La stampa ovale italiana va al voto: il meglio e il peggio della stagione 2012/2013

17 domande con le opinioni di 23 giornalisti di carta stampata, televisione e web: oltre 360 risposte che fotografano un anno di rugby italiano e internazionale

Tanti scelgono di dare i propri premi sul meglio e sul peggio di un’annata sportiva a fine dicembre, seguendo l’anno solare, noi di OnRugby preferiamo invece il mese di giugno, quando si chiude la stagione nell’emisfero nord. Non che una scelta sia migliore o peggiore dell’altra, entrambe lasciano in qualche modo un po’ in sospeso una parte dell’anno, noi abbiamo preferito l’opzione eurocentrica prendendo in considerazione il periodo giugno 2012-giugno 2013. D’altronde il rugby lo giocheranno meglio nel sud del mondo, ma lo abbiamo inventato noi europei. Almeno quello…
Di seguito leggerete i nomi del miglior giocatore italiano del Pro12, del miglior atleta che gioca in Europa, della nazionale dell’anno, eccetera eccetera… Non abbiamo decretato dei vincitori assoluti (alcuni ce ne sono ed emergono chiaramente dalle risposte: Alessandro Zanni su tutti) perché ci pare di poter sottolineare che la vera ricchezza degli OnRugby Press Award sia la molteplicità e anche la diversità delle risposte arrivate dalle firme più autorevoli del giornalismo rugbistico che sta al di qua delle Alpi.
Risposte anche scherzose alle volte, volutamente ironiche, per togliersi di dosso una inevitabile autoreferenzialità che questi premi si tirano dietro.

Ringraziamo chi ha inviato le risposte, chi ha preferito declinare perché non si ritiene all’altezza e anche chi non ha risposto, che comunque fa parte del gruppo.

Ora la palla passa a voi lettori: vi chiediamo di dire la vostra  postando nello spazio dei commenti le vostre risposte (seguendo l’ordine delle categorie). Vediamo un po’ se per una volta addetti ai lavori e appassionati hanno gli stessi “gusti”…

 

NOME: GIORGIO
COGNOME: SBROCCO
TESTATA: QN

– Miglior atleta italiano del Pro12: Alessandro Zanni
– Miglior atleta italiano dell’Eccelenza: S. Costanzo (Calvisano)
– Miglior atleta che gioca in Europa: J. Wilkinson
– Miglior atleta emisfero sud: D. Carter
– Miglior allenatore di club europeo: V. Cotter
– Miglior allenatore di club emisfero sud: M. Ceika (Waratahs)
– Miglior squadra europea: Tolone
– Miglior squadra emisfero sud: Chiefs
– Migliore squadra nazionale: AB
– Giocatore azzurro dell’anno: A. Zanni
– Personaggio dell’anno: A. Gavazzi
– La sorpresa dell’anno:la seconda giovinezza di J. Wilkinson
– La delusione dell’anno: Francia al Sei Nazioni
– La notizia dell’anno: ennesimo cambi odelle regole nella formazione della mischia ordinata
– La meta dell’anno: l’ultima di Galles – Inghilterra
– L’idiota dell’anno: il tall. di Northampton che ha dato del “fottuto imbroglione” al suo diretto avversario di Leicester, a due centimetri dall’arbitro che lo ha espulso. Le 11 settimane di squalifica gli hanno poi impedito di andare in Aus con i B &I Lions
– Il libro di rugby dell’anno: Meta Nuova Zelanda (Elvis Lucchese)

 

NOME: MASSIMO
COGNOME: CALANDRI
TESTATA: LA REPUBBLICA

– Miglior atleta italiano del Pro12: robert barbieri
– Miglior atleta italiano dell’Eccelenza: tommaso castello
– Miglior atleta che gioca in Europa: jonny wilkinson
– Miglior atleta emisfero sud: conrad smith
– Miglior allenatore di club europeo: bernard laporte
– Miglior allenatore di club emisfero sud: santiago phelan
– Miglior squadra europea: tolone
– Miglior squadra emisfero sud: highlanders
– Migliore squadra nazionale: italia
– Giocatore azzurro dell’anno: alessandro zanni
– Personaggio dell’anno: mourad boudjellal
– La sorpresa dell’anno: mogliano
– La delusione dell’anno: zebre
– La notizia dell’anno: –
– La meta dell’anno: venditti in italia-francia
– L’idiota dell’anno: dean hartley
– Il libro di rugby dell’anno: rugby quantistico

 

