Vaccinazione (o guarigione) per accedere a palestre e spogliatoi anche per gli atleti professionisti

Dal 10 gennaio prossimo, anche per quanto concerne il rugby

Nuove restrizioni per i non vaccinati negli sport di squadra

Nuove restrizioni per i non vaccinati negli sport di squadra ph. Sebastiano Pessina

Mentre nelle scorse ore la FIR ha annunciato – in attesa di emanare nei prossimi giorni un nuovo protocollo – la sospensione dell’attività agonistica (ad eccezione del Top10) sino al 30 gennaio prossimo (compreso), a breve dovrebbero esserci cambiamenti di rilievo per quanto concerne l’accesso ad ambienti al chiuso (come palestre, spogliatoi ed ovviamente docce),.

Leggi anche: Rivincite, rimonte e riscatti: il 2021 è stato l’anno della fenice

A partire dal 10 gennaio 2022, infatti, in zona bianca, gialla e arancione, l’accesso a eventi e competizioni sportivi e l’accesso a servizi e attività di piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso, nonché agli spazi adibiti a spogliatoi e docce sarà consentito esclusivamente ai soggetti in possesso di Green Pass Rafforzato, nonché ovviamente alle persone di età inferiore ai dodici anni ed ai soggetti esenti dalla campagna vaccinale.

Una situazione che, anche se indirettamente (visto che partite ed allenamenti – almeno in buona parte – si svolgono all’aperto), colpisce di riflesso anche il rugby, soprattutto quello dei pro perché stando a quanto presente nelle FAQ (risposte alle domande più frequenti) pubblicate in settimana dal Dipartimento dello Sport, infatti, non ci sarebbero deroghe di sorta nemmeno per gli atleti di interesse nazionale.

Cosa cambia?

Difficile pensare ad atleti (tra i non vaccinati che non sono già guariti) del Sei Nazioni (per citare un esempio) – professionisti che lavorano con il proprio corpo -, che non si cambino e vivano l’atmosfera dello spogliatoio (prima della gara) o che non utilizzino le docce (a margine dell’incontro). Insomma, un incentivo importante alla vaccinazione nell’ottica del contenimento dei contagi.

Va rimarcato, ad ogni modo, come le FAQ siano una linea guida, benché formale e governativa, mentre le regole definitive verranno stilate e comunicate solamente nei prossimi giorni.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui per restare aggiornato sul regolamento del rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Os Du Randt torna sul campo per allenare la mischia della Russia

Il leggendario pilone sudafricano si rimette in discussione per provare a rialzare la Russia dopo un periodo di risultati poveri

item-thumbnail

Dopo tre anni, nel 2022 l’Argentina tornerà a giocare in patria: ecco l’avversaria di luglio

I Pumas sfideranno la Scozia in una serie di tre test match, uno dei quali sarà disputato in una città che mai aveva visto la Nazionale

28 Dicembre 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Dick Muir è il nuovo head coach della Russia

Ex assistente degli Springboks e head coach degli Sharks proverà a risollevare il movimento dalla crisi che sta attraversando

24 Dicembre 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Eddie Jones sorprende tutti: “Rassie Erasmus? Aveva ragione sugli arbitri, ma è mancato il rispetto”

Il tecnico dell'Inghilterra ha analizzato quello che è successo con il Director of Rugby degli Springboks

22 Dicembre 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Gli higlights di Paesi-Bassi Spagna. Giocatore iberico in fin di vita per un incidente dopo la partita

Vittoria a due facce per la Spagna, che chiude il torneo in quarta posizione ma è molto preoccupata per uno dei suoi equiparati

21 Dicembre 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match