Francia-Scozia: crocevia di delusioni, paure e… cucchiai

Una Francia in fondo alla classifica si affaccia sull’ultimo impegno del torneo con un inaspettato mix di timore e voglia di rialzarsi

ph. Sebastiano Pessina

Parigi, ore 21 (diretta tv su SkySport2): è questo l’appuntamento con la partita che deciderà se salvare per il rotto della cuffia o affondare definitivamente il Sei Nazioni più deludente della Francia degli ultimi anni. Partita con legittime ambizioni di vittoria finale la squadra allenata da Philippe Saint-André si ritrova a giocare l’ultima gara con uno score di tre sconfitte e un pareggio. E’ ultima in classica, una situazione davvero incredibile. Galletti che perdono Fritz e che vedono sedersi in panchina quel Fickou talento tra i più puri del movimento transalpino.
La Scozia ha giocato un torneo finora soddisfacente con due ko (Inghilterra e Galles) e due vittorie (Italia e Irlanda). Un’affermazione a Parigi garantirebbe la riconferma al ct ad interim Scott Johnson. L’allenatore australiano guiderà la nazionale scozzese anche negli appuntamenti di giugno, poi a Edimburgo decideranno il da farsi.

 

Francia: 15 Yoann Huget, 14 Vincent Clerc, 13 Mathieu Bastareaud, 12 Wesley Fofana, 11 Maxime Médard, 10 Frederic Michalak, 9 Morgan Parra, 8 Louis Picamoles, 7 Thierry Dusautoir, 6 Antonie Claassen, 5 Yoann Maestri, 4 Sebastien Vahaamahina, 3 Nicolas Mas, 2 Benjamin Kayser, 1 Thomas Domingo.
Riserve: 16 Guilhem Guirado, 17 Vincent Debaty, 18 Luc Ducalcon, 19 Christophe Samson, 20 Yannick Nyanga, 21 Maxime Machenaud, 22 François Trinh-Duc, 23 Gael Fickou.

 

Scozia: 15 Stuart Hogg, 14 Sean Maitland, 13 Sean Lamont, 12 Matt Scott, 11 Tim Visser, 10 Duncan Weir, 9 Greig Laidlaw, 8 Johnnie Beattie, 7 Kelly Brown, 6 Alasdair Strokosch, 5 Jim Hamilton, 4 Grant Gilchrist, 3 Euan Murray, 2 Ross Ford, 1 Ryan Grant.
Riserve: 16 Dougie Hall, 17 Moray Low, 18 Geoff Cross, 19 Alastair Kellock, 20 Ryan Wilson, 21 Henry Pyrgos, 22 Ruaridh Jackson, 23 Max Evans.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Perché Rory Best non canta mai gli inni irlandesi

Il capitano della nazionale irlandese, senza mancare d'ironia, ha spiegato il motivo per cui rimane sempre in silenzio

14 Agosto 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Il Sei Nazioni è vicino ad un accordo da 500 milioni di sterline con CVC

la società d’investimento starebbe per acquisire una quota di minoranza (attorno al 15%)

13 Luglio 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

“La retrocessione al Sei Nazioni? Per ora è impraticabile”

Lo dice Bill Sweeney, il nuovo CEO della federazione inglese, al debriefing stagionale a Twickenham

14 Giugno 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Italia: Ghiraldini operato, comincia la corsa alla Rugby World Cup

Il tallonatore azzurro si è sottoposto all'operazione a Roma e proseguirà la riabilitazione a Tolosa

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: cosa ci dicono i numeri di fine torneo

Il Galles bada al sodo, puntando sulla propria grande difesa. Tra i singoli spicca Braam Steyn nelle statistiche individuali

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: Alun Wyn Jones vince il premio come miglior giocatore del torneo

Il capitano del Dragoni diventa il quinto gallese ad ottenere questo riconoscimento