NOME: MORENO
COGNOME: MOLLA
TESTATA: SKY SPORT

– Miglior atleta italiano del Pro12: il pacchetto di mischia del Benetton Treviso. Scegliendo un nome Lorenzo Cittadini, migliorato tantissimo nel corso della stagioni e con ancora margini. anche se e’ impossibile dimenticare i primi due mesi di stagione di robert barbieri
– Miglior atleta italiano dell’Eccellenza: Paul Griffen. A 38 anni (confesso ho dovuto cercare l’anno di nascita) e’ ancora il migliore di tutti
– Miglior atleta che gioca in Europa: Juan Martin Fernadez Lobbe, unico giocatore insostibuile nel pack di Tolone. Il Rory Kockott della fase finale di campionato francese è stato, comunque, mostruoso
– Miglior atleta emisfero sud: Israel Folau, estremo dei Waratahs, se il buongiorno si vede dal mattino… certo, bisognerà vedere come giocherà contro i Lions. Sullo stesso livello il centro dei Bulls, Jan Serfontein
– Miglior allenatore di club europeo: Joe Schmidt del Leinster, un vincente. Ha fatto benissimo anche Rob Baxter ad Exeter
– Miglior allenatore di club emisfero sud: Dave Rennie dei Chiefs.
– Miglior squadra europea: se non avesse forato ad un chilometro dall’arrivo il Clermont. Dico Leicester Tigers, tornati a vincere senza aver mai lasciato quel livello di competitività nell’ultima decade
– Miglior squadra emisfero sud: Chiefs. Campioni in carica, primi ad oggi. Giocano pure un bel rugby
– Migliore squadra nazionale: Nuova Zelanda. Una sconfitta li ha allontanati dall’immortalità’ del ricordo
– Giocatore azzurro dell’anno: alessandro zanni. non serve spiegare il perche’
– Personaggio dell’anno: scott johnson. grande allenatore, grande persona. uomo che vive per il rugby e non di rugby.
– La sorpresa dell’anno: quade cooper. sta tornando ai livelli di due anni fa.
– La delusione dell’anno: le zebre, nemmeno una vittoria. gli highlanders, partiti per fare un bel super 15 sono invece la peggior squadra. ma la francia destinata al grand chelem e poi ultima nel 6 nazioni li batte tutti.
– La notizia dell’anno: il silenzio di twickenham negli ultimi dieci minuti di inghilterra-italia dell’ultimo 6 nazioni.
– La meta dell’anno: isa nacewa in leinster-biarritz, semifinale di challenge cup. una serie di due contro uno giocati con sexton. dovrebbero farla vedere ovunque. a chiunque.
– L’idiota dell’anno: dylan hartley. con un “fucking cheat” si e’ giocato la chiamata coi lions, il titolo nazionale e la credibilita’. dalla sua anche il fatto di essere recidivo
– Il libro di rugby dell’anno: nell’esplosione editoriale di quest’anno scelgo la simpatia di roberto parretta e del suo “perche’ vanno all’indietro?” e l’aiuto che i giocatori della nazionale gli hanno dato. anche questo e’ rugby

 

NOME: GIORGIO
COGNOME: CIMBRICO
TESTATA: IL SECOLO XIX E ALLRUGBY

– Miglior atleta italiano del Pro12: zanni
– Miglior atleta italiano dell’Eccellenza: benetti
– Miglior atleta che gioca in Europa: wilkinson
– Miglior atleta emisfero sud: lobbe
– Miglior allenatore di club europeo: schmidt
– Miglior allenatore di club emisfero sud: kirwan
– Miglior squadra europea: tolone
– Miglior squadra emisfero sud: hurricanes
– Migliore squadra nazionale:galles
– Giocatore azzurro dell’anno: zanni
– Personaggio dell’anno: wilkinson
– La sorpresa dell’anno: castres
– La delusione dell’anno: francia
– La notizia dell’anno:Inghilterra già pronta per 2015
– La meta dell’anno: parisse con francia
– L’idiota dell’anno: hartley
– Il libro di rugby dell’anno: mar del plata

 

NOME: RICCARDO
COGNOME: TEMPESTINI
TESTATA: IL TIRRENO

– Miglior atleta italiano del Pro12: ferrarini
– Miglior atleta italiano dell’Eccelenza: majstorovic
– Miglior atleta che gioca in Europa: wilkinson
– Miglior atleta emisfero sud: rene ranger
– Miglior allenatore di club europeo: townsend
– Miglior allenatore di club emisfero sud: blackadder
– Miglior squadra europea: harlequins
– Miglior squadra emisfero sud: crusaders
– Migliore squadra nazionale: nuova zelanda
– Giocatore azzurro dell’anno: zanni
– Personaggio dell’anno: casellato
– La sorpresa dell’anno: fiamme oro
– La delusione dell’anno: rovigo
– La notizia dell’anno: Zebre sempre sconfitte
– La meta dell’anno: drive da touches del galles contro nuova zelanda
– L’idiota dell’anno:
– Il libro di rugby dell’anno: Rugbyland

 

