Sei Nazioni 2018: ad Edimburgo arriva la Francia

Annunciato questa mattina il XV francese che scenderà in campo domenica contro la Scozia

ph. Reuters

Lo scorso fine settimana nella coraggiosa partita di trincea giocata dalla Francia contro l’Irlanda e risolta dal drop di Jonathan Sexton a tempo scaduto, la Francia ha perso alcuni dei suoi giocatori più interessanti: si tratta di Kevin Gourdon, Matthieu Jalibert e Antoine Dupont.

Si tratta di tre giocatori di importanza capitale, facenti parte della spina dorsale della squadra, e che Jacques Brunel ha scelto di rimpiazzare in settimana convocando Louis Picamoles, Lionel Beauxis e il ventenne mediano di mischia del Lione Baptiste Couilloud.

Il 32enne Beauxis viene subito scelto da Jacques Brunel come titolare per questa difficile, seconda sfida del Sei Nazioni che la Francia giocherà a Murrayfield. Beauxis scavalca il giovane Anthony Belleau, che rimane in panchina, e vestirà la maglia numero 10 al fianco del confermato Maxime Machenaud. Sono passati quasi 6 anni dall’ultima presenza internazionale di Beauxis, risalente al 2012.

Louis Picamoles ha invece perso il ballottaggio con l’altro numero 8 nella rosa dei transalpini: partirà infatti dal primo minuto Marco Tauleigne, 24 anni. Brunel lo conosce bene, avendolo allenato fino a poche settimane fa con il Bordeaux, squadra in cui Tauleigne milita.

Il terzo ed ultimo cambio fra i titolari è la promozione di Geoffrey Doumayrou, che farà compagnia a Remi Lamerat fra i centri. Confermata per il resto la formazione che ha rischiato di fare il colpaccio in casa nella prima giornata. In panchina si registra l’assenza di Priso, che lascia il posto a Ben Arous, e quella di Camille Chat, fermato dall’influenza e rimpiazzato da Adrien Pélissié.

 

Francia: 15 Geoffrey Palis, 14 Teddy Thomas, 13 Remi Lamerat, 12 Geoffrey Doumayrou, 11 Virimi Vakatawa, 10 Lionel Beauxis, 9 Maxime Machenaud, 8 Marco Tauleigne, 7 Yacouba Camara, 6 Wenceslas Lauret, 5 Sebastien Vahaamahina, 4 Arthur Iturria, 3 Rabah Slimani, 2 Guilhem Guirado (c), 1 Jefferson Poirot
A disposizione: 16 Adrien Pélissié, 17 Eddy Ben Arous, 18 Cedate Gomes Sa, 19 Paul Gabrillagues, 20 Louis Picamoles, 21 Baptiste Serin, 22 Anthony Belleau, 23 Benjamin Fall

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Il Sei Nazioni 2018: a Roma un successo organizzativo da record

Ecco i numeri delle due partite casalinghe dell'Olimpico

item-thumbnail

Quanti giocatori sono scesi in campo subito dopo il Sei Nazioni?

Quasi tutti gli eroi del Grande Slam sono rimasti a riposo, a differenza degli inglesi. Solo Parisse e Ghiraldini gli azzurri in campo

item-thumbnail

Sei Nazioni 2018: Galles al secondo posto, fra certezze e dubbi

I Dragoni hanno vinto tutte le partite casalinghe del Torneo, mostrando un gioco a tratti spettacolare, ma il cantiere è ancora aperto

item-thumbnail

Sei Nazioni 2018: è Jacob Stockdale il miglior giocatore del torneo

L'irlandese batte i suoi compagni di squadra. Matteo Minozzi chiude in quinta posizione

item-thumbnail

Sei Nazioni 2018: Scozia, il futuro non è più un’ipotesi

I Dark Blues chiudono al terzo posto un Torneo che può essere il trampolino di lancio per la RWC

item-thumbnail

Sei Nazioni 2018: la Francia ha fatto pace con se stessa

Un Sei Nazioni in ripresa per la nuova nazionale di Jacques Brunel, dopo le turbolenze a cavallo del nuovo anno