Sei Nazioni 2017: pronostici e giocate a pochi giorni dal via

Il torneo più antico visto con gli occhi dei bookmakers

sei nazioni rugby

ph. Reuters

Manca pochissimo al via del Sei Nazioni 2017: la nuova edizione del torneo più antico di Ovalia prenderà il via il 4 febbraio da Murrayfield con la sfida tra Scozia e Irlanda. Anche quest’anno ci siamo divertiti a misurare le aspettative della manifestazione con il termometro delle quote proposte dai bookmakers (noi ci siamo appoggiati a quelle Snai): un modo diverso per capire in che modo le squadre si presentano ai blocchi di partenza.

 

 

Vincitore Finale
Nessuna sorpresa: l’Inghilterra di Eddie Jones, campione in carica e in striscia aperta di 14 vittorie consecutive, parte con i favori del pronostico per il successo finale. Dovesse essere il confermato capitan Hartley ad alzare il trofeo, la scelta pagherebbe 1,75. Al secondo posto l’Irlanda a quota 3,50: i verdi hanno battuto gli All Blacks a Chicago e soprattutto hanno il vantaggio di ricevere in casa l’Inghilterra all’ultima giornata, ma per i bookmakers ciò non è abbastanza per battere la solidità e la profondità della rosa inglese. Galles, Francia e Scozia pagano rispettivamente 8, 13 e 22: interessante il 13 dei Bleus, in crescita grazie alla cura di coach Noves, ma il dover affrontare Inghilterra e Irlanda rispettivamente a Twickenham e Dublino complica e non poco le velleità di successo di Guirado e compagni. Chiude l’Italia quotata 1.000 (col punto, non con la virgola).
Parentesi storica: lo scorso anno al via l’Inghilterra era data a 2,60 e l’Irlanda a 4, segno dell’ottimo 2016 delle due squadre date ora ancora più favorite.

 

 

Grande Slam
Chi vincerà il torneo chiudendo con cinque vittorie in altrettante partite? Nessuno, o almeno questa è l’opzione più probabile (1,75), a testimoniare l’equilibrio con cui inizia la competizione. A scendere l’ordine delle quote rispetta quelle del vincitore finale: Inghilterra (3,25), Irlanda (6), Galles (10) e Francia (35).

 

 

Cucchiaio di legno
Anche quest’anno è l’Italia a partire con i favori del pronostico per l’ultimo posto finale. Il cucchiaio di legno paga appena 1,10 contro l’1,15 dell’anno scorso. Ma tra punti di bonus e cambio di guida tecnica…Beh mai dire mai. Un euro sulla Scozia ne paga 10, uno sulla Francia 17 e uno sul Galles ben 33: vedremo dopo le prime due giornate se e come varieranno le quotazioni…

 

 

Triple Crown
Quale Home Union batterà tutte le altre? E’ il torneo nel torneo tra Inghilterra, Scozia, Irlanda e Galles, e la quota “nessuno” paga poco meno dell’Inghilterra (2,50 a 2,75): occhio però che il quindici della rosa giocherà fuori casa contro Galles e Irlanda. Interessante la quota del Galles (8): i Dragoni scenderanno in campo a Murrayfield contro la Scozia e riceveranno al Millennium Stadium Inghilterra e Irlanda.

 

 

Prima Giornata 1×2 finale
Le quote più succulente sono senza dubbio la Scozia vincente sull’Irlanda (un 2,90 non impossibile) ma soprattutto Italia vincente sul Galles (4,50 non impossibile). Credere sul colpaccio della Francia a Twickenham paga 5 Euro per ognuno investito. Se offrite una birra media al vostro amico e vi restano due Euro in tasca, il pareggio tra Azzurri e Dragoni è dato a 28: non dite che non ve l’avevamo detto…

 

 

Prima Giornata 1X2 handicap
Tutte le giocate di vittoria pagano il classico 1,90 con handicap fissati rispettivamente a 5 per l’Irlanda, 12 per l’Inghilterra e 11 per il Galles. Insomma, dovessimo vincere con il Galles o perdere con meno di 11 punti di scarto, per ogni Euro investito se ne prendono 1,90. Interessante che per i bookmakers il divario tra Italia e Galles è in proporzione molto simile a quello tra Francia e Inghilterra.

 

 

Prima Giornata gap finale
Quote come sempre molto interessanti per il punteggio finale delle tre sfide della prima giornata e che probabilmente risentono anche del nuovo sistema di punteggio che verosimilmente influenzerà le squadre per quanto riguarda ricerca del bonus offensivo. Insomma, la ricerca della quarta meta potrebbe favorire gli attacchi.

Scozia-Irlanda: una vittoria degli ospiti con uno scarto tra 11 e 15 punti paga più di una vittoria scozzese contenuta tra 1 e 5 punti (rispettivamente 6,50 e 6). Una quota sfiziosa è la vittoria dei padroni di casa nei limiti 6-10 punti di scarto, che paga 7,50.

Inghilterra-Francia: il punteggio più probabile è la vittoria inglese tra gli 11 e i 15 punti di scarto (5,50), mentre paga ben 7 un successo più risicato (1-5 di scarto). A parti invertite il successo di misura dei Bleus paga invece 10 (scarto 1-5).

Italia-Galles: il risultato che paga meno è la vittoria dei Dragoni contenuta tra i 6 e i 10 punti di scarto, che paga esattamente come quello tra gli 11 e i 15 (5,50). Segno che ci si aspetta una vittoria gallese tra i 6 e i 15 di scarto. Una vittoria ospite risicata (1-5) è data a 7, quella dell’Italia invece a 9. Una bella vittoria azzurra con gap tra i 6 e 10 punti vale 13.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Perché Rory Best non canta mai gli inni irlandesi

Il capitano della nazionale irlandese, senza mancare d'ironia, ha spiegato il motivo per cui rimane sempre in silenzio

14 Agosto 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Il Sei Nazioni è vicino ad un accordo da 500 milioni di sterline con CVC

la società d’investimento starebbe per acquisire una quota di minoranza (attorno al 15%)

13 Luglio 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

“La retrocessione al Sei Nazioni? Per ora è impraticabile”

Lo dice Bill Sweeney, il nuovo CEO della federazione inglese, al debriefing stagionale a Twickenham

14 Giugno 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Italia: Ghiraldini operato, comincia la corsa alla Rugby World Cup

Il tallonatore azzurro si è sottoposto all'operazione a Roma e proseguirà la riabilitazione a Tolosa

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: cosa ci dicono i numeri di fine torneo

Il Galles bada al sodo, puntando sulla propria grande difesa. Tra i singoli spicca Braam Steyn nelle statistiche individuali

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: Alun Wyn Jones vince il premio come miglior giocatore del torneo

Il capitano del Dragoni diventa il quinto gallese ad ottenere questo riconoscimento