NOME: FRANCESCO
COGNOME: VOLPE
TESTATA: CORRIERE DELLO SPORT-STADIO

– Miglior atleta italiano del Pro12: Robert Barbieri (Treviso)
– Miglior atleta italiano dell’Eccellenza: Giulio Bisegni (Lazio)
– Miglior atleta che gioca in Europa: Sergio Parisse
– Miglior atleta emisfero sud: Juan Martin Fernandez-Lobbe
– Miglior allenatore di club europeo: Laurent Labit e Laurent Travers
– Miglior allenatore di club emisfero sud:
– Miglior squadra europea:Leinster
– Miglior squadra emisfero sud:
– Migliore squadra nazionale: Nuova Zelanda
– Giocatore azzurro dell’anno: Alessandro Zanni
– Personaggio dell’anno: Jonny Wilkinson
– La sorpresa dell’anno: Francesco Minto
– La delusione dell’anno: Francia
– La notizia dell’anno: L’addio di Dondi alla presidenza FIR
– La meta dell’anno: Castrogiovanni alla Francia
– L’idiota dell’anno: Danny Cipriani
– Il libro di rugby dell’anno: “Mar del Plata” di Claudio Fava

 

NOME: MARCO
COGNOME: ERMOCIDA
TESTATA: RUGBYUNIONTIMES.COM

– Miglior atleta italiano del Pro12: Zanni
– Miglior atleta italiano dell’Eccelenza: Cicchinelli (scelto perché giovane e numero 8, dove così come a 10, abbiamo carenze)
– Miglior atleta che gioca in Europa: Wilkinson
– Miglior atleta emisfero sud: Smith (NZL)
– Miglior allenatore di club europeo: Vern Cottrer
– Miglior allenatore di club emisfero sud: Frans Ludeke
– Miglior squadra europea: Tolone
– Miglior squadra emisfero sud: Bulls
– Migliore squadra nazionale: Galles
– Giocatore azzurro dell’anno: Zanni
– Personaggio dell’anno: Umberto Casellato
– La sorpresa dell’anno: Mogliano
– La delusione dell’anno: Rovigo
– La notizia dell’anno: Benetton che avrebbe dovuto giocare Roma…
– La meta dell’anno: N/A
– L’idiota dell’anno: Dylan Hartley
– Il libro di rugby dell’anno: Perche’ vanno all’Indietro, Roberto Parretta

 

NOME: FRANCESCO
COGNOME: PIERANTOZZI
TESTATA: SKY SPORT

– Miglior atleta italiano del Pro12: robert barbieri
– Miglior atleta italiano dell’Eccellenza:….non lo so
– Miglior atleta che gioca in Europa: Sergio Parisse
– Miglior atleta emisfero sud: conrad smith
– Miglior allenatore di club europeo:Travers e Labit
– Miglior allenatore di club emisfero sud: Wayne Smith
– Miglior squadra europea: Tolone
– Miglior squadra emisfero sud: Chiefs
– Migliore squadra nazionale: Galles
– Giocatore azzurro dell’anno: Alessandro Zanni
– Personaggio dell’anno: jonny wilkinson
– La sorpresa dell’anno: sconfitta All Blacks a Twickenham
– La delusione dell’anno: Francia
– La notizia dell’anno: periodo sabbatico McCaw
– La meta dell’anno:wesley fofana vs England a twickenham
– L’idiota dell’anno: Dylan Hartley
– Il libro di rugby dell’anno: mar del plata (claudio fava)

 

NOME: LUCA
COGNOME: CASTALDINI
TESTATA: SPORTWEEK

– Miglior atleta italiano del pro12: alessandro zanni
– Miglior atleta italiano dell’eccellenza: non lo so
– Miglior atleta che gioca in europa: jonny wilkinson
– Miglior atleta emisfero sud: morne steyn
– Miglior allenatore di club europeo: labit & travers
– Miglior allenatore di club emisfero sud: steve hansen
– Miglior squadra europea: tolone
– Miglior squadra emisfero sud: bulls
– Migliore squadra nazionale: nuova zelanda
– Giocatore azzurro dell’anno: sergio parisse
– Personaggio dell’anno: jonny wilkinson
– La sorpresa dell’anno:  castres
– La delusione dell’anno: australia
– La notizia dell’anno: sexton in francia
– La meta dell’anno: parisse alla francia
– L’idiota dell’anno: lo scemo che ha pisciato in campo (anche se è del rugby a XIII)
– Il libro di rugby dell’anno: mar del plata (claudio fava)

 

