Louis Lynagh sceglie l’Inghilterra, fine delle speranze per Italia e Australia?

Il forte trequarti degli Harlequins ha espresso chiaramente la sua preferenza per il futuro, e aspetta una chiamata da Eddie Jones

Louis Lynagh sceglie l'Inghilterra, fine delle speranze per Italia e Australia? (Ph. Harlequins Rugby)

Louis Lynagh sceglie l’Inghilterra, fine delle speranze per Italia e Australia? (Ph. Harlequins Rugby)

Pochi sono i dubbi sul fatto che ci sia tantissimo talento in Louis Lynagh, giovane trequarti nato in Italia e figlio della leggenda australiana Michael. Quello che manca sinora nel suo curriculum ovale è una presenza internazionale, visto che dopo essere stato convocato a più riprese con l’Inghilterra nello scorso Sei Nazioni non è ancora sceso in campo con la squadra di Eddie Jones, dunque per lui rimarrebbero aperte le opportunità che gli consentirebbero di vestire la maglia dell’Italia (per nascita) e dell’Australia (vista la nazionalità del papà).

Leggi anche: L’Italia ha ricontattato Louis Lynagh

Si è parlato tanto di queste possibilità, ma parlando con Rugbypass lo stesso Louis Lynagh ha fatto da pompiere spegnendo molte speranze non-inglesi. In particolare con riferimento al fatto che, per l’ultima gara del Sei Nazioni contro la Francia a Parigi, il giovane trequarti sia stato portato come giocatore aggregato alla squadra, pronto a subentrare all’ultimo in caso di qualche problema fisico. Così non è successo, ma: “Per me è stata una grande esperienza poter viaggiare con la Nazionale inglese e vivere l’atmosfera di Parigi. Mi ricorderò per sempre del contesto di quella partita, la mia prima come additional squad player”.

Parlando del suo futuro poi: “Per me la cosa più importante rimane quella di portare tutto quello che ho imparato con gli Harlequins e i camp di allenamento con l’Inghilterra in Nazionale. Mi piacerebbe giocare con questa squadra, se Eddie Jones mi chiamasse domani chiedendomi di scendere in campo per loro non ci penserei un secondo a dire di sì”.

Leggi anche: Odogwu avrebbe voluto giocare con l’Inghilterra ma ancora non ha debuttato per Eddie Jones

Harlequins che sono stati una sorta di “ascensore” per Lynagh impegnato a fare andi-rivieni dai vari raduni inglesi senza scendere in campo nel Sei Nazioni: “Sono state otto settimane intense per me, due livelli di sfida. C’era tanta pressione e penso di aver imparato parecchie cose anche nei camp con l’Inghilterra, so di dover crescere per raggiungere un livello mondiale”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Test match: la Georgia ha perso contro l’Argentina XV

Finisce 24-30 il confronto a Kutaisi. Dopo un primo tempo scialbo, i sudamericani rimontano nella ripresa

item-thumbnail

Gli infortuni stanno condizionando i test match

Tanti i protagonisti usciti di scena nelle serie di maggior interesse, gli staff tecnici di fronte a dilemmi

item-thumbnail

Test match: l’Argentina si prende lo scalpo della Scozia

Pumas sempre avanti a Jujuy, ospiti che hanno solo una fiammata ad inizio ripresa. Finisce 26-18

item-thumbnail

Follia a Pretoria: il Galles sfiora l’impresa in 13, ma il Sudafrica vince 32-29 allo scadere

Un'ingenuità di un nervoso Biggar regala la vittoria agli Sprigboks, ma che partita dei gallesi

item-thumbnail

L’Australia in 14 fa il colpaccio: Inghilterra battuta 30-28

Tra cartellini, colpi proibiti e grandi giocate, i Wallabies tornano al successo contro gli inglesi con un grandissimo secondo tempo

item-thumbnail

La Francia vince il primo test contro un coriaceo Giappone

Cinque mete a due per i Bleus contro un Giappone rimasto pienamente in partita per la prima ora di gioco