Libri: Sébastien Chabal, l’Orco ovale che ama le fabbriche

Baldini & Castoldi pubblica “La mia piccola stella”, autobiografia del celebre terza linea

 

“Prima giocavo a fare il rugbista. Non voglio dire che facevo finta, ma non mi sentivo del tutto un giocatore. Il rugby rimaneva un gioco. Una distrazione ideale per impeganre i fine settimana, niente di più di un simpatico hobby, qualcosa di parallelo alla vita vera. Non era in nessun caso un mestiere e non era assolutamente un impegno quotidiano. Dopo il mio passaggio a Bourgoin, niente è stato più come prima”.
A scrivere così è Sébastien Chabal in La mia piccola stella, volume uscito in Francia nel 2011 e ora anche nelle nostre librerie (ed. Baldini & Castoldi, 283 pagg, 17 euro e 50 centesimi). Un’autobiografia che racconta il giocatore e soprattutto l’uomo. Un atleta che qualche anno fa è diventato suo malgrado quasi il simbolo del rugby stesso, soprattutto presso chi non segue la palla ovale con grande attenzione.
Un volume che ci racconta le normalissime peripezie di un ragazzino che nella provincia francese scopre a 12 anni – complice una professoressa di matematica – che la scuola non fa per lui. Le medie finite a fatica, poi il brevetto professionale e soprattutto la fabbrica, luogo che Chabal descrive più volte come un vero paradiso, anzi, “il mio elemento”. E in effetti, a ben pensarci, quale migliore “caverna” del mondo moderno per l’Orco per antonomasia? Un antro fatto di rumori assordanti, vapori, grasso ovunque e un caldo infernale. Eppure a Chabal quel luogo piaceva e nel libro non fa che ripeterlo.
Poi il rugby prende sempre più spazio e la vita cambia radicalmente. Chabal però non si adegua più di tanto: le serate mondane continuano a non piacergli, gli amici rimangono quelli di sempre, piedi ben piantati per terra e parole tatuate nella coscienza: “A volte la notorietà è molto comoda, a condizione di sapere che non è eterna”.

 

Per chi fosse interessato il libro è disponibile alla Libreria dello Sport e trovate la scheda a questo link.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Eden Park: la fortezza inespugnabile che alimenta il mito degli All Blacks

La vittoria nel test con l'Inghilterra disputato nello stadio di Auckland irrobustisce un record che resiste da 30 anni

16 Luglio 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

World Rugby Ranking: cosa cambia dopo due round di Summer Series

Sudafrica e Irlanda mantengono le prime due piazze, bene Italia e Georgia, perde posizioni il Giappone

14 Luglio 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

Italia, come alimentarsi dall’altra parte del mondo? Il nutrizionista spiega cosa mangiano gli Azzurri

Ai microfoni di Sky con Moreno Molla, il dottor Alessio Montagnoli ha spiegato come gli Azzurri hanno dovuto adattarsi anche da questo punto di vista

8 Luglio 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

OnRugby Ranking: Tolosa sul tetto d’Europa, Leinster fuori dal podio. Benetton fra i primi 20

Tutte le posizioni definitive: dalla 1 alla 40, con anche Benetton e Zebre

8 Luglio 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

World Rugby Ranking: Italia superata dall’Australia. La classifica dopo il primo weekend di Summer Series

Tanti sorpassi dopo il primo weekend di Summer Series: gli Azzurri pagano la sconfitta con Samoa

7 Luglio 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

Quando i “vecchietti” non mollano: il XV tutto “Over 33” di Planet Rugby

La nota testata internazionale ha proposto una formazione di giocatori dai 33 ai 37 anni che potrebbe vincere ovunque

6 Luglio 2024 Terzo tempo