NOME: ANDREA
COGNOME: NALIO
TESTATA: RESTO DEL CARLINO

– Miglior atleta italiano del Pro12: Alessandro Zanni (Treviso)
– Miglior atleta italiano dell’Eccellenza: Enrico Ceccato e Alberto Lucchese (entrambi Mogliano)
– Miglior atleta che gioca in Europa: Sempre e comunque, SIR Jonny Wilkinson
– Miglior atleta emisfero sud: Morne Steyn (Bulls)
– Miglior allenatore di club europeo: Joe Schmidt (Lenister) e Franco Smith (Treviso)
– Miglior allenatore di club emisfero sud: Dave Rennie (Waikato Chiefs)
– Miglior squadra europea: Leinster
– Miglior squadra emisfero sud: Chiefs
– Migliore squadra nazionale: Galles
– Giocatore azzurro dell’anno: Andrea Lo Cicero
– Personaggio dell’anno: Umberto Casellato (coach Mogliano)
– La sorpresa dell’anno: Il ‘congedo illimitato’ dal rugby di Kurtley Beale e la ripresa al Randwick di Sydney
– La delusione dell’anno: Francia
– La notizia dell’anno: Habana al Tolone e Morne Steyn allo Stade Francais
– La meta dell’anno: Eric Lund (Biarritz) in Biarritz-Grenoble (33 a 16), grazie alla magia di Yachvili.
– L’idiota dell’anno: Jérôme Fillol (Stade Francais), per lo sputo a Stringer.
– Il libro di rugby dell’anno: Quello strano rimbalzo, meraviglia di Peter Freeman

 

NOME: MARCO
COGNOME: TURCHETTO
TESTATA: RUGBYTOITALY.COM

– Miglior atleta italiano del pro12: leonardo ghiraldini
– Miglior atleta italiano dell’eccellenza: alberto lucchese
– Miglior atleta che gioca in europa: johnny wilkinson
– Miglior atleta emisfero sud: sam cane
– Miglior allenatore di club europeo: warren gatland
– Miglior allenatore di club emisfero sud: john kirwan
– Miglior squadra europea: toulon
– Miglior squadra emisfero sud: chiefs
– Migliore squadra nazionale: galles
– Giocatore azzurro dell’anno: alessandro zanni
– Personaggio dell’anno: umberto casellato
– La sorpresa dell’anno: mogliano
– La delusione dell’anno: zebre
– La notizia dell’anno: dondi lancia gavazzi alla presidenza fir.
– La meta dell’anno: la seconda meta di alex cuthbert contro l’inghilterra nel 6 nazioni
– L’idiota dell’anno: dylan hartley
– Il libro di rugby dell’anno: rugby quantistico, di klein etienne e johnny wilkinson

 

NOME: STEFANO
COGNOME: FRANCESCHI
TESTATA: ILNEROILRUGBY.IT

– Miglior atleta italiano del Pro12: Zanni
– Miglior atleta italiano dell’Eccellenza: Nicola Benetti
– Miglior atleta che gioca in Europa: Leight Halfpenny
– Miglior atleta emisfero sud: Morne Steyn
– Miglior allenatore di club europeo: Mark McCall (Saracens)
– Miglior allenatore di club emisfero sud: Ewen McKenzie (Reds)
– Miglior squadra europea: Tolone
– Miglior squadra emisfero sud: Reds
– Migliore squadra nazionale: Inghilterra
– Giocatore azzurro dell’anno: Cittadini
– Personaggio dell’anno: il duo Frati-De Rossi per come hanno gestito i Cavalieri
– La sorpresa dell’anno: Morisi
– La delusione dell’anno: Viadana Rugby
– La notizia dell’anno: La liberalizzazione delle quote stranieri in Pro12
– La meta dell’anno: ??
– L’idiota dell’anno: MIke Scott ex team manager London Welsh
– Il libro di rugby dell’anno: Il XV del Presidente  14 racconti ed una canzone

 

NOME: DUCCIO EMANUELE
COGNOME: FUMERO
TESTATA: RUGBY 1823

– Miglior atleta italiano del Pro12: Ludovico Nitoglia
– Miglior atleta italiano dell’Eccellenza:
– Miglior atleta che gioca in Europa: Johnny Wilkinson
– Miglior atleta emisfero sud: Rene Ranger
– Miglior allenatore di club europeo: Joe Schmidt
– Miglior allenatore di club emisfero sud: Ewen McKenzie
– Miglior squadra europea: Tolone
– Miglior squadra emisfero sud: Chiefs
– Migliore squadra nazionale: Galles
– Giocatore azzurro dell’anno: Alessandro Zanni
– Personaggio dell’anno: Martin Castrogiovanni
– La sorpresa dell’anno: Francesco Minto
– La delusione dell’anno: Zebre
– La notizia dell’anno:
– La meta dell’anno:
– L’idiota dell’anno: Paolo Wilhelm
– Il libro di rugby dell’anno:

 

