Lions: un cambio forzato tra i convocati di Gatland

In prima linea

Kyle Sinckler Lions

Kyle Sinckler convocato con i Lions, al posto dell’infortunato Andrew Porter ph. Sebastiano Pessina

L’assenza di Kyle Sinckler dalla lista dei 37 British and Irish Lions selezionati da Warren Gatland – lo scorso 6 maggio – per il tour in Sudafrica (qui, invece, gli Springboks convocati) era stata una di quelle che più aveva fatto discutere, con il pilone destro della nazionale inglese classe ’93 che nei giorni successivi, intervistato a margine della gara dei suoi Bears, piuttosto emozionato, aveva sottolineato come – nonostante fosse dura da digerire – avrebbe preso l’esclusione come uno stimolo, per lavorare ancora meglio.

L’infortunio ad un dito del piede, venerdì sera nella sfida di Rainbow Cup contro Glasgow, del collega di reparto Andrew Porter, 25enne pilone destro rampante del Leinster, originariamente nel listone di Gatland, tuttavia, ha cambiato le carte in tavola (stagione finita per l’irlandese), con l’ex head coach del Galles che, così, ha richiamato tra le fila dei ‘tourists’ proprio Kyle Sinckler.

Leggi anche: Sudafrica: i 46 convocati degli Springboks per sfidare i Lions

Per lui, si tratterà del secondo tour, dopo quello in Nuova Zelanda (3 caps all’epoca), nel 2017. “Siamo molto dispiaciuti per quanto successo a Andrew (Porter, ndr), un giovane atleta ed un giovane uomo di valore, che avrà sicuramente un’altra chance tra 4 anni”.

“Come sempre, nel rugby, quando c’è un infortunio per qualcuno significa che c’è un’opportunità per altri. Sono stato molto contento di vedere il modo in cui Kyle ha reagito all’esclusione iniziale. Ha mostrato ottime performance e una forma di livello assoluto. Spero che continui a voler dimostrare come mi sia sbagliato, in un primo momento avendolo lasciato a casa”, ha commentato Warren Gatland. 

Il tweet dei Bristol Bears

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Summer Series: la preview di All Blacks-Inghilterra ad Eden Park

Nella prima sfida sono mancati i piazzati a entrambe le formazioni. La Nuova Zelanda è parsa superiore in mischia ma ha sofferto in touche: tutte le c...

item-thumbnail

Summer Series: la formazione della Francia per la sfida con i Pumas

Fabien Galthiè conferma gran parte del XV di una settimana fa e inserisce quattro possibili esordienti in panchina

item-thumbnail

Summer Series: la formazione dell’Argentina per il secondo test con la Francia

Cinque cambi per Felipe Contepomi, mentre Pablo Matera si appresta a tagliare un traguardo importante

item-thumbnail

L’Irlanda prova a mischiare le carte: la formazione per il secondo test con il Sudafrica

Peter O'Mahony si siede in panchina, mentre sono obbligati i cambi di Dan Sheehan e Craig Casey

item-thumbnail

Summer Nations Series: l’identikit di Tonga, prossima avversaria dell’Italia

Le Ikale Tahi all'assalto degli Azzurri con un mix di esperienza e volti nuovi

item-thumbnail

Summer Series: la formazione del Galles per il secondo round con l’Australia

Warren Gatland costretto ad alcuni cambi dopo la prima sconfitta di Sydney