Sei Nazioni 2020, le parole di Franco Smith: “Meglio rispetto a Cardiff, ripartiamo dai punti d’incontro”

Il c.t. e il Capitano azzurro analizzano la gara di Parigi: dal gran lavoro fatto in fase di placcaggio alla mentalità che la squadra ha mostrato fino all’80esimo minuto

Ph. Sebastiano Pessina

Al termine della partita tra Francia e Italia, il ct degli azzurri Franco Smith è intervenuto in conferenza stampa commentando la sfida che ha visto gli Azzurri capitolare 35-22 contro i transalpini, in questa seconda giornata del Sei Nazioni 2020.

Leggi anche: Sei Nazioni 2020: Francia ancora vincente a Parigi. Italia battuta 35-22

Ecco le dichiarazioni dell’allenatore: “Sono troppo orgoglioso per dire di essere felice del punteggio. Nonostante la sconfitta, la prestazione della squadra è stata nettamente migliore rispetto alla gara di Cardiff, abbiamo fatto 60 minuti di ottimo livello e questo dimostra come il lavoro fatto in settimana serva. Ho visto tante cose buone, soprattutto nei punti d’incontro. Ritengo che sia stato quest’ultimo l’aspetto più migliorato nei confronti della prima partita, anche se c’è ancora tanto da migliorare. Abbiamo placcato con una nuova mentalità, cercando sempre di rallentare i loro possessi e aprendoci la possibilità di rubare il pallone in ruck, dunque posso dire che siamo sulla buona strada.

Per quanto riguarda la prossima partita con la Scozia, dobbiamo ripartire come abbiamo chiuso questa partita a Parigi. Servirà essere sul pezzo per tutti gli 80 minuti, senza sbagliare l’approccio, anche perché gli scozzesi hanno perso di poco le prime due gare, dunque arriveranno all’Olimpico carichi e determinati a vincere. A Roma conto di poter recuperare anche Zanni, che qui è stato frenato da problemi alla schiena, ma che in una decina di giorni dovrebbe essere di nuovo pronto”.

Queste invece le parole di capitan Bigi: “Siamo riusciti a mettere in campo le cose su cui abbiamo lavorato in settimana in allenamento, anche se abbiamo avuto difficoltà nei primi 20 minuti della gara. Per le prossime partite dovremo ripartire dal gioco fatto vedere oggi nei punti d’incontro, cercando di essere immediati nel fare uscire il pallone per creare il nostro gioco. Sicuramente il pack durante la gara ha avuto un rendimento in crescita, ed è uno degli aspetti più positivi di oggi. Non ci siamo mai arresi fino all’80esimo, e questo è un altro aspetto importante in vista del futuro. Ritengo comunque positiva la prova di oggi, ripartiamo da qui.”.

Guarda gli highlights di Francia Italia

Per essere sempre aggiornato sulle news di Onrugby iscriviti al nostro canale  Telegram

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Italrugby: gli Azzurri restano senza sponsor di maglia

Il main sponsor della nazionale esercitando il diritto di recesso ha scelto di non rinnovare il contratto con FIR

22 Luglio 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Paolo Garbisi è nella lista dei 4 giovani mediani d’apertura più interessanti a livello mondiale

L'azzurro è in un sondaggio indotto da World Rugby assieme ad altri tre prospetti di altissimo livello

20 Luglio 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

La “querelle” sul trasferimento di Paolo Garbisi a Montpellier

La ricostruzione della vicenda che ha visto il mediano di apertura azzurro approdare a Montpellier per il prossimo TOP 14

17 Luglio 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

L’Italia ha (ri)contattato Louis Lynagh

A dirlo è stato il papà Michael che svela anche i retroscena della cosa

29 Giugno 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Maxime Mbandà: fra le Zebre e l’Italia, due “nuovi” capitoli della sua carriera

Il terza linea non vede l'ora aggiungere nuove pagine al suo personalissimo libro ovale

24 Giugno 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: i convocati per la “prima” della nuova era Kieran Crowley, al via da domani

Nemmeno il tempo di rifiatare per il capo allenatore neozelandese, dopo il successo in Rainbow Cup. Comincia il suo percorso in azzurro

20 Giugno 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale