Test Match 2018: il lungo sabato che parte da Londra e arriva negli States

Nella Windy City non è in programma solo Irlanda-Italia. Anche a Twickenham e a Cardiff si farà sul serio

ph. Reuters / Rebecca Naden

E’ iniziato da Tokyo il novembre mondiale di Test Match, con la sfida fra i padroni di casa del Giappone e gli All Blacks. Un sabato, quello del 3 novembre, non inquadrato nella finestra internazionale classica ma che riserva delle sfide a suo modo di alto livello e interesse.

Il piatto forte arriverà nel pomeriggio con Inghilterra-Sudafrica, con i padroni di casa che devono cominciare a offrire risposte concrete a meno di un anno dalla Coppa del Mondo. Eddie Jones, anche complici i diversi infortuni, cambia pelle alla sua squadra e sposta Farrell in cabina di regia, con Te’o e Slade al suo fianco e George Ford in panchina. Tante novità nel pack: Mark Wilson del Newcastle vestirà la maglia numero 8; Kruis torna a far coppia con Itoje e Alec Hepburn guadagna una partenza dal primo minuto.

Anche Rassie Erasmus, dal canto suo, è costretto a cambiare qualcosa vista l’impossibilità di selezionare Willie le Roux e Faf de Klerk, fondamentali nel Rugby Championship degli Springboks. Al loro posto giocheranno Willemse e van Zyl, e difficilmente sarà la stessa cosa. In terza linea non c’è nemmeno Francois Louw, ma al suo posto torna un altro carico da novanta come Duane Vermeulen. Partita aperta a qualunque pronostico.

Si farà sul serio anche a Cardiff, perché sia Warren Gatland sia Gregor Townsend schierano tutt’altro che formazioni B ad eccezione di infortunati o giocatori non selezionabili (Russell per la Scozia, ad esempio). Il coach neozelandese dei Dragoni lancia per la prima volta una coppia di centri di grande interesse (Parkes-Davies), con cui presumibilmente continuerà sulla strada tracciata negli ultimi mesi per un gioco più improntato sull’identità degli Scarlets.

La Scozia si affida in pieno a Adam Hastings e Blair Kinghorn, “eredi” designati di Russell e Hogg: soprattutto il primo sta disputando un Pro14 di altissimo livello, mentre il secondo sta dando continuità all’ottima stagione passata con Edimburgo. In assenza di John Barclay, la cui stagione è di fatto già finita, il capitano sarà Stuart McInally.

L’attenzione si sposterà poi sugli Stati Uniti e la Windy City, perché non sarà solo il giorno di Irlanda-Italia. A Chicago è stato organizzato un triple header che terrà impegnato il Soldier Field per tre match consecutivi di rugby. Si inizierà con la sfida tra Stati Uniti femminili e Black Ferns alle 18 italiane, per poi proseguire appunto con la sfida tra Verdi e Azzurri alle ore 21. Infine, la ciliegina sulla torta sarà rappresentata dalla sfida tra Stati Uniti e Maori All Blacks, alle ore 23:15 italiane

Galles v Scozia – Principality Stadium, kick off ore 15.45 (italiane) – Diretta DAZN

Galles: 15 Leigh Halfpenny, 14 George North, 13 Jonathan Davies, 12 Hadleigh Parkes, 11 Luke Morgan, 10 Gareth Anscombe, 9 Gareth Davies, 8 Ross Moriarty, 7 Justin Tipuric, 6 Dan Lydiate, 5 Alun Wyn Jones (c), 4 Cory Hill, 3 Dillon Lewis, 2 Ken Owens, 1 Nicky Smith
A disposizione: 16 Elliot Dee, 17 Rob Evans, 18 Leon Brown, 19 Adam Beard, 20 Aaron Wainwright, 21 Tomos Williams, 22 Jarrod Evans, 23 Steff Evans

Scozia: 15 Blair Kinghorn, 14 Tommy Seymour, 13 Huw Jones, 12 Alex Dunbar, 11 Lee Jones, 10 Adam Hastings, 9 Ali Price, 8 Ryan Wilson, 7 Hamish Watson, 6 Jamie Ritchie, 5 Jonny Gray, 4 Ben Toolis, 3 Willem Nel, 2 Stuart McInally (c), 1 Allan Dell
A disposizione: 16 Fraser Brown, 17 Alex Allan, 18 Simon Berghan, 19 Grant Gilchrist, 20 Matt Fagerson, 21 George Horne, 22 Pete Horne, 23 Darcy Graham


Inghilterra – Sudafrica – Twickenham, kick off ore 16.00 (italiane) – Diretta Sky Sport Arena

Inghilterra: 15 Elliot Daly, 14 Jack Nowell, 13 Henry Slade, 12 Ben Te’o, 11 Jonny May, 10 Owen Farrell (cc), 9 Ben Youngs, 8 Mark Wilson, 7 Tom Curry, 6 Brad Shields, 5 George Kruis, 4 Maro Itoje, 3 Kyle Sinckler, 2 Dylan Hartley (cc), 1 Alec Hepburn
A disposizione: 16 Jamie George, 17 Ben Moon, 18 Harry Williams, 19 Charlie Ewels, 20 Zach Mercer, 21 Danny Care, 22 George Ford, 23 Manu Tuilagi

