Benetton, Favretto: “Gap fisico non indifferente tra me e gli altri in Pro14. Voglio migliorare”

Il seconda linea classe ’01 dei Leoni ha commentato il suo momento positivo ai microfoni di BEN tv

Riccardo Favretto

Riccardo Favretto – ph. Benetton rugby

Nelle prime due uscite ufficiali di agosto, in Pro14, una delle note più liete sul fronte Benetton Rugby è stata senza ombra di dubbio la prestazione di Riccardo Favretto, giovane seconda linea classe ’01 del Benetton Rugby, permit player con Mogliano, che al termine della sfida del Lanfranchi, vinta dai Leoni 9-16, anche grazie a due superbe fiammate di Monty Ioane, si è guadagnato pubblicamente i complimenti di coach Kieran Crowley.

Leggi anche: dalla sfida all’Italia ad un 2020 in bianco per il Giappone

Prestazione e, più in generale, percorso di avvicinamento al campionato, dunque, di qualità, per l’avanti della selezione Under 20, che sono valsi all’azzurrino anche una chiamata di coach Franco Smith, con l’Italia maggiore, nel corso dell’ultimo raduno, in qualità di invitato. Un momento, definito “magico” dallo stesso Favretto, analizzato, però, con i piedi per terra dal ragazzo, conscio dei proprio mezzi, ma anche dei limiti ancora da limare per essere incisivo nel torneo celtico.

“Quest’anno spero di avere l’opportunità di giocare un buon numero di gare, grazie anche al fatto che molti giocatori saranno impegnati in nazionale con la ripresa del Sei Nazioni. Spero di riuscire a implementare quelle che sono le mie abilità tecniche e sopratutto quelle fisiche perché c’è un gap comunque non indifferente tra la mia situazione fisica e quella degli altri giocatori del PRO14. Perciò vorrei migliorarmi molto dal punto di vista fisico e cercare di colmare le mie lacune nel campo“, ha spiegato Favretto, con realismo e maturità quasi sorprendenti per un classe ’01, ai microfoni di BEN tv, sottolineando, poi, come la prima parte della sua esperienza in Ghirada si stia rivelando interessante e proficua.

“Per quanto riguarda il mio ambientamento mi sto trovando molto bene, sia con i compagni che comunque conoscevo già dalla scorsa pre stagione, quando ho avuto l’opportunità di essere invitato dal Benetton Rugby. Mi sto trovando molto bene anche con i metodi di allenamento di Kieran (Crowley ndr) e degli altri allenatori. Spero di poter crescere tanto quest’anno e migliorare le mie abilità tecniche”, ha concluso l’ex Casale, desideroso dunque di salire di colpi, e cogliere senza remore ogni opportunità leonina che dovesse presentarsi al suo cospetto nel corso dell’annata, conscio, tuttavia, di aver anche una grande sfida potenziale anche in Top12, con la maglia di Mogliano.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Benetton Rugby, parla Thomas Gallo: “Voglio guadagnarmi il posto in campo”

Il pilone argentino lavora coi compagni dopo l'isolamento domiciliare, e vuole diventare un protagonista nel Pro14 del Benetton Rugby

21 Ottobre 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Altro stop per la prima linea del Benetton Rugby

Cherif Traore si deve fermare per un infortunio al volto riportato nella partita contro Leinster

20 Ottobre 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby, Faiva: “Non abbiamo raccolto punti, ma siamo sulla strada giusta”

Il tallonatore fa il bilancio delle prime due gare mettendo nel mirino gli Scarlets

16 Ottobre 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby: il punto sulla condizione fisica del gruppo

Dopo Ulster e Leinster e con gli Scarlets nel mirino: a parlare è Giacomo Vigna, preparatore atletico dei Leoni

14 Ottobre 2020 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton, Garbisi: “Siamo competitivi, ci manca l’ultimo step. Bicchiere? Mezzo pieno, ma vogliamo riempirlo del tutto”

Il numero 10 di leoni e Nazionale azzurra ha parlato a margine della sfida contro Leinster

12 Ottobre 2020 Pro 14 / Benetton Rugby