestione dello Stadio Carlini” ha commentato Mauro Nasciuti, Presidente del CUS Genova, che affiancherà FIR, Regione e Comune nell’organizzazione dell’evento.

I prezzi dei biglietti e la data di messa in vendita tramite il ticketing partner ufficiale di FIR, TicketOne (www.ticketone.it) saranno ufficializzate quanto prima. 

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Italia, l’analisi di Tommaso Benvenuti: “Con l’Australia una buona prestazione, ma non ci basta”

Il trequarti si proietta verso la partita di sabato contro gli All Blacks per stilare il bilancio definitivo sul mese di novembre

21 novembre 2018 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Il borsino azzurro: chi sale e chi scende dopo la sfida con l’Australia

Benissimo i piloni, torna a pieno motore Castello. Male la touche

20 novembre 2018 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Cosa abbiamo imparato dalla sconfitta dell’Italia contro l’Australia

Che manca un certo tipo di giocatore in attacco, e che la difesa sa offrire buoni segnali. Analisi di una sconfitta frustrante

19 novembre 2018 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Test Match 2018: gli highlights di Italia-Australia

Quattro mete per i Wallabies, una sola per gli azzurri a firma di Mattia Bellini

17 novembre 2018 Foto e video
item-thumbnail

Dopo Italia-Australia, le dichiarazioni di O’Shea e Ghiraldini

Il CT e il capitano hanno parlato al termine della partita persa contro i Wallabies a Padova

17 novembre 2018 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Test Match 2018: l’Italia lotta, ma cede il passo ad un’Australia superiore

I Wallabies mostrano skills offensive notevoli, archiviando un prezioso successo per 26 a 7

17 novembre 2018 Rugby Azzurro / La Nazionale