NOME: ELVIS
COGNOME: LUCCHESE
TESTATA: CORRIERE DEL VENETO

– Miglior atleta italiano del Pro12: Alessandro Zanni
– Miglior atleta italiano dell’Eccelenza: Simone Ragusi
– Miglior atleta che gioca in Europa: Jonny Wilkinson
– Miglior atleta emisfero sud: / *
– Miglior allenatore di club europeo: Travers/Labit
– Miglior allenatore di club emisfero sud: / *
– Miglior squadra europea: Castres (forse non in assoluto, ma in relazione al budget).
– Miglior squadra emisfero sud: / *
– Migliore squadra nazionale: Senegal, la squadra africana del futuro
– Giocatore azzurro dell’anno: Alessandro Zanni.
– Personaggio dell’anno: Mourad Boudjellal, per le sue dichiarazioni sempre controverse, mai a caso, spesso “chiagni-e-fotti”. Comunque a suo modo un raffinato psicologo.
– La sorpresa dell’anno: il contratto d’oro offerto a Burton dai Dragons.
– La delusione dell’anno: Halangahu, visto i soldi che prendeva, e Roux (ma non diteglielo, per piacere).
– La notizia dell’anno: con i successi di Castres, Leicester e – nel nostro piccolo – Mogliano il rugby torna ad affermarsi sport di provincia. Eccezion fatta per il Pro12, nessuna squadra di una capitale è giunta in finale.
– La meta dell’anno: Fofana nel Sei Nazioni contro l’Inghilterra.
– L’idiota dell’anno: chi ha pensato, dopo il successo su una Francia indisponente, che l’Italia potesse vincere il Sei Nazioni; chi pensa che il Sei Nazioni sia ancora un torneo rilevante dal punto di vista strettamente rugbistico; e soprattutto chi pensa che nel rugby professionistico non esista “sostegno farmacologico alla performance” e ne sottovaluta gli effetti a lungo termine sulla salute degli atleti.
– Il libro di rugby dell’anno: Greg McGee, “Richie McCaw. The Open Side”

 

NOME: ANTONIO
COGNOME: RAIMONDI
TESTATA: MANI DI FATA

– Miglior atleta italiano del Pro12: Ghiraldini
– Miglior atleta italiano dell’Eccelenza:
– Miglior atleta che gioca in Europa: Juan Fernandez Lobbe
– Miglior atleta emisfero sud: Messam
– Miglior allenatore di club europeo: Joe Schmidt
– Miglior allenatore di club emisfero sud: Dave Rennie
– Miglior squadra europea: Tolone
– Miglior squadra emisfero sud: Chiefs
– Migliore squadra nazionale: Nuova Zelanda
– Giocatore azzurro dell’anno: Zanni
– Personaggio dell’anno: Castrogiovanni
– La sorpresa dell’anno: Castres
– La delusione dell’anno: La sconfitta dell’Italia in Scozia
– La notizia dell’anno: La nascita di onrugby
– La meta dell’anno: Parisse in Italia – Francia nel Sei Nazioni
– L’idiota dell’anno: Greyling (Nuova Zelanda – Sudafrica)
– Il libro di rugby dell’anno: Mar del Plata

 

NOME: ALESSANDRO
COGNOME: FUSCO
TESTATA: IL TEMPO, ALESSANDROFUSCO.COM

– Miglior atleta italiano del Pro12: Alessandro Zanni
– Miglior atleta italiano dell’Eccelenza: Giulio Rubini
– Miglior atleta che gioca in Europa: Alessandro Zanni
– Miglior atleta emisfero sud: Kieran Reid
– Miglior allenatore di club europeo:Mark Anscombe (Ulster)
– Miglior allenatore di club emisfero sud: Jake White (Brumbies)
– Miglior squadra europea: Castres
– Miglior squadra emisfero sud: Brumbies
– Migliore squadra nazionale: Galles
– Giocatore azzurro dell’anno: Alessandro Zanni
– Personaggio dell’anno: Lo Cicero
– La sorpresa dell’anno: Luca Morisi
– La delusione dell’anno: Tebaldi
– La notizia dell’anno:
– La meta dell’anno: Sergio Parisse contro la Francia a Roma (Sei Nazioni)
– L’idiota dell’anno: io
– Il libro di rugby dell’anno: Ma perchè vanno all’indietro? – R. Parretta

 

NOME: IVAN
COGNOME:MALFATTO
TESTATA: IL GAZZETTINO

– Miglior atleta italiano del Pro12: Leonardo Ghiraldini (Treviso)
– Miglior atleta italiano dell’Eccelenza: Enrico Ceccato (Mogliano)
– Miglior atleta che gioca in Europa: Leigh Halfpenny (Galles)
– Miglior atleta emisfero sud: –
– Miglior allenatore di club europeo: Joe Schmidt (Leinster)
– Miglior allenatore di club emisfero sud: –
– Miglior squadra europea: Tolone
– Miglior squadra emisfero sud: –
– Migliore squadra nazionale: Samoa
– Giocatore azzurro dell’anno: Alessandro Zanni
– Personaggio dell’anno: Jonny Wilkinson
– La sorpresa dell’anno: Castres
– La delusione dell’anno: Francia al Sei Nazioni
– La notizia dell’anno: Le due vittorie dell’Italia al Sei Nazioni
– La meta dell’anno: l’intercetto di Stuart Hogg (Scozia) contro l’Italia
– L’idiota dell’anno: Il tmo alla finale scudetto (inteso come strumento, non persona). Inutile farlo con così poche telecamere, a differenza di quanto avviene a livello internazionale, e solo all’ultimo atto del campionato, mentre nella partite di regular season non c’è. Sarà un caso, ma in due finali uniche giocate in Eccellenza (2011, 2013) ci sono stati due episodi contestati decisivi per l’assegnazione dello scudetto. A questo punto è meglio che si prenda la responsabilità di decidere l’arbitro, oppure che la riprese tv garantiscano lo stesso numero di telecamere del Sei Nazioni o di altre competizioni internazionali.
– Il libro di rugby dell’anno: –

