La Scozia pesca dal rugby league per un coach dell’alta performance

Shaun Wane, allenatore tre volte vincitore della Super League con Wigan, è stato ingaggiato dalla Federazione scozzese

shaun wane scozia

ph. Reuters

La Federazione scozzese ha annunciato l’ingaggio come coach dell’alta performance il 53enne Shaun Wane, capo allenatore dei Wigan Warriors di rugby league. Wane comincerà a lavorare con la Scottish Rugby Union al termine della Super League, il campionato professionistico britannico del codice a 13.

Come si legge dal comunicato, Wane lavorerà come consulente con gli allenatori di tutti i livelli del rugby scozzese. Wane, che da allenatore ha vinto tre edizioni della Super League, avrà come priorità la tecnica difensiva, la comprensione del gioco e l’handling per il reparto degli avanti, soprattutto per i giocatori della Scottish Rugby Academy.

“È un’opportunità fantastica per me, non solo per insegnare quello che ho imparato nella mia carriera da giocatore e allenatore, ma anche per trarre insegnamenti a mia volta dal rugby union e per sostenere l’eccellente lavoro che è già stato svolto in Scozia – ha detto Wane – ll movimento sta crescendo rapidamente ed è molto qualificato. Voglio contribuirvi e voglio aiutarlo a svilupparsi ulteriormente”.

“Possiamo imparare molto da Shaun sia negli aspetti tecnici del gioco sia per quanto riguarda il coaching – ha dichiarato Gregor Townsend, allenatore della nazionale – Le skills che ora sono richieste su un campo di rugby union, considerato anche lo stile di gioco che vogliamo sviluppare, ci obbliga ad avere giocatori capaci di passare in maniera accurata ed impiegare linee di corsa efficaci che possano fissare i difensori o trovare spazi. Quello che Shaun può portare dal rugby league è immediatamente trasferibile alla nostra realtà, sarà un importante valore aggiunto”.

L’ingaggio di un allenatore come Wane, di grande successo nel league, dimostra una volta di più come i due codici a 13 e 15 presentino sempre più somiglianze, e che il rugby union sia sempre più in cerca di tecniche da league per migliorare soprattutto la fase offensiva delle proprie squadre.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Il Sei Nazioni è vicino ad un accordo da 500 milioni di sterline con CVC

la società d’investimento starebbe per acquisire una quota di minoranza (attorno al 15%)

13 luglio 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

“La retrocessione al Sei Nazioni? Per ora è impraticabile”

Lo dice Bill Sweeney, il nuovo CEO della federazione inglese, al debriefing stagionale a Twickenham

14 giugno 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Italia: Ghiraldini operato, comincia la corsa alla Rugby World Cup

Il tallonatore azzurro si è sottoposto all'operazione a Roma e proseguirà la riabilitazione a Tolosa

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: cosa ci dicono i numeri di fine torneo

Il Galles bada al sodo, puntando sulla propria grande difesa. Tra i singoli spicca Braam Steyn nelle statistiche individuali

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: Alun Wyn Jones vince il premio come miglior giocatore del torneo

Il capitano del Dragoni diventa il quinto gallese ad ottenere questo riconoscimento

item-thumbnail

Le avventure di Russellberry Finn

Sabato abbiamo visto di cosa può essere capace la Scozia quando il suo 10 è in stato di grazia