Test-match e ranking IRB, un finto problema. Almeno per l’Italia

Vincere e salire nella classifica mondiale in vista dei sorteggi per la RWC del 3 dicembre. Ma per l’Italia cambierebbe pochissimo

Il 3 dicembre a Londra si svolgeranno i sorteggi per la RWC2015 che si terrà proprio in Inghilterra. Sorteggi che riguardano le squadre già sicure di partecipare: le quattro dell’Emisfero Sud che partecipano al Rugby Championship, quelle del Sei Nazioni e due isolane (oggi Tonga e Samoa). Tre fasce di pertinenza: la prima con le prime quattro del ranking, la seconda che comprende quelle piazzate tra la 5a e l’ottava posizione e la terza con quelle dalla numero nove alla dodicesima. L’Italia oggi è in undicesima posizione, vicinissima a Samoa (che ci sta davanti di 20 centesimi di punto) e davanti proprio a Tonga, un punto e mezzo dietro di noi. Poi Canada e Fiji a quattro e sei punti di distanza.
Battere Tonga è importante perché ci consentirebbe di allungare sugli isolani e – forse – di superare Samoa. Anche la Scozia, oggi nona, non è lontanissima e con una combinazione di risultati che dovrebbe comprendere degli ottimi test-match nostri e pessimi loro potremmo anche raggiungerla o superarla. Solo che noi dovremmo battere All Blacks e/o Australia, cosa che sarebbe bellissima, ma oggi quasi fantascienza. Impossibile poi raggiungere l’Argentina, oggi ottava e quindi ultima della “fascia 2”, che sta due punti e mezzo prima di noi.

 

Insomma, che questo mese di novembre per noi vada bene o male non dovrebbe cambiare moltissimo da un punto di vista concreto o comunque ai fini del sorteggio di cui sopra. Rimarremo comunque in terza fascia, anche se ovviamente sarebbe molto meglio essere nella Top 10 che non in undicesima o dodicesima posizione. Il morale conta moltissimo.
Allargando la visuale sarà molto avvincente la lotta tra Sudafrica, Inghilterra, Francia e Galles per rimanere o entrare nelle prime quattro: sono tutte raccolte in meno di due punti e stare in prima o seconda fascia può cambiare parecchio.
Ecco il ranking prima dei test-match:

 

1(1) NZLNEW ZEALAND 92.91
2(2) AUSAUSTRALIA 86.37
3(3) RSASOUTH AFRICA 84.69
4(4) ENGENGLAND 83.09
5(5) FRAFRANCE 83.03
6(6) WALWALES 82.26
7(7) IREIRELAND 79.85
8(8) ARGARGENTINA 78.63
9(9) SCOSCOTLAND 77.97
10(10) SAMSAMOA 76.23
11(11) ITAITALY 76.03
12(12) TGATONGA 74.79
13(13) CANCANADA 72.30
14(14) FJIFIJI 70.60
15(15) GEOGEORGIA 67.95
16(16) JPNJAPAN 67.93
17(17) USAUSA 66.61
18(18) ROMROMANIA 64.54
19(19) RUSRUSSIA 62.05
20(20) ESPSPAIN 61.63
onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

La Spagna non è mai stata così in alto nel ranking mondiale

I Leones sono reduci da un brillante tour in Sud America, dove hanno battuto nettamente anche l'Uruguay

item-thumbnail

Il Portogallo torna nel Rugby Europe Championship

Nel playoff contro la Germania, i lusitani hanno espugnato Francoforte conquistando la promozione nella massima serie

item-thumbnail

Warren Gatland sfiderà il Galles alla guida dei Barbarians

Al Principality Stadium di Cardiff, il 30 novembre, si terrà una doppia sfida Galles-Barbarians sulla fasariga di quanto accaduto a Twickenham, con l'...

item-thumbnail

L’Inghilterra ha vinto le due sfide contro i Barbarians

Vittoria netta per le donne. Selezione maschile trascinata da Alex Dombrandt e Marcus Smith (26 punti)

item-thumbnail

Inghilterra-Barbarians, doppia sfida a Twickenham

La selezione femminile affronterà per la prima volta quella inglese. A seguire, spazio agli uomini con tante stelle in campo

item-thumbnail

La rosa definitiva dei Barbarians per la sfida contro l’Inghilterra

Pat Lam ha convocato 23 giocatori da nove Paesi e undici club diversi. A Twickenham si gioca il 2 giugno