Sudafrica: 15 Damian Willemse, 14 Sbu Nkosi, 13 Jesse Kriel, 12 Damian de Allende, 11 Aphiwe Dyantyi, 10 Handré Pollard, 9 Ivan van Zyl, 8 Warren Whiteley, 7 Duane Vermeulen, 6 Siya Kolisi (c), 5 Pieter-Steph du Toit, 4 Eben Etzebeth, 3 Frans Malherbe, 2 Malcolm Marx, 1 Steven Kitshoff
A disposizione: 16 Bongi Mbonambi, 17 Thomas du Toit, 18 Wilco Louw, 19 RG Snyman, 20 Lood de Jager, 21 Embrose Papier, 22 Elton Jantjies, 23 André Esterhuizen


USA Women v Black Ferns – Chicago Soldier Field, kick off ore 18 (italiane)

Black Ferns: 1-Phillipa Love, 2-Fiao’o Faamausili (c), 3-Aldora Itunu, 4-Eloise Blackwell, 5-Charmaine Smith, 6-Charmaine McMenamin, 7-Les Elder, 8-Aroha Savage, 9-Kendra Cocksedge, 10-Ruahei Demant, 11- Ayesha Leti-I’iga, 12-Chelsea Alley, 13-Stacey Waaka, 14-Renee Wickliffe, 15-Selica Winiata
A disposizione: 16-Te Kura Ngata-Aerengamate, 17-Leilani Perese, 18-Aleisha-Pearl Nelson, 19-Jackie Patea-Fereti, 20-Linda Itunu, 21-Kristina Sue, 22-Krysten Cottrell, 23-Monica Tagoai

USA Women: 1. Catherine Benson, 2. Katy Augustyn, 3. Azniv Nalbandian, 4. Stacey Bridges, 5. Alycia Washington, 6. Rachel Johnson, 7. Kate Zackary, 8. Jordan Gray, 9. Carly Waters, 10. Gabriella Cantorna, 11. Kaitlyn Broughton, 12. Kimber Rozier, 13. Emily Henrich, 14. Kelsi Stockert, 15. Amelia Bizer
A disposizione: 16. Joyce Taufa, 17. Nick James, 18. Megan Rom, 19. Finau Tamaivena, 20. McKenna Strong, 21. Nikki Kenyon, 22. McKenzie Hawkins, 23. Evan Hoese


USA v Maori All Blacks – Chicago Soldier Field, kick off ore 23.15 (italiane)

USA: 15 Luke Hume, 14 Nate Augspurger (C), 13 Gannon Moore, 12 Dylan Audsley, 11 Ryan Matyas, 10 Will Hooley, 9 Shaun Davies, 8 Cam Dolan, 7 Tony Lamborn, 6 John Quill, 5 Nick Civetta, 4 Ben Landry, 3 Paul Mullen, 2 Dylan Fawsitt, 1 Chance Wenglewski
A disposizione: 16 James Hilterbrand, 17 Anthony Purpura, 18 Dino Waldren, 19 Greg Peterson, 20 Hanco Germishuys, 21 Psalm Wooching, 22 Ruben de Haas, 23 Will Magie

Maori All Blacks: 1-Chris Eves, 2-Ash Dixon (c), 3-Ben May, 4- Isaia Walker-Leawere, 5-Pari Pari Parkinson, 6-Reed Prinsep, 7- Mitch Karpik, 8-Akira Ioane, 9-Brad Weber 10- Otere Black, 11-Regan Ware, 12-Teihorangi Walden, 13-Rob Thompson, 14-Jonah Lowe, 15- Shaun Stevenson
A disposizione: 16-Robbie Abel, 17-Ross Wright, 18- Marcel Renata, 19-Hoani Matenga, 20- Billy Harmon, 21-Jonathan Ruru, 22-Josh Ioane, 23- Matty Lansdown

 

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Test match 2018: è il giorno di Irlanda-Nuova Zelanda

Forfait di Dan Leavy, in terza linea giocherà van der Flier. L'ex verde Luke Fitzgerald pessimista: "Perderemo di 15 punti"

17 novembre 2018 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Test Match 2018: la Francia vuole chiudere la striscia negativa contro i Pumas

A Lille in palio c'è anche l'ottava piazza del World Rugby ranking. Calcio d'inizio alle ore 21:05

17 novembre 2018 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Test Match 2018: la Scozia cerca l’impresa contro gli Springboks

Il Sudafrica parte favorito al BT Murrayfield, ma in casa gli scozzesi possono dire la loro. Diretta streaming su DAZN

17 novembre 2018 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Australia: un paio di infortuni costringono Cheika a modificare i 23 in distinta per l’Italia

Cambia dunque volto la formazione dei Wallabies di scena all'Euganeo

16 novembre 2018 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Quei lanci inglesi che hanno fatto la differenza: l’importanza della rimessa laterale

Prima del fuorigioco millimetrico di Lawes, l'Inghilterra ha perso la partita in rimessa laterale. E non è l'unico test dove la touche è stata decisiv...

16 novembre 2018 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Test Match 2018: le formazioni di Galles-Tonga

Sabato gli isolani scenderanno in campo a Cardiff contro il Galles, che sarà in cerca della ottava affermazione consecutiva

16 novembre 2018 6 Nazioni – Test match / Test Match