Seguici su Facebook Twitter Google+ Pinterest Instagram YouTube Feed Rss
Login        

Salutando Parma. La FIR ha chiuso i cancelli quando le Zebre erano già scappate?

Dopo Padovani anche van Schalkwyk vicino all’addio. Giocatori cercasi (con O’Shea a Città del Capo)
ph. Sebastiano Pessina

ph. Sebastiano Pessina

Che il caos Zebre avrebbe lasciato sul campo qualche vittima – leggi giocatori che decidono di levare le ancore dopo diversi allarmi iceberg – era preventivabile. Ma ora, dopo Padovani che ha salutato la Cittadella, ci sono altri due nomi di possibili atleti in uscita. E uno è di quelli pesanti.

OnRugby può confermare che anche Andries van Schalkwyk e Bartholomeus le Roux sarebbero in procinto di salutare Parma. Il seconda/terza linea sudafricano, classe 1984 e 15 caps con l’Italia di cui è divenuto uno dei punti fermi del pack, avrebbe già firmato un contratto con i Kings new entry del Pro14. L’indiscrezione è stata raccolta per primo da Il Grillotalpa, mentre Rugbymeet ha raccolto anche una dichiarazione del giocatore: “Io sono a disposizione dello staff azzurro, anche se giocherò in Sudafrica il mio desiderio è rappresentare ancora l’Italia”. Dal canto suo anche Padovani desidera proseguire l’avventura in Azzurro, ma tutto dipende da scelte di policy federale che scopriremo verosimilmente ad ottobre o comunque in prossimità finestra autunnale.

Comunque, con Padovani, van Schalkwyk, le Roux e Baker saremmo a quota quattro atleti tra quelli legati da contratto con le precedenti Zebre ma che hanno scelto di proseguire altrove la propria carriera. Padovani e van Schalkwyk sono due nomi pesantissimi. Per il potenziale del primo e per l’importanza del secondo, adattabile ad un ruolo – quello di seconda – in cui la coperta è corta sia in bianconero che sul palcoscenico internazionale.

 

Negli uffici della Cittadella: tanto lavoro e tempi strettissimi

Intanto, negli uffici della Cittadella sono giorni frenetici. Il nuovo Amministratore Unico Andrea Dalledonne e lo staff societario sono al lavoro su più fronti, alcuni dei quali di natura pratica ma dai tempi strettissimi come la questione maglie (il torneo inizia tra meno di un mese e alla terza giornata c’è il mini tour in Sudafrica). Per l’annuncio e la presentazione ufficiale dei nuovi arrivi sia di tecnici che giocatori, bisogna ancora aspettare che si chiariscano questioni burocratiche e gestionali.

 

Conor O’Shea in Sudafrica. E un problema di rosa

Intanto, a Città del Capo si è tenuta la prima presentazione del nuovo Pro14, in attesa di quella europea di Dublino (che dovrebbe ospitare la prima finale della nuova competizione). A rappresentare l‘Italia Andrea Rinaldo, membro italiano per FIR all’interno del Board delle Coppe europee, e il CT della Nazionale Conor O’Shea. Il quale O’Shea sarebbe coinvolto nella ricerca di giocatori per le Zebre, a cui mancano almeno cinque/sei pedine (tra cui un ala, e in squadra c’erano Van Zyl e Greeff). Sperando – per il bene della franchigia – che altri non seguano la strada di Padovani & Co. Sperando che la FIR non sia arrivata a Parma per chiudere il cancello quando i buoi – pardon le Zebre – erano già scappati.

 


onrugby.it © riproduzione riservata

ULTIME NOTIZIE IN QUESTA CATEGORIA



72 risposte a “Salutando Parma. La FIR ha chiuso i cancelli quando le Zebre erano già scappate?”

  1. franzele scrive:

    Ma insomma, mi pare chiaro che la faccenda sia stata gestita malissimo.

  2. tony scrive:

    Come dissi in un post tempo fa c’è una ragiovenevole colpevolezza della Fir nell’affrontare il il capitolo Zebre con eccessivo ritardo , il problema era noto da almeno un anno,non si può arrivare a luglio con una situazione tutta da delineare dal punto di vista giuridico e pensare che i giocatori in questo caos se ne restino tranquilli a disoposizione in attesa di eventi certi.Vediamo come finisce….. speriamo bene.

