Francia-Scozia: crocevia di delusioni, paure e… cucchiai

Una Francia in fondo alla classifica si affaccia sull’ultimo impegno del torneo con un inaspettato mix di timore e voglia di rialzarsi

ph. Sebastiano Pessina

Parigi, ore 21 (diretta tv su SkySport2): è questo l’appuntamento con la partita che deciderà se salvare per il rotto della cuffia o affondare definitivamente il Sei Nazioni più deludente della Francia degli ultimi anni. Partita con legittime ambizioni di vittoria finale la squadra allenata da Philippe Saint-André si ritrova a giocare l’ultima gara con uno score di tre sconfitte e un pareggio. E’ ultima in classica, una situazione davvero incredibile. Galletti che perdono Fritz e che vedono sedersi in panchina quel Fickou talento tra i più puri del movimento transalpino.
La Scozia ha giocato un torneo finora soddisfacente con due ko (Inghilterra e Galles) e due vittorie (Italia e Irlanda). Un’affermazione a Parigi garantirebbe la riconferma al ct ad interim Scott Johnson. L’allenatore australiano guiderà la nazionale scozzese anche negli appuntamenti di giugno, poi a Edimburgo decideranno il da farsi.

 

Francia: 15 Yoann Huget, 14 Vincent Clerc, 13 Mathieu Bastareaud, 12 Wesley Fofana, 11 Maxime Médard, 10 Frederic Michalak, 9 Morgan Parra, 8 Louis Picamoles, 7 Thierry Dusautoir, 6 Antonie Claassen, 5 Yoann Maestri, 4 Sebastien Vahaamahina, 3 Nicolas Mas, 2 Benjamin Kayser, 1 Thomas Domingo.
Riserve: 16 Guilhem Guirado, 17 Vincent Debaty, 18 Luc Ducalcon, 19 Christophe Samson, 20 Yannick Nyanga, 21 Maxime Machenaud, 22 François Trinh-Duc, 23 Gael Fickou.

 

Scozia: 15 Stuart Hogg, 14 Sean Maitland, 13 Sean Lamont, 12 Matt Scott, 11 Tim Visser, 10 Duncan Weir, 9 Greig Laidlaw, 8 Johnnie Beattie, 7 Kelly Brown, 6 Alasdair Strokosch, 5 Jim Hamilton, 4 Grant Gilchrist, 3 Euan Murray, 2 Ross Ford, 1 Ryan Grant.
Riserve: 16 Dougie Hall, 17 Moray Low, 18 Geoff Cross, 19 Alastair Kellock, 20 Ryan Wilson, 21 Henry Pyrgos, 22 Ruaridh Jackson, 23 Max Evans.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

“La retrocessione al Sei Nazioni? Per ora è impraticabile”

Lo dice Bill Sweeney, il nuovo CEO della federazione inglese, al debriefing stagionale a Twickenham

14 giugno 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Italia: Ghiraldini operato, comincia la corsa alla Rugby World Cup

Il tallonatore azzurro si è sottoposto all'operazione a Roma e proseguirà la riabilitazione a Tolosa

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: cosa ci dicono i numeri di fine torneo

Il Galles bada al sodo, puntando sulla propria grande difesa. Tra i singoli spicca Braam Steyn nelle statistiche individuali

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: Alun Wyn Jones vince il premio come miglior giocatore del torneo

Il capitano del Dragoni diventa il quinto gallese ad ottenere questo riconoscimento

item-thumbnail

Le avventure di Russellberry Finn

Sabato abbiamo visto di cosa può essere capace la Scozia quando il suo 10 è in stato di grazia

item-thumbnail

Sei Nazioni : il calendario e gli orari delle edizioni 2020 e 2021

L'Italia aprirà la sua avventura post Mondiale contro il Galles, a Cardiff, l'1 febbraio 2020