 

NOME: DANIELE
COGNOME: PIERVINCENZI
TESTATA: LA7

– Miglior atleta italiano del Pro12: Ludovico Nitoglia e Leonardo Ghiraldini (ex aequo)
– Miglior atleta italiano dell’Eccelenza: Saverio Colabianchi
– Miglior atleta che gioca in Europa: Wesley Fofana
– Miglior atleta emisfero sud: Julian Savea
– Miglior allenatore di club europeo: Joe Schmidt (Leinster)
– Miglior allenatore di club emisfero sud: Dave Rennie (Chiefs)
– Miglior squadra europea: ASM Clermont Auvergne
– Miglior squadra emisfero sud: Chiefs
– Migliore squadra nazionale: NZ
– Giocatore azzurro dell’anno: Alessandro Zanni
– Personaggio dell’anno: Umberto Casellato
– La sorpresa dell’anno: Filippo Ferrarini
– La delusione dell’anno: Halangahu e Bees Roux
– La notizia dell’anno: Mogliano che vince il campionato d’Eccellenza. Società sana, squadra costruita con una logica e gestita meravigliosamente dalla coppia Casellato-Properzi. Un esempio da seguire.
– La meta dell’anno: La meta di Tim Nanai Williams in Highlanders – Chiefs dopo un’azione durata 3 interminabili minuti!
– Il libro di rugby dell’anno: “Ma perché vanno all’indietro?” di Roberto Parretta.

 

NOME: FEDERICO
COGNOME: MEDA
TESTATA: ALL RUGBY / SPORTIVAMENTE MAG

– Miglior atleta italiano del Pro12: Billy Ngawini
– Miglior atleta italiano dell’Eccellenza: Simone Ragusi
– Miglior atleta che gioca in Europa: Leigh Halfpenny
– Miglior atleta emisfero sud: Conrad Smith
– Miglior allenatore di club europeo: Labit – Travers (Castres / Racing)
– Miglior allenatore di club emisfero sud: –
– Miglior squadra europea: Tolone
– Miglior squadra emisfero sud: –
– Migliore squadra nazionale: Galles
– Giocatore azzurro dell’anno: Ghiraldini
– Personaggio dell’anno: Jacques Brunel
– La sorpresa dell’anno: Castres e Dan Biggar
– La delusione dell’anno: Inghilterra
– La notizia dell’anno: l’esclusione di Robshaw dai Lions, passare da possibile capitano a escluso è – sportivamente parlando – una beffa
– La meta dell’anno: George North (Francia-Galles)
– L’idiota dell’anno: Paolo Wilhelm
– Il libro di rugby dell’anno: Mar del Plata, Claudio Fava

 