  3. carpediem scrive:

    ma guarda che figure di m… facciamo in giro per il mondo :poop:

  4. Stefo scrive:

    Io distinguerei tra i Le Roux ed Engelbrecht ed i VS e in caso Gedeone.
    Che i primi due partano lasciando spazio a dei giovani cresciuti e sviluppati dal sistema italiano non lo considero un dramma, anzi e’ preferibile che la colonia dei giovani sudafricani a Parma era un errore a mil avviso.
    Diversi VS e Gedeone giocatori di qualita’ che si sono reso utili e punti fermi del xV titolare…queste son perdite che pesano, ma inevitabili viste le dinamiche.

    Le Roux ed Engelbrecht non saranno rimpianti, VS e Gedeone in caso si.

  5. carlo s scrive:

    Credo che vi siano responsabilità chiare da parte di chi ha spinto verso la soluzione delle zebre a Parma e successivamente per la privatizzazione risultata poi fallimentare nella gestione. Anche la tardiva e raffazzonata operazione di salvataggio (che poi vero salvataggio non è, visto che han costituito una nuova società) ha contribuito a peggiorare il quadro.
    A questo punto vi dovrebbero essere conseguenze, anche legali.
    Il presidente onorario in primis e il presidente attuale del rugby facciano un atto di responsabilità e si tirino da parte, e cancellino tutte le loro cariche istituzionali.
    Il rugby italiano ha l’estrema necessità di rinnovarsi e ripulirsi da queste scorie.

  6. narodnik scrive:

    l allenatore della nazionale italiana va a cercare giocatori in sud africa????ogni volta che penso abbiano toccato il fondo riescono a stupirmi.

  7. malpensante scrive:

    Ciao Dries, i più sinceri auguri a te e famiglia.

    https://i.ytimg.com/vi/mos0s0lZoY8/maxresdefault.jpg

  8. gsp scrive:

    Penso si possa dire che la speranza di gestire la transizione tra le zebre in modo morbido sia bella che andata, ed avra’ ripercussioni sulla stagione purtroppo. e’ un ennesimo anno 0, o meglio 0.5.

    Gavazzi oltre a fare il buco, anche sgarrato anche la toppa sulla gestione societaria.

    guardando ai lati positivi pero’ c’e’ finalmente una struttura tecnica importante e per il futuro, sul campo e gente competente dietro la scrivania. se il progetto dura tra ,due anni secondo si vedranno buoni risultati. Bradley, Orlandi, supporto della Atkinson, Cos, Catt.

    il fatto che CoS sia in SAF, a rappresentarci ed a fare il mercato d’emergenza, mi da fiducia.

    • Stefo scrive:

      megli ultimi 2 mesi dava fuducia che gavazzi stesse prendendo in mano le zebre, che gia’ quello significava esser messi meglio delle scorse stagioni…

      • gsp scrive:

        penso di aver capito quello che vuoi dire. e ribadisco, dal punto di vista del parco di giocatori e’ una botta davvero dura e difficile da recuperare oggi ed a breve termine.

        ma dal punto di vista societario e tecnico le zebre ne escono migliorate. che e’ anche la chiave per la sostenibilita’ del progetto nel medio e lungo periodo.

        • giomarch scrive:

          Nel senso che senza 5giocatori il monte stipendio si abbassa e con esso anche il costo della franchigia?
          Per migliorare la sostenibilità il prossimo step sarà annullare gli aerei, se vanno a nuoto in trasferta,sai che fit…?
          Comunque il fatto che a VS non fosse stato fatto un contratto,anche centralizzato, è uno scandalo,siamo a metà agosto..
          Se aspettano un altro po’anche il magazziniere si accaserà all’ilkea, e noi saremo qui a parlare del fatto che gavazzi vanta debiti morali ovunque..

        • malpensante scrive:

          Peppe, sembri quello che prova a imbottigliare le scoregge per far andare i fornelli. A medio e lungo periodo? Ma dai..

