L’ASR Milano calcia la palla ovale. Al carcere di Bollate

Una bella storia di rugby e solidarietà: sabato si è giocata una partita molto importante

Il club milanese lavora già da tempo con il carcere minorile “Beccaria” del capoluogo lombardo. Da qualche mese ha iniziato un nuovo progetto tra gli adulti, nell’istituto di pena di Bollate. E sabato la Freedom rugby, questo il nome della squadra, ha giocato la sua prima partita.
Il comunicato dell’ASR che racconta come è andata.

 

 

Dal 2008 l’AS Rugby Milano è settimanalmente impegnata ad insegnare e trasmettere i valori del rugby presso l’Istituto di Pena Minorile Beccaria di Milano; dal marzo 2013 l’iniziativa è stata estesa ai reclusi del Carcere di Bollate. Lo scopo è quello di coinvolgere i ragazzi detenuti in un gioco di squadra che è anche sport di combattimento basato sulla gestione dell’aggressività e su un sistema di regole sia tecniche che etiche.
Sabato 23 novembre si è svolta la prima delle tre partite previste per la stagione 2013/2014 tra i volontari della AS Rugby Milano ed i detenuti del Carcere Minorile Beccaria di Milano.
Di seguito potete trovare il racconto della mattina:

Oggi 23 Novembre, non è un sabato come tuti gli altri, per i giocatori dell’Asr Milano e per i ragazzi della Freedom Rugby.
Si respira un’aria particolare, lo si avverte dai volti dei ragazzi dell’Asr Milano; per molti di loro è la prima volta che si trovano a varcare le porte di un carcere, per di più per affrontare una partita di rugby.
Al ritrovo si ride, si scherza ma appena le porte si chiudono dietro le spalle cade il silenzio e i ragazzi iniziano a percepire le sensazione che il carcere trasmette, capiscono che oggi sarà una giornata particolare che non dimenticheranno.
Per i ragazzi della Freedom Rugby, invece è la giornata che aspettano da due mesi, dal primo giorno che è inziato il progetto rugby 2013, e che per nessun motivo si lascerebbeo scappare.
E infatti all’appello ci sono tutti, 12 ragazzi, carichi di adrenalina, voglia di giocare e confrontarsi con una squadra vera.

Vera è stata la partita, come lo è sempre nel nostro sport. La squadra Asr si presenta con un misto di giocatori tra Serie B, Serie C e Uisp, con alcuni elementi dal fisico notevole, che destano subito preoccupazioni nella squadra Freedom Rugby.

Le stesse preoccupazioni ci sono nel team Asr consapevole di dover confrontarsi con una squadra subito molto aggressiva e agguerita.

Inizia la partita e primi minuti passano con le due squadre che si studiano, cercando di capire i punti deboli degli avversari, quali giocatori evitare perché forti.
Questa fase dura poco, perchè ai primi placaggi, tutto passa in secondo piano e prevale solo la volontà di superare l’avversario.
Gli scontri non si risparmiano e nemmeno qualche battibecco, che però rimanene tutto all’interno delle regole, come è giusto che sia.
La partita vede due giochi molto differenti, da una parte l’Asr che cerca di giocare d’astuzia e qualità, e dall’altra la Freedom che con l’agonismo e aggressività sferra attacchi pericolosi e difende molto bene la propria area di meta.

La partita finisce con il risultato di 10 a 0 per Asr Milano.
Al fischio finale le ostilità terminano, le squadre si salutano e si passa al aterzo tempo, molto atteso dai ragazzi del Beccaria.

Un grazie di cuore va a tutti i giocatori della Freedom Rugby ed ai volontari della AS Rugby Milano:

Festa, Savino, Mizzon, Melilli, Moiraghi, Bellato, Piatti A, Piatti S, Pozzi ,Chindamo, Susi, Giampietro, Nuccio, Anzelotti, Ghetti, Uberti, Facente, Lombardi, Chiappa.Anche Romeo Cremascoli, presidente del Club, abbraccia tutti i partecipanti e commenta: “Sono orgoglioso di quanto facciamo sia dentro sia al di fuori del campo; un grazie speciale a Michele Festa che ha preso in mano da quest’anno il progetto e lo porta avanti con grande impegno.  Un ringraziamento particolare a Edison, Adidas ed Iveco che ci permettono di portare avanti anche questo progetto.”

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Ugo Gori: “Dopo il ritiro aprirò una gelateria. L’Italia può rompere il tabù del tour estivo. Benetton fantastico”

Il mediano di mischia appende gli scarpini al chiodo: "La cucina è la mia seconda passione, vorrei fare anche lo chef a domicilio. Gli Azzurri rispett...

17 Maggio 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

European OnRugby Ranking: i Saracens entrano nella top10, Benetton guadagna 7 posizioni

Leinster sempre al comando, fuori dalla Top10 La Rochelle

15 Maggio 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

European OnRugby Ranking: cambio al vertice, il Benetton va giù

Le semifinali europee hanno un grosso influsso sulla classifica settimanale dei club

9 Maggio 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

La Francia contro World Rugby e l’espulsione da 20 minuti: “Non è vero che i rossi uccidono le partite”

Il vicepresidente della FFR Jean-Marc Lhermet: "Su 160 partite giocate in Tier 1 dal 2021, 30 hanno visto cartellini rossi: la squadra numericamente i...

2 Maggio 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

Gianmarco Pozzecco “maledice” il rugby: “Sono inc… con il ct Quesada!”

Il CT della nazionale italiana di basket con la sua solita ironia se la prende con le vittorie degli Azzurri

28 Aprile 2024 Terzo tempo