NOME: FRANCESCO
COGNOME: COSTANTINO
TESTATA: –

– Miglior atleta italiano del Pro12: Premesso che il Benetton ha prodotto nel suo insieme un rugby di ottima qualità, mi rimangono negli occhi le giocate di Michele Campagnaro. Due sole partite che non vogliono dire niente ma, in prospettiva, il sostituto di Benvenuti è già stato individuato.
– Miglior atleta italiano dell’Eccelenza: La qualità del nostro rugby di club è in caduta libera e anche il Mogliano, che lo scorso anno aveva veramente incantato, si è involuto sul piano della qualità prodotta. In questa landa quasi desolata penso che il giocatore maggiormente in vista sul piano della tecnica, dell’imprevedibilità e della vis pugnandi sia Alberto Lucchese, mediano del Mogliano. Vale una franchigia celtica anche se il carattere fumantino lo rende poco affidabile. Peccato.
– Miglior atleta che gioca in Europa: Banalità assoluta ma per quello che ha fatto vedere in Heineken Cup e in Top 14 Wilkinson rimane di un’altra categoria. Il libro intervista “Rugby Quantistico”ci regala un personaggio disarmente nella sua feroce normalità. Banale, appunto. Ma ditelo ai tifosi del Mayol…
– Miglior atleta emisfero sud: Joe Webber. Ha giochicchiato a Waikato nella vecchia NPC ma questo ho l’impressione che sia forte. Estremo dalla corsa straordinaria, margini di miglioramento sul piede ma copertura del campo straordinaria. Classe ’93, è l’estremo dei Baby Blacks.
– Miglior allenatore di club europeo: Umberto Casellato lo era lo scorso e non può che esserlo anche quest’anno. Ha violentato il suo credo tattico per rimettere in acqua una nave che stava affondando per colpa di una serie incredibile d’infortuni. Ha vinto perché è stato il migliore, il valore aggiunto che ha fatto la differenza. Anche lui è pronto per il grande salto. I casi sono due: o le Zebre vincono la Celtic o lui e il cugino vengono cacciati dopo due partite. Non ci sono vie di mezzo quando si parla di Casellato e Cavinato. Ma ci sarà da divertirsi!
– Miglior allenatore di club emisfero sud: –
– Miglior squadra europea: Wilkinson ha reso grande il Toluon ma nella finale del Top 14ha vinto il Castres. Come se Reggio Emilia vincesse lo scudetto. Perché è facile lamentarsi sempre delle differenze di budget ma poi bisogna anche essere in grado di vincere con quello che si ha. Castres, tutta la vita!
– Miglior squadra emisfero sud: –
– Migliore squadra nazionale: la Francia. Ma come? Hanno perso anche contro l’Italia! Già, però sono gli unici che ti danno sempre l’impressione di poter battere chiunque. E di poter perdere contro chiunque. Il tutto buttando nella mischia sempre nuovi giocatori di talento, Fickou su tutti. E poi Huget è il miglior estremo del mondo. Bum!
– Giocatore azzurro dell’anno: Zanni, Zanni, Zanni, Zanni. La serietà paga, il lavoro paga, il basso profilo paga. In questo momento è l’unico giocatore italiano che potrebbe fare la differenza in qualsiasi altra nazionale europea. Treviso si è svenata per tenerlo. Menzione per Lorenzo Cittadini, mettere in dubbio Castrogiovanni è una vittoria straordinaria. Ma se lo merita.
– Personaggio dell’anno: Riccardo Sorio. Alla veneranda età di 36 anni comincia a giocare a rugby: e fin qui niente di strano. Storia comune a molti. Peccato che il personaggio in questione sia uno dei più famigerati esponenti di una delle frange più famigerate della tifoseria calcistica più famigerata d’Italia. Lui è un quadro di tatuaggi, duri e discutibili. Ha faccia da tagliagole e idee estreme. Gioca per i Bianchi di Santo Spirito, calcio fiorentino. Viene dal ring e picchia duro. In campo capisce subito che placcare, durissimo, è la sua missione. Gioca terza linea a Valeggio sul Mincio e quando mette quella maglia rosso-blu diventa uno di noi. Uno che rispetta il gioco, le regole, l’arbitro, gli avversari, il capitano e il terzo tempo. È l’esempio di come il rugby sia uno sport trasversale e per nulla elitario, come molti vorrebbero farci credere. Il rugby come un club in cui le uniche credenziali richieste sono il sacrificio e la condivisone. “Pasta” è un rugbista. A tutto tondo. Non viene fuori dalle accademie federali, non ha mai giocato in nazionale e non credo abbia mai visto una partita in vita sua. Se non quelle dove gioca lui. Ha portato la figlia al minirugby, subito. Ha un a moglie paziente che lo supporta in questa nuova, folle, avventura. È un idolo, assoluto. Chi si ferma all’apparenza dimostra di non aver capito nulla. I suoi compagni di squadra non lo hanno mai fatto. E mai lo faranno.
– La sorpresa dell’anno: ovviamente non è una sorpresa ma Bernini del Prato è piaciuto parecchio.
– La delusione dell’anno: Rovigo. In assoluto. È la squadra che ha speso di più e che lo ha fatto nel peggior modo possibile. Mancavano un pilone destro, un mediano e un numero otto. Gerber si è rotto subito e le altre due caselle sono rimaste vuote comunque. Hanno lanciato qualche giovane interessante (De Marchi) ma la piazza merita di sognare. Il mercato condotto fin ora dimostra che l’entusiasmo di Zambelli non è venuto meno. E finalmente il mercato lo fanno i due allenatori.
– La notizia dell’anno: Ancora Zambelli. Mi è piaciuta la sua presa di posizione contro i procuratori. Intendiamoci, gli agenti servono. Eccome. Ma le società non devono pagare per un servizio non richiesto. Mentre è giusto che siano i giocatori a remunerare chi conduce le trattative al loro posto. Tutto qui. Bravo presidente!
– La meta dell’anno: quella non data a Prato. Quegli incredibili e infiniti minuti in cui Damasco cercava di capirci qualcosa sono stati terribili ed esaltanti. A seconda dei punti di vista.
– L’idiota dell’anno: Francesco Costantino. Che pensava di poter cambiare il mondo del rugby con il diritto di critica e con la corenza. Niente di più sbagliato.
– Il libro di rugby dell’anno: gli Implaccabili di Giorgio Cimbrico: Anche se sono storie già lette negli splendidi articoli che il genovese verga su All Rugby. E poi Mischia Aperta, la rubrica di Toni LIviero sul Gazzettino. Un momento imperdibile per ogni, vero, appassionato di rugby.

