All Blacks: è esploso Mark Telea! L’esordiente segna due mete e abbatte la Scozia 31-23

I padroni di casa sognano l’impresa, ma l’All Black numero 1207 diventa il protagonista assoluto di questo match e lo decide con una grandissima prestazione

All Blacks: è esploso Mark Telea! L'esordiente segna due mete e abbatte la Scozia 31-23 (AFP)

All Blacks: è esploso Mark Telea! L’esordiente segna due mete e abbatte la Scozia 31-23 (Photo by ANDY BUCHANAN / AFP)

La Scozia sogna l’impresa, e la fa sognare a tutta Murrayfield, ma negli ultimi 15 minuti cede a una squadra con una cilindrata superiore, seppur in difficoltà. Gli All Blacks vincono 31-23 ad Edimburgo, anche grazie alla prestazione mostruosa dell’ala esordiente Mark Telea, All Black numero 1207 che segna due mete e propizia quella di Taukei’aho. Dopo il primo parziale di 0-14, la Scozia si risveglia e rimonta fino a passare in vantaggio, ma nel finale i neozelandesi prendono in mano la partita – complice anche un ingenuo giallo preso da Dempsey – e la portano a casa.

La cronaca

Il primo spunto è dell’esordiente Mark Telea. Salta netto Van Der Merwe e costringe la retroguardia scozzese al fallo, si va in touche e Taukei’aho carica dritto per dritto, demolisce Ritchie e resiste ad altri due difensori, segnando la prima meta.

Nemmeno il tempo di reagire e gli ospiti sono di nuovo in attacco. Pallone recuperato dal solito Savea, Beauden Barrett inventa ed ispira con un calcio perfetto la corsa di Lienert-Brown, Clarke arriva in sostegno e viene fermato nei 22 scozzesi. L’azione continua ed è Jordie Barrett a trovare il cross-kick che manda in meta proprio Telea, che in 7 minuti ha già messo le mani in entrambe le mete.

La Scozia riprende fiato, si rialza dopo il doppio gancio subito e crea la sua prima occasione grazie ad un’intenzione di Hogg, che con un calcetto scavalca la prima linea di difesa e innesca una gara in velocità con Lienert-Brown, vincendola. Non fa in tempo però ad arrivare sul pallone, perché viene placcato in anticipo dal secondo centro neozelandese: per Frank Murphy è meta tecnica e cartellino giallo.

La squadra di Foster prova subito a rispondere, ma forza troppo la mano e commette un errore incredibile: Havili sbaglia completamente il tempo del passaggio, l’ovale viene intercettato da Darcy Graham che parte come una scheggia, sfugge a Clarke e mette a sedere Jordie Barrett. Russell pareggia per il 14-14. La Scozia completa la rimonta allo scoccare al 31′. Graham per poco non segna una meta impossibile in acrobazia alla bandierina, ma c’era un vantaggio e si va in rimessa alterale, arriva un altro vantaggio – stavolta per un calcio centrale – e i padroni di casa scelgono di mettere fieno in cascina: 17-14.

Gli ultimi 10 minuti vedono gli All Blacks provare a riportare dalla propria parte il match, ma vengono puniti dalla mischia scozzese e dalla propria indisciplina. E così l’ultima azione è della Scozia, con Russell che inventa ancora per Van der Merwe, fermato a pochi centimetri dalla linea di meta. L’azione continua, ma Ardie Savea trova il tenuto che salva gli All Blacks e tiene il match in bilico. Si va all’intervallo sul 17-14.

A inizio ripresa Russell allunga ancora dalla piazzola, ed è ancora la Scozia a fare la partita. Hogg sfiora la meta che poteva chiudere i giochi al 48′, con Lienert-Brown che salva tutto a mezzo metro dalla linea. Ancora una volta però è la mischia a fare la differenza, Murphy fischia l’ennesima spinta anticipata dei neozelandesi, che essendo reiterata porta direttamente a un calcio di punizione. Russell è ancora una volta preciso e porta i suoi oltre il break: 23-14.

Dall’altra parte Jordie Barrett accorcia le distanze al 62′ con un altro calcio di punizione, poi nell’azione più pericolosa del secondo tempo neozelandese Dempsey commette un in avanti volontario che gli costa il cartellino giallo. La Nuova Zelanda chiede mischia e attacca per linee dirette: la scelta paga, perché al 66′ arriva la meta di Scott Barrett, quella del sorpasso, con la trasformazione che porta il punteggio sul 23-24.

La Scozia non ha più la forza di reagire, e al 75′ ancora Mark Telea mette la ciliegina sulla torta alla sua partita pazzesca, finalizzando un bel passaggio di Rieko Ioane e schiacciando alla bandierina.

Francesco Palma

Scozia: 15 Stuart Hogg, 14 Darcy Graham, 13 Chris Harris, 12 Sione Tuipulotu, 11 Duhan van der Merwe, 10 Finn Russell, 9 Ali Price, 8 Matt Fagerson, 7 Hamish Watson, 6 Jamie Ritchie (c), 5 Grant Gilchrist, 4 Richie Gray, 3 Zander Fagerson, 2 Fraser Brown, 1 Pierre Schoeman.

A disposizione: 16 Ewan Ashman, 17 Rory Sutherland, 18 WP Nel, 19 Jonny Gray, 20 Jack Dempsey, 21 Ben White, 22 Blair Kinghorn, 23 Mark Bennett.

Mete: tecnica 12′, Graham 15′
Trasformazioni: Russell 16′
Punizioni: Russell 31′, 43′, 53′

Nuova Zelanda: 15 Jordie Barrett, 14 Mark Telea, 13 Anton Lienert-Brown, 12 David Havili, 11 Caleb Clarke, 10 Beauden Barrett, 9 Finlay Christie, 8 Ardie Savea, 7 Dalton Papali’i, 6 Akira Ioane, 5 Scott Barrett, 4 Samuel Whitelock (c), 3 Nepo Laulala, 2 Samisoni Taukei’aho, 1 Ethan de Groot

A disposizione: 16 Codie Taylor, 17 George Bower, 18 Fletcher Newell, 19 Tupou Vaa’i, 20 Shannon Frizell, 21 TJ Perenara, 22 Stephen Perofeta, 23 Rieko Ioane

Mete: Taukei’aho 2′, Telea 7′, S. Barrett 66′, Telea 76′
Trasformazioni: J. Barrett 3′, 8′, 67′, 77′
Punizioni: J. Barrett 63′

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Leggi anche la nostra guida alle regole del rugby, per studiare/ripassare o imparare il regolamento ovale e tutte le sue sfaccettature.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Siya Kolisi sul caso-Erasmus: “Spero solo si risolva, non è una buona cosa per il rugby”

Il capitano degli Springboks: "La gente si aspetta una vittoria con l'Inghilterra. Non possiamo ottenerla inventando scuse"

26 Novembre 2022 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Australia, Dave Rennie: “Non cambierei nulla del nostro gruppo”

Come il collega del Galles, anche l'head coach dell'Australia deve affrontare critiche e crisi di risultati

25 Novembre 2022 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Galles: via Wayne Pivac? E’ già pronta una lista di successori: da Gatland a Scott Robertson

La posizione del tecnico traballa, mentre la Federazione si guarda intorno

25 Novembre 2022 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Eddie Jones si è schierato dalla parte degli arbitri ironizzando su Rassie Erasmus

Il tecnico dell'Inghilterra è carico in vista della sfida col Sudafrica

25 Novembre 2022 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

La formazione dell’Australia per il test match in Galles

Dave Rennie costretto ancora a cambiare tanto da infortuni e assenze

24 Novembre 2022 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Alun Wyn Jones torna nella formazione del Galles per l’Australia

I Dragoni devono riscattarsi dopo la sconfitta casalinga con la Georgia

24 Novembre 2022 6 Nazioni – Test match / Test Match