          • Mr Ian scrive:

            bè, se è riuscito a Manzoni..scherzi a parte, ormai la situazione è quella che è, oggi non ci si può nè sorprendere nè avvilirsi più di tanto…sul fatto che ci pensa COS è la solita scusa di facciata, O’Shea fa mercato con i soldi che gli dai, visto che tutti alle Zebre si sono abbassati lo stipendio, non penso arriveranno bokkies del livello di Mapoe, Coetzee o similari, ma al massimo avanzi di Currie cup, per cui i permit tutta la vita..
            Quanto alla foto, la mancata presenza di giocatori italiani non mi preoccuopa più di tanto, tra gli europei in quella foto ci sono giocatori infortunati che ancora ne hanno per molto, oppure gente che ancora deve cominciare seriamente la preparazione…potevano mandare M’Banda, ma sfido che anche in Italia lo sappiano riconoscere

          • try scrive:

            Secondo me invece è uno scandalo non aver mandato giocatori alla presentazione. Suvvia un po’ di immagine. O volete dire che una foto con tutti i giocatori tranne che italiani è bello.
            Un giocatore a testa non avrebbe creato problemi.
            Cosa mi sta bene.

  9. Rabbidaniel scrive:

    I Dragons sono stati federalizzati in un amen. Ecco, la differenza comincia da lì e finisce in campo.

  10. And scrive:

    Van Schalkwick prende due piccioni con una fava, va a giocare in un team sudafricano di stanza semi-permanente in Europa ma allo stesso tempo si rende disponibile per i Tets Match…grande

  11. fracassosandona scrive:

    Se il board si fa due conti ci butta fuori dal proXx che anche pagando penali ci guadagna. Una squadra raffazzonata svilisce e sbilancia il torneo.
    Significa una partita su 7 invendibile allo stadio e allaTV ad ogni turno.
    Una squadra fatta da giocatori senza mercato e poliziotti in prestito non può calcare certi palchi. I più scalcinati degli avversari, i dragons, si sono presi Henson e Kirchner. Da noi scappa pure Gedeone. ..
    . Speriamo che Treviso salvi il salvabile.
    Ps: se voi foste il procuratore di un giocatore valido, gli consigliereste di andare alle Zebre? E di firmare con le nuove?

  12. gattonero scrive:

    povera italia,
    c’era un detto austriaco riferito all’esercito italiano durante la prima guerra mondiale: soldati di ferro (giocatori e staff) e ufficiali di paglia (dirigenza zebre e fir) , da allora nulla e’ cambiato in tutti i settori(sport,lavoro,politica,ecc…).

  13. gattonero scrive:

    il ct va in sud africa a reclutare nuovi giocatori,in italia non ce ne sono piu’?…

  14. malpensante scrive:

    OT sudafricano: se vi capita date un’occhiata alla meta che ha appena messo giù Damian Willemse :-)

  15. malpensante scrive:

    sul 35-6 ho mollato. 4 mete in neanche 20 minuti. 36http://www.alantv.net/oleoletvcom_page001/watch/live/stream/western/province/vs/bulls/online/free/wwwoleoletvcomeNozNDDWNzC2MDI00i_JT0ms1C9PLS5JLcrTLSjKL8vMS07VLSvWTSrNySkGABWHDnM,.html

  16. gsp scrive:

    un po’ di risposte rimaste appese.

    – giomarch, penso che l’obbiettivo, quello che e’ stato richiesto a Delledonne sia essenzialmente di fare in modo che le zebre costino “solo” 4mln.

    – ian, mi sta praticamente dicendo che allenatori, dirigenti, uomini di mercato, staff tecnico e fisio non fanno nessuno differenza. Va bene, per me non ha nessun senso logico ne’ sportivo, ma ne prendo atto.

    – se poi non siamo daccordo che una guida tecnica competente e stabile ed una struttura tecnica solida, incluso il reclutamento, non rendono una squadra sostenibile, allora non s’e’ capito nulla di quello che e’ successo negli ultimi anni, ed anche a treviso dopo la partenza di SMith. ovviamente e’ tutto da vedere se alle zebre questa stabilita’ ci sara’, ma non ci sono alternative al cercarla.

  17. Danthegun scrive:

    Dando per scontato che i giocatori italiani più promettenti e disponibili siano già in pre accordo con le Zebre io guarderei anche all’Australia per qualche acquisto.
    C’è una squadra che salterà il super rugby è che potrebbe avere qualche giocatore disponibile a farsi una esperienza in Europa.

  18. deegan scrive:

    Ma dai…….hanno scherzato sono ancora tutti nella rosa
    http://www.zebrerugby.eu/giocatori/

    azz….Burloni

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento