Champions Cup: nessuna certezza per i quarti di finale

Manca solo l’ultimo turno e c’è solo una squadra già qualificata. E non è neanche certa del primo posto

champions cup rugby

ph. Reuters

Perché la Champions Cup è così bella e avvincente? Perché a 80 minuti dal termine della fase a gironi ancora nessun verdetto è stato espresso. Sono ancora in tanti ad ambire ad un posto fra le prime otto squadre d’Europa: solo i Saracens sono riusciti ad aggiudicarselo con un turno d’anticipo, anche se ancora non sanno se riusciranno a chiudere in testa il proprio girone.

Ecco il quadro dei gironi e tutte le possibilità alla vigilia di un weekend davvero epico, che aggiunge al thrilling della coppa regina anche le extra motivazioni dei giocatori a due settimane dall’inizio del Sei Nazioni.

Pool 1 

Il primo girone è quello che chiude i battenti sulla fase a gironi: Tolosa e Wasps ospiteranno rispettivamente Bath e Leinster domenica pomeriggio, nelle ultime due partite previste per il fine settimana. Con le inglesi già fuori dai giochi, le prime due della classifica hanno bisogno di una vittoria per centrare i reciproci obiettivi: la qualificazione ai quarti in prima istanza e il quarto in casa per gli irlandesi.

Con una vittoria, anche senza bonus, il Leinster raggiungerà l’obiettivo. In caso di una clamorosa sconfitta (e di vittoria di Tolosa), gli irlandesi avrebbero comunque ottime probabilità di qualificarsi come una delle tre migliori seconde.

Tolosa ha invece bisogno di una vittoria e di una combinazione, invero piuttosto probabile, degli altri risultati per sperare di essere fra le migliori seconde, se Leinster vincerà. Già se stasera non si dovesse verificare una vittoria di Montpellier con bonus difensivo per Edinburgh, la semplice vittoria con 4 punti basterà a Tolosa per il passaggio del turno.

Pool 2

Munster contro Exeter: il big match del secondo girone si gioca sabato sera alle 18:30 al Thomond Park di Limerick. Missione impossibile se ce n’è una per gli inglesi, ma altrettanto vero che se ci sono 15 (o 23) folli in grado di compiere l’impresa, sono i Chiefs di Slade, Nowell e compagnia cantante, che oltre alla vittoria dovranno ottenere anche il bonus per superare gli irlandesi in classifica (oppure vincere senza bonus ma con più di 42 punti di scarto, francamente impossibile). Qualificarsi con due sconfitte e un pareggio sarebbe davvero incredibile.

Per l’onore, la gloria e tutto il resto si gioca anche al Pierre Fabre di Castres, dove i padroni di casa ospitano il Gloucester. Le due squadre sono già eliminate.

Pool 3

Altro girone, altro big match: Saracens e Glasgow Warriors si affrontano in casa dei londinesi alle 14:00 di sabato. Per gli scozzesi la vittoria permetterebbe di qualificarsi sicuramente ai quarti di finale, anche se probabilmente come migliore seconda. Infatti ci sono quattro lunghezze di distacco in classifica fra le due squadre, quindi il sorpasso sarebbe possibile solo con un 5-0 in trasferta, o con una vittoria con più di 38 punti di scarto.

Saracens unica squadra del torneo già passata ai quarti: per loro qualsiasi risultato che non siano i due sopra descritti significherebbe passaggio del turno e anche quarto di finale casalingo. Glasgow può ancora qualificarsi in caso di sconfitta se una fra Tolosa, Ulster e Montpellier non vince.

Anche qui ultimo turno di poco rilievo fra Lione e Cardiff Blues, anche se entrambe le compagini hanno buoni motivi per disputare un’ottima partita.

Pool 4

Girone molto aperto anche il quarto, dove Racing 92 e Ulster si contendono la posta in palio, anche se su due campi differenti. I parigini se la vedranno in casa con gli Scarlets, mentre gli irlandesi vanno a Welford Road, la tana delle tigri di Leicester.

Il Racing fa corsa di testa, e una vittoria garantirebbe loro un quarto di finale in casa. In caso di sconfitta e concomitante vittoria dei nord-irlandesi solo una congiunzione astrale priverebbe i francesi del passaggio del turno: dovrebbero infatti vincere Tolosa, Glasgow e Montpellier, concedendo questi ultimi due punti di bonus alla sconfitta Edinburgh.

Ulster allo stesso modo si garantirebbe il passaggio del turno da migliore seconda vincendo contro i Tigers, mentre è difficile ma non impossibile che una sconfitta, a maggior ragione se con bonus, consenta loro di passare il turno

Pool 5

Showdown anche nell’ultimo girone, che gioca venerdì sera: Edinburgh ospita la corazzata Montpellier per decidere vita e morte di entrambe le compagini. Corsa di testa per gli scozzesi, che con una vittoria centrerebbero anche il quarto di finale in casa.

Per Montpellier c’è solo la vittoria per sperare nel passaggio del turno, scavalcando in classifica gli avversari. Una vittoria senza bonus offensivo, ma entro i 7 punti di scarto (quindi un 4-1), condannerebbe i francesi alla seconda piazza, dove però potrebbero a quel punto sperare in una combinazione di risultati per passare come migliore seconda.

Più speranze, in caso di sconfitta, per Edinburgh: se perdessero anche Tolosa e i Warriors, questi ultimi senza punto di bonus, sarebbe comunque passaggio del turno per gli uomini di Cockerill.

Classifica Challenge cup

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Champions Cup: ufficializzato il calendario del Benetton Rugby

Il club veneto esordirà nella massima competizione continentale per club facendo visita al Leinster

23 Agosto 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

I gironi della Champions Cup 2019/2020

Il Benetton si prende il Leinster, Lione e i Northampton Saints nel girone 1. Girone di ferro per i Saracens

19 Giugno 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Leinster: quei tre momenti sui quali recriminare

La finale di Champions Cup è andata meritatamente ai Saracens, ma gli irlandesi hanno sprecato qualche occasione di troppo

13 Maggio 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Gregariato saraceno: come la Champions Cup è tornata a Londra

Da Barritt a Koch, da Lozowski a Wray. Una vittoria costruita sul lavoro operaio dei volti meno noti

13 Maggio 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

La festa dei Saracens, i rimpianti del Leinster

Mark McCall elogia i suoi per la reazione nel corso del match. Leo Cullen: "Bisognava sfruttare le occasioni create"

12 Maggio 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Alex Goode è il giocatore dell’anno per la Champions Cup 2018/2019

È il terzo giocatore dei Saracens a vincere il premio dopo Itoje e Farrell nel 2016 e nel 2017

12 Maggio 2019 Coppe Europee / Champions Cup