La formazione dell’Italia del rugby contro la Scozia, al debutto nell’Autumn Nations Cup

Debutta Trulla, torna Ghiraldini. E Varney potrebbe conquistare il primo cap dalla panchina

La formazione dell'Italia del rugby contro la Scozia, per il debutto in Autumn Nations Cup

La formazione dell’Italia del rugby contro la Scozia, per il debutto in Autumn Nations Cup ph. Sebastiano Pessina

L’Italia del rugby è pronta al debutto in Autumn Nations Cup, sabato 14 novembre 2020 allo Stadio Franchi di Firenze, dove gli azzurri ricevono la Scozia, che ha ufficializzato ieri il suo XV, nella partita di apertura del girone B del torneo.

Per la gara, in programma alle ore 13.45, che sarà visibile in diretta tv su Canale 20 e in diretta streaming su SportMediaset.it, Franco Smith ha scelto una formazione dell’Italia di rugby con diverse novità (due debuttanti, uno dal 1′ e uno potenziale dalla panchina), alcune forzate, rispetto alle ultime uscite nel Sei Nazioni.

La formazione dell’Italia del rugby contro la Scozia – Autumn Nations Cup

15  Matteo Minozzi
14  Jacopo Trulla
13  Marco Zanon
12  Carlo Canna
11  Mattia Bellini
10  Paolo Garbisi
9  Marcello Violi
8  Jake Polledri
7  Bram Steyn
6  Sebastian Negri
5  Niccolò Cannone
Marco Lazzaroni
3  Giosuè Zilocchi
2  Luca Bigi (C)
1  Danilo Fischetti

A disposizione:
16  Leonardo Ghiraldini
17  Simone Ferrari
18  Pietro Ceccarelli
19  Johan Meyer
20  Maxime Mbandà
21  Stephen Varney
22  Tommaso Allan
23  Federico Mori

Le sorprese e le novità nella formazione dell’Italia del rugby contro la Scozia – Autumn Nations Cup

Il tecnico sudafricano ha apportato due cambi tra i titolari rispetto alla gara contro l’Inghilterra, entrambi tra i trequarti, sostituendo l’infortunato Padovani con Jacopo Trulla, al debutto assoluto, a numero 14, e proponendo Marco Zanon – vicino al confermato Carlo Canna -, a secondo centro in mezzo al campo, stesso ruolo che ricoprì al debutto nel Sei Nazioni 2019 contro la Francia.

Cambia anche la costituzione numerica della panchina (5 avanti più 3 trequarti), dove trovano spazio la grande novità Stephen Varney, mediano di mischia classe ’01 di Gloucester, pronto al debutto assoluto tra i grandi, e un’icona della storia recente del rugby italiano come Leonardo Ghiraldini, attualmente svincolato, che non scende il campo, tra sfortune di vario genere, dal Six Nations 2019. Assieme a loro, pronto a subentrare dalla panchina, tra gli altri, anche Tommaso Allan, al rientro dopo un’assenza di oltre un mese.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Italia, Moretti: “Attitudine e approccio emotivo saranno la base del test con la Georgia”

Il tecnico degli avanti azzurri analizza le situazioni da mettere a posto in vista del match di Batumi

4 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: Pietro Ceccarelli non ce la fa, salta il test con la Georgia

Problema muscolare che si trascina da qualche settimana per il pilone destro. Al suo posto arriva Filippo Alongi

4 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia imperfetta ma pronta: verso la Georgia con rinnovata fiducia

C'è ancora qualcosa da mettere a posto, ma la prestazione di Bucarest ha riportato fiducia ed entusiasmo

3 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

World Rugby Ranking: doppio sorpasso Italia! Superate Samoa e Georgia

Contro la Romania serviva vincere con almeno 16 punti di vantaggio: così è stato

2 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Le pagelle di Romania-Italia

Nemer e Zanon i migliori. Gran ritorno di Menoncello, esordio da incorniciare per Alessandro Garbisi

1 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Kieran Crowley: “buona reazione dopo la scorsa settimana, ma c’erano almeno tre o quattro mete che dovevamo segnare”

Le dichiarazioni del coach azzurro e del capitano Edoardo Padovani dopo il successo con la Romania

1 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale