Habana schiaccia la palla più forte di tutti: è sua la meta dell’anno

Il sudafricano batte i neozelandesi Hosea Gear, Julian Savea e il francese Julien Malzieu. La meta più bella del 2012 è sua

La meta più bella del 2012 è stata marcata da Bryan Habana. Lo ha deciso l’IRB che ha premiato l’ala sudafricana per la sua azione con la maglia springboks contro gli All Blacks  nel quarto turno del Rugby Championship giocato a Dunedin il 15 di settembre (vittoria ai neozelandesi 21 a 11). Habana, che quest’anno si è portato a casa anche il riconoscimento come miglior giocatore sudafricano dell’anno, ha battuto la concorrenza delle marcature di Hosea Gear, Julian Savea e Julien Malzieu.

 

http://www.youtube.com/watch?v=7UdfL2SV1_o

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: le immagini della cerimonia inaugurale

Una gallery con i migliori scatti di Sebastiano Pessina al Tokyo Stadium

20 Settembre 2019 News
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: le formazioni di Inghilterra-Tonga

Nasi Manu partirà in panchina per le Ikale Tahi. Inglesi praticamente al completo con Ford e Farrell in cabina di regia

20 Settembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: Scozia al completo per sfidare l’Irlanda

Gregor Townsend può schierare tutti i titolari per l'importante partita contro i Verdi, già decisiva nel girone A

20 Settembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: il XV dell’Irlanda per la sfida alla Scozia

Grande occasione per Jordan Larmour, che dovrà sostituire Rob Kearney. Assenti anche Earls e Henshaw

20 Settembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: Il Giappone è pronto a dare spettacolo

Parte oggi il primo storico Mondiale asiatico, con i padroni di casa di fronte alla Russia. Kick-off alle 12:45

20 Settembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: Italia, la formazione per l’esordio contro la Namibia

Conor O'Shea fa un po' di turnover e lascia in panchina Polledri e Minozzi. 17 su 23 saranno all'esordio in un Mondiale

20 Settembre 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale