Test Match: Galles e Irlanda, vietato sbagliare

A Dublino arrivano le Fiji, la Georgia cerca la storia al Principality

millennium stadium rugby test match

ph. Reuters

Doppio incrocio Tier 1 v Tier 2 su a nord. Alle 15.30 al Principality Stadium di Cardiff il Galles riceve la Georgia. Dragoni con Liam Williams unico in campo sabato scorso contro l’Australia: in mediana ci sarà la coppia formata da Rhys Webb e Rhys Priestland, gradi a Dan Lydiate. Lelos in formazione tipo e alla ricerca di un colpaccio storico per tornare a bussare alle porte che contano.

 

A Dublino alle 18.30 arrivano le Fiji viste di scena a Catania lo scorso weekend. Irlanda con 13 cambi rispetto alla formazione vittoriosa con gli Springboks. In mediana parte titolare Joey Carbery con Kieran Marmion, mentre sulla trequarti c’è l’unico esordiente che è Chris Farrell, centro classe 1993 del Munster. Cambia tutta la terza linea, con il trio tutto Leinster formato da Conan, Murphy e Ruddock, capitano per l’occasione. Chance anche per Dillane in seconda linea e per il pilone classe 1996 Porter. Isolani sempre temibili da temere man mano che stanno insieme, ma il pronostico dovrebbe essere chiuso.

 

 

Galles: 15 Liam Williams, 14 Alex Cuthbert, 13 Scott Williams, 12 Owen Watkin, 11 Hallam Amos, 10 Rhys Priestland, 9 Rhys Webb, 8 Seb Davies, 7 Sam Cross, 6 Dan Lydiate (c), 5 Cory Hill, 4 Adam Beard, 3 Leon Brown, 2 Kristian Dacey, 1 Nicky Smith
A disposizione: 16 Elliot Dee, 17 Wyn Jones, 18 Tomas Francis, 19 Josh Navidi, 20 Taulupe Faletau, 21 Aled Davies, 22 Dan Biggar, 23 Owen Williamsd

Georgia: 15 Soso Matiashvili, 14 Giorgi Koshadze, 13 Davit Katcharava, 12 Merab Sharikadze (c), 11 Mirian Modebadze, 10 Lasha Khmaladze, 9 Vasil Lobzhanidze, 8 Beka Bitsadze, 7 Vito Kolelishvili, 6 Lasha Lomidze, 5 Giorgi Nemsadze, 4 Kote Mikautadze, 3 Levan Chilachava, 2 Jaba Bregvadze, 1 Mikheil Nariashvili
A disposizione: 16 Shalva Mamukashvili, 17 Kakha Asieshvili, 18 Soso Bekoshvili, 19 Giorgi Chkhaidze, 20 Giorgi Tkhilaishvili, 21 Giorgi Begadze, 22 Revaz Jintchvelashvili, 23 Merab Kvirikashvili

 

 

Irlanda: 15 Andrew Conway, 14 Darren Sweetnam, 13 Chris Farrell, 12 Stuart McCloskey, 11 Dave Kearney, 10 Joey Carbery, 9 Kieran Marmion, 8 Jack Conan, 7 Jordi Murphy, 6 Rhys Ruddock (c), 5 Devin Toner, 4 Ultan Dillane, 3 Andrew Porter, 2 Rob Herring, 1 Jack McGrath
A disposizione: 16 James Tracy, 17 Cian Healy, 18 Tadhg Furlong, 19 Kieran Treadwell, 20 CJ Stander, 21 Luke McGrath, 22 Ian Keatley, 23 Robbie Henshaw

Fiji: 15 Kini Murimurivalu, 14 Timoci Nagusa, 13 Jale Vatabua, 12 Levani Botia, 11 Nemani Nadolo, 10 Ben Volavola, 9 Henry Senioli, 8 Nemani Nagusa, 7 Akapusi Qera, 6 Dominiko Waqaniburotu, 5 Leone Nakarawa, 4 Apisalome Ratuniyarawa, 3 Manasa Saulo, 2 Talemaitoga Tuapati, 1 Campese Ma’afu
A disposizione: 16 Sunia Koto, 17 Peni Ravai, 18 Kalivati Tawake, 19 Sikeli Nabou, 20 Peceli Yato/Semi Kunatani, 21 Niko Matawalu, 22 Asaeli Tikoirotuma, 23 Vereniki Goneva

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Nuovo avversario autunnale per la Scozia, che giocherà 4 test match

I Dark Blues apriranno Murrayfield anche il 30 ottobre per ricevere la visita di Tonga, formazione che potrebbero ritrovare al mondiale

item-thumbnail

Ufficiale: gli All Blacks giocheranno cinque partite in autunno

Il 23 ottobre la Nuova Zelanda ha aggiunto al suo calendario un match contro gli Stati Uniti, poi ci sarà spazio anche per l'Italia

item-thumbnail

I Lions e il ritorno di fiamma degli Springboks: “Sappiamo che arriveranno forte”

Maro Itoje e Warren Gatland hanno parlato della preparazione al secondo test della serie

item-thumbnail

La formazione del Sudafrica per il secondo test con i Lions

Tre cambi nella formazione che affronterà i Lions nel secondo match della serie, due nuovi innesti anche in panchina

item-thumbnail

Lions: tre cambi nella formazione di Warren Gatland per gara 2

Le scelte dell'ex Galles, per una sfida che può già decidere la serie

item-thumbnail

Quade Cooper si unisce al raduno dell’Australia

L'apertura si unisce al gruppo di Dave Rennie, in teoria come "training player", ma sarà comunque a disposizione in caso di necessità