Benjamin Fall non è stato squalificato dopo l’espulsione in All Blacks-Francia

La commissione disciplinare non ha ritenuto volontario o incauto il suo intervento. L’estremo sarà a disposizione per la terza sfida

fall barrett all blacks francia test match

ph. Reuters

La commissione disciplinare di World Rugby ha deciso di non squalificare il trequarti della Francia Benjamin Fall, espulso durante il secondo Test Match contro gli All Blacks per essere arrivato in ritardo su un contrasto aereo con Beauden Barrett, ricaduto di testa sul terreno e poi costretto ad uscire per una concussion.

In campo, l’arbitro australiano Angus Gardner aveva estratto il rosso dopo un consulto con il TMO suscitando notevoli polemiche a riguardo vista la dinamica dell’azione, avvenuta all’undicesimo minuto di gioco. La commissione, tuttavia, ha tenuto in considerazione alcuni fattori decisivi nella valutazione dell’intervento di Fall, come il fatto che il giocatore francese abbia sempre avuto gli occhi sulla palla durante tutta la fase di preparazione al salto, fin dal momento in cui il pallone è stato calciato da Belleau.

A sostegno della propria tesi, inoltre, la commissione ha individuato nella spinta di Anton Lienert-Brown a Fall un chiaro disturbo nel tentativo di contestare l’ovale da parte dell’estremo transalpino. Secondo il panel, a causa dell’intervento del centro neozelandese Fall avrebbe perso il timing e il passo giusto per poter evitare l’impatto con Barrett o per saltare e provare a recuperare il pallone.

L’intervento di Fall, dunque, non è stato considerato volontario o incauto, poiché secondo la commissione non avrebbe potuto prevenire in nessun modo la collisione con Barrett viste le circostanze e la velocità dell’azione. Il 29enne potrà quindi essere schierato nel terzo ed ultimo Test Match della Francia contro gli All Blacks, che hanno già vinto la serie per 2-0.

Per il momento, tuttavia, le sfide tra Bleus e neozelandesi hanno avuto risalto mediatico soprattutto per le decisioni arbitrali. Anche la settimana dopo la prima partita, infatti, è stata animata dalle polemiche per il cartellino giallo a Gabrillagues (ritenuto eccessivo) e per la mancata sanzione a Tu’ungafasi e Cane per il placcaggio pericoloso a Grosso, finito in ospedale per una doppia frattura al viso.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Eddie Jones vuole Joe Marler fino al 2023

L'allenatore dell'Inghilterra vuole far desistere il pilone da qualsiasi idea di ritiro prima del prossimo Mondiale

item-thumbnail

Finn Russel – Gregor Townsend: prove di pace in corso

Il mediano d'apertura e il coach scozzese si sono riavvicinati, basterà per tornare a vestire la maglia della Nazionale?

item-thumbnail

Inghilterra: Eddie Jones prolunga il suo contratto fino al 2023

Con un record di vittorie eccezionale, Jones si è guadagnato la conferma fino alla prossima Coppa del Mondo

item-thumbnail

World Rugby: i tour estivi restano in bilico

Lo ha chiarito Bernard Laporte, presidente della federazione francese

item-thumbnail

Scozia: Finn Russell e Gregor Townsend, prove di disgelo

L'apertura potrebbe tornare in nazionale. I rapporti col tecnico stanno migliorando

item-thumbnail

Il rugby può rinunciare ai test match di novembre?

Raelene Castle, CEO della federazione aussie, dice che si potrebbe pensare di chiudere il Super Rugby e giocare il Championship, evitando di venire in...