Galles, si vince in campo e cassiere felice: un bilancio mai visto

L’anno fiscale chiuso a fine giugno 2012 registra numeri mai visti. Presto pubblicati on-line

La Federazione gallese ha annunciato i principali numeri che andranno a comporre il bilancio 2012. La  Welsh Rugby Union il 31 dicembre avrà in cassa – al lordo delle tasse ancora da versare – 27,6 milioni di sterline. Il 6% in più dell’anno precedente. Non solo, perché il turn-over annunciato è il più alto di sempre, da 131 anni a questa parte: 63,2 milioni di sterline, il 16% in più rispetto al 2011 (con una crescita tendenziale negli ultimi 5 anni del 44%). Numeri davvero enormi se si tiene conto del difficile momento economico in cui il mondo intero si sta dibattendo.

Altri dati: il debito è stato ridotto nello stesso periodo da quasi 19 a 7,4 milioni de sterline e la prospettiva a lungo termine che si è data la WRU è quella di essere completamente libera dai debiti nel 2021. Venti milioni verranno reinvestiti completamente nel movimento con particolare attenzione al rugby di base.
A dare una mano sono stati inevitabilmente i grandi risultati sportivi dell’ultimo anno e mezzo, con le semifinali iridate e il Sei Nazioni vinto con Grande Slam, ma non solo. Cè anche la capacità di fare progetti a medio-lungo periodo, progetti che tra il 2007 e il 2011 fanno della federazione gallese la migliore da un punto di vista economico tra quelle comprese nella fascia più alta del ranking mondiale.
Presto sul sito della federazione gallese verrà pubblicato – come avviene ogni anno – il bilancio.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: Inghilterra ancora rullo compressore, l’Irlanda si rialza

Red Roses mai in difficoltà contro la Scozia malgrado un altro cartellino rosso, il Galles cade a Cork

14 Aprile 2024 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Antoine Dupont il numero uno al mondo? Non per Wayne Smith

Il coach di lungo corso del rugby neozelandese ha espresso la sua preferenza su un mostro sacro degli All Blacks

item-thumbnail

Autumn Nations Series: il Giappone di Eddie Jones aggiunge una nuova sfida al tour europeo

I Brave Blossoms affronteranno un 2024 ricco di impegni stimolanti

item-thumbnail

Due Azzurri nel XV ideale del Sei Nazioni 2024

Reso noto il Team of the Championship, dove l'Irlanda la fa da padrona e l'Italia ha più giocatori dell'Inghilterra

item-thumbnail

Scozia: fiducia in Gregor Townsend, nonostante tutto

Il capo allenatore rimane al suo posto, ma la federazione ha fatto intendere di non essere troppo soddisfatta dell'ultimo Sei Nazioni