 

NOME: ANDREA
COGNOME: BUONGIOVANNI
TESTATA: LA GAZZETTA DELLO SPORT

– Miglior atleta italiano del Pro12: Zanni
– Miglior atleta italiano dell’Eccelenza: –
– Miglior atleta che gioca in Europa: Halfpenny
– Miglior atleta emisfero sud: Read
– Miglior allenatore di club europeo: Labit/Travers
– Miglior allenatore di club emisfero sud: J. White
– Miglior squadra europea: Leinster
– Miglior squadra emisfero sud: Chiefs
– Migliore squadra nazionale: Nuova Zelanda
– Giocatore azzurro dell’anno: Zanni
– Personaggio dell’anno: Wilkinson
– La sorpresa dell’anno: Cruden
– La delusione dell’anno: Zebre
– La notizia dell’anno: Tour dei Lions
– La meta dell’anno: Parisse vs Francia
– L’idiota dell’anno: Saint-Andrè
– Il libro di rugby dell’anno: Mar del Plata

 

NOME: TONI
COGNOME: LIVIERO
TESTATA: GAZZETTINO

– miglior atleta italiano del pro12: ghiraldini
– miglior atleta italiano dell’eccelenza: e. ceccato (mogliano)
– miglior atleta che gioca in europa: fofana (clermont)
– miglior atleta emisfero sud:whitelock
– miglior allenatore di club europeo: anscombe (ulster)
– miglior allenatore di club emisfero sud: rennie (chiefs)
– miglior squadra europea: toulon
– miglior squadra emisfero sud:chiefs
– migliore squadra nazionale: nuova zelanda
– giocatore azzurro dell’anno: zanni
– personaggio dell’anno: wilkinson
– la sorpresa dell’anno: mogliano
– la delusione dell’anno: o’ driscoll (stamping su favaro)
– la notizia dell’anno: successione dondi-gavazzi
-la meta dell’anno: fofana all’inghilterra
– l’idiota dell’anno:
– il libro di rugby dell’anno:

 

NOME: PAOLO
COGNOME: WILHELM
TESTATA: ONRUGBY.IT

– Miglior atleta italiano del Pro12: Alessandro Zanni
– Miglior atleta italiano dell’Eccellenza: Simone Ragusi
– Miglior atleta che gioca in Europa: Leigh Halfpenny, che magari non è proprio il più forte ma con Wilko il più determinante
– Miglior atleta emisfero sud: Willie Le Roux
– Miglior allenatore di club europeo: Mark Anscombe
– Miglior allenatore di club emisfero sud: Jake White
– Miglior squadra europea: Clermont, nonostante tutto
– Miglior squadra emisfero sud: Chiefs e Brumbies
– Migliore squadra nazionale: Galles
– Giocatore azzurro dell’anno: Alessandro Zanni. E menzione per Andrea Lo Cicero
– Personaggio dell’anno: Jacques Brunel
– La sorpresa dell’anno: Castres
– La delusione dell’anno: la Francia
– La notizia dell’anno: le zero vittorie delle Zebre, purtroppo
– La meta dell’anno: Luke McLean (Inghilterra-Italia)
– L’idiota dell’anno: Paolo Wilhelm (così Duccio Fumero e Federico Meda sono contenti)
– Il libro dell’anno: difficile… sarò ecumenico e ne segnalo tre: Rugbyland di Andrea Ragona,  Mar del Plata di Claudio Fava e “Rugby quantistico” di Klein,  Etienne e Johnny Wilkinson

 

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

80° minuto: il bianco e il nero di queste Zebre

Aspetti positivi e negativi della prestazione dei ducali contro Glasgow, analizzata attraverso i numeri

13 Novembre 2019 Terzo tempo
item-thumbnail

Slow Motion #57: Bentornati a Gloucester

La rubrica torna ai campionati nazionali: protagonista della settimana una bellissima meta dei soliti cherry and whites

7 Novembre 2019 Terzo tempo
item-thumbnail

Rugby in diretta: il palinsesto tv (e streaming) del weekend dal 7/11 al 10/11

Grande spazio al rugby di casa nostra. Senza dimenticare, domenica, la possibilità di seguire il Colomiers di Edoardo Gori

7 Novembre 2019 Terzo tempo
item-thumbnail

Slow Motion – Speciale RWC: la meta più bella della fase finale

I 90 abbaglianti secondi che sono serviti all'Inghilterra per prendere la testa della semifinale, raccontati nel dettaglio

6 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

European OnRugby Ranking: il Benetton Rugby guadagna dieci posizioni

I Leoni volano dopo il successo contro Edimburgo. Stazionarie, invece, le Zebre

4 Novembre 2019 Terzo tempo
item-thumbnail

European OnRugby Ranking: dominio irlandese. Che balzo per i Sale Sharks

Il Benetton Rugby guadagna punti, ma perde una posizione

29 Ottobre 2019 Terzo tempo