De Allende già carico per Sudafrica-Irlanda: “I media irlandesi ci mancarono di rispetto, ce lo riprenderemo”

Il centro sudafricano rievoca brutti ricordi del passato e avverte: “Sembrerà una guerra”

De Allende già carico per Sudafrica-Irlanda: "I media irlandesi ci mancarono di rispetto, ce lo riprenderemo" (ph. Sebastiano Pessina)

De Allende già carico per Sudafrica-Irlanda: “I media irlandesi ci mancarono di rispetto, ce lo riprenderemo” (ph. Sebastiano Pessina)

Manca poco meno di un mese alla prima delle due sfide tra Sudafrica e Irlanda, la serie più attesa dell’anno nella quale si affronteranno i campioni del mondo in carica e la squadra più forte d’Europa che ha conquistato il secondo Sei Nazioni di fila. Sudafrica-Irlanda, però, rievoca anche importanti sfide del passato, alcune non felicissime per gli Springboks, come ha ricordato Damian de Allende a RugbyPass Tv.

In particolare, il centro sudafricano si riferisce al clamoroso 38-3 con cui gli irlandesi sconfissero un Sudafrica in grande crisi nel 2017: “Abbiamo perso contro di loro nel 2017, quando ci hanno battuti 38-3. Il modo in cui i media hanno parlato di noi ci ha completamente mancato di rispetto”.

Leggi anche: Sudafrica: una defezione importante per il primo test estivo con il Galles

“Per noi come gruppo e per noi come Springboks, si tratta di riconquistare il rispetto. Non da parte loro, ma da parte di noi stessi. Non ne abbiamo bisogno ma vogliamo davvero battere l’Irlanda. Sarà un test match incredibile” ha proseguito De Allende.

Le due sfide tra Sudafrica e Irlanda si giocheranno il 6 giugno al Loftus di Pretoria e il 13 giugno al Kings Park di Durban.

Inoltre, Sudafrica-Irlanda sarà anche la prima sfida del Sudafrica in casa dopo aver conquistato la Coppa del Mondo 2023. Una cosa che purtroppo gli Springboks non hanno potuto fare nel 2019, quando la pandemia impedì di giocare in Sudafrica nel 2020: “Non vediamo l’ora di tornare in campo davanti al nostro pubblico. Nel 2019 purtroppo non abbiamo avuto questo piacere a causa della pandemia”.

“La prima partita contro l’Irlanda al Loftus sembrerà quasi una guerra, a prescindere che io giochi o meno. Contro l’Irlanda il pericolo più grande è il breakdown, sono bravissimi. Non importa se vengono dominati a contatto, riescono comunque a far uscire la palla velocemente” ha concluso De Allende.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

L’Argentina domina, l’Uruguay non c’è: a Maldonado finisce 79-5

Partita a senso unico per ottanta minuti. Teros irriconoscibili rispetto alla Rugby World Cup

item-thumbnail

Summer Nations Series 2024: la preview di Uruguay-Argentina

A Maldonado derby sudamericano tra Teros e Pumas, entrambe alla ricerca di nuove certezze

item-thumbnail

Summer Nations Series: l’identikit del Giappone, prossimo avversario dell’Italia

Protagonisti e stato dell'arte della nazionale nipponica che ospita gli Azzurri

item-thumbnail

Summer Series: la preview di Sudafrica-Portogallo

A Bloemfontein Springboks e Lobos giocheranno un match storico. Arbitra Holly Davidson

item-thumbnail

Summer Series: il Galles batte i Queensland Reds 36-35

A Brisbane i dragoni conquistano la prima vittoria del 2024

item-thumbnail

Summer Series: Australia sulle montagne russe, ma alla fine supera la Georgia

I Wallabies centrano la terza vittoria su tre, ma han rischiato di fare la frittata!