Italia, Paolo Garbisi: “La mia prestazione è stata negativa, come quella del resto della squadra”

L’apertura azzurra ha commentato a caldo il match dell’Aviva

Paolo Garbisi

Paolo Garbisi – Nazionale Italiana Rugby

All’interno di un contesto di squadra, quello azzurro, che ha palesato grandi difficoltà nel reggere l’urto della mareggiata irlandese (50-17, il punteggio finale in favore dei verdi), la figura di Paolo Garbisi, giovane apertura del Benetton Rugby, ex capitano dell’Under 20 all’esordio assoluto con la Nazionale maggiore, è stata una delle poche in grado, nonostante le fisiologiche insidie del debutto e la grande pressione posta su di lui dalla difesa in verde, a ergersi a faro, seppur con luce fioca, nella tempesta di Dublino, con la bella ciliegina sulla torta finale della meta.

Ciononostante, nell’immediato post partita, l’ex Mogliano e Petrarca, consapevole della performance negativa del team, ha fatto autocritica per la propria prestazione ritenuta negativa, senza andare alla ricerca di scuse.

Leggi anche: Video: Italia, le migliori 10 mete segnate alla Rugby World Cup

“La mia prestazione è stata negativa, come quella del resto della squadra, e sicuramente una meta, per di più marcata a tempo scaduto, non può cancellare il resto del tempo, o rivalutarlo. C’erano tante emozioni prima della partita – andate scemando minuto dopo minuto -, perché stavo per realizzare un sogno, ma onestamente avrei desiderato un esito differente per la partita. Speravo in un esordio migliore”, ha commentato, palesando grande maturità il 20enne veneto.

Sull’azione della meta: “Eravamo ormai a tempo scaduto. Nel corso del match non abbiamo trovato grandi spazi, così quando ne ho intravisto uno, mi ci sono infilato e tutto sommato è andata bene. Ma ci tengo a ribadire che questa segnatura nel finale non sposta di una virgola né la valutazione sul passivo né l’assunto complessivo della prestazione”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Italia: Kieran Crowley dice la sua sul poco utilizzo degli azzurri in Inghilterra

Il commissario tecnico torna a parlare delle sue scelte verso il Sei Nazioni 2022 ormai sempre più vicino al suo inizio

17 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Toa Halafihi: “Sarebbe bello giocare con Parisse. In azzurro per andare oltre i limiti”

Il terza linea del Benetton è carico per guadagnarsi un posto nel prossimo Sei Nazioni, portando all'Italia tutta la sua fisicità

14 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Crowley: “Il minutaggio di Varney? Un Problema. Vogliamo fare un passo avanti”

L’head coach azzurro in conferenza stampa commenta le sