Autumn Nations Cup, Franco Smith: “No agli esperimenti, continuiamo a crescere”

Franco Smith e Luca Bigi sono intervenuti in conferenza stampa prima del match contro la Francia a Parigi

Autumn Nations Cup: gli azzurri giocheranno sabato a Parigi contro la Francia

Autumn Nations Cup: gli azzurri giocheranno sabato a Parigi contro la Francia

L’head coach e il capitano della Nazionale Italiana sono intervenuti in conferenza stampa per presentare il match con la Francia, valido per la terza giornata della Autumn Nations Cup. Dopo l’annullamento della sfida contro le Fiji, gli azzurri hanno avuto due settimane per affinare meccanismi e preparazione, e si presenteranno con un XV che ha confermato 12 elementi già visti in campo da subito contro la Scozia. Due le novità in mischia, entrambe in terza linea, e una nei trequarti, per una formazione che sfiderà una Francia rivoluzionata, con tanti elementi all’esordio.

Leggi anche: Dirette tv e streaming, tutti gli orari e i modi per seguire la Autumn Nations Cup questo weekend

Proprio su questo ha aperto la conferenza stampa Franco Smith, che non crede come il fatto di non avere di fronte la Francia dei “titolari” sia un così grande vantaggio. “Affrontiamo quella che per me è comunque una Nazionale vera, con giocatori che militano in una competizione di altissimo livello come il Top14. Hanno un gruppo molto allargato, con tanti talenti tra i quali possono scegliere, e sono convinto che chi scenderà in campo darà il massimo per tornare a rappresentare il suo paese. Pensiamo solo a quello che dovremo fare noi, anche perché una Francia così non si era mai vista prima quindi non c’erano grandi elementi da valutare in fase di preparazione alla partita”.

Leggi anche: La formazione dell’Italia scelta per affrontare la Francia a Parigi

Si è poi parlato delle sue scelte legate alla formazione che partirà dall’inizio: “Il XV indicato per questa partita non è frutto del turnover di nessun giocatore. Vogliamo allargare il gruppo il più possibile, chi gioca è perché si è meritato la sua opportunità e si è guadagnato la nostra fiducia. Non voglio parlare di esperimenti, anzi. Continuiamo nella nostra operazione per creare un gruppo di 50 persone che sia abituato all’alto livello”.

Sulla situazione della panchina, con 5 avanti e 3 trequarti (come visto contro la Scozia), Franco Smith ha poi detto: “Mi è piaciuto che tutti i giocatori che sono entrati nel corso del match con la Scozia hanno portato qualcosa. Abbiamo quindi deciso di portare Varney, Allan e Mori in panchina come trequarti per continuare a sviluppare il nostro gioco, che comunque è stato propositivo. Per quello che riguarda gli avanti va sottolineato come diversi giocatori possano occupare più di un ruolo, dunque questo rende più facile indirizzare la mia scelta verso 5 e non 6 avanti”.

Leggi anche: L’inedito XV francese che aspetta l’Italia sabato sera

Infine Smith è intervenuto riguardo i due potenziali debuttanti azzurri, cioè Stoian e Lamaro che partiranno dalla panchina: “Cristian Stoian ha svolto un ottimo lavoro. E’ con noi dai raduni estivi e abbiamo potuto constatare la sua crescita. E’ un ragazzo che ha dato il 100% in palestra e in campo. Anche Michele Lamaro è all’interno di questo percorso dall’inizio. C’è stato un infortunio che ha rallentato il suo inserimento, ma con Treviso ha mostrato al suo rientro cosa può fare. Entrambi sono giocatori che meritano di essere qui e di avere la possibilità di confrontarsi contro avversari del livello della Francia”

C’è stato anche spazio per il capitano azzurro Luca Bigi, che ha sottolineato: “La sintonia che c’è ormai nella prima linea azzurra. Questa sarà la quarta partita con Fischetti e Zilocchi al mio fianco, Passando tanto tempo insieme ci sono tanti particolari che vengono costruiti durante la settimana, oltre al lato fisico, che vanno ad alimentare il feeling in campo. Sappiamo che come squadra ci sono aspetti da migliorare e tutti vogliamo ricambiare la fiducia dello staff”.

Martedì 1 dicembre (a partire dalla 20.45) partecipa al “Rugby Quiz” in diretta: clicca qui per tutte le info

É ormai passato un anno dalla nomina del tallonatore reggiano a capitano della Nazionale azzurra, quali sono le sensazioni: “Essere capitano della propria Nazionale è un onore e una responsabilità. Siamo un gruppo giovane che sta comunque avendo una crescita che è possibile toccare con mano, e questo ci porta molta confidenza”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Italia under 20, Brunello: “Prestazione positiva, ma perdere così brucia”

Il selezionatore della nazionale giovanile soddisfatto nonostante la sconfitta di Bastia: "Ottimi sull'approccio alla partita e nello scontro fisico"

item-thumbnail

Elezioni presidenziali FIR 2021: intervista al candidato Giovanni Poggiali

Il 49enne romagnolo attuale il presidente del Comitato dell'Emilia Romagna ci racconta il suo programma e la visione per il rugby italiano del prossim...

17 Gennaio 2021 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

L’Italia under 20 beffata allo scadere: un drop premia la Francia 25-24

A Bastia Azzurrini migliori in campo per 70 minuti, poi subiscono 17 punti nel finale ed escono sconfitti

item-thumbnail

Under 20: la diretta streaming di Francia-Italia

Si gioca a Bastia, kick-off alle 15

item-thumbnail

Elezioni presidenziali FIR 2021: intervista al candidato Marzio Innocenti

Il 62enne toscano, attuale presidente del comitato veneto, ci racconta il suo programma e la visione per il rugby italiano del prossimo quadriennio

16 Gennaio 2021 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Italia Under 20: ecco la formazione che sfida la Francia Developpement

Azzurrini pronti al confronto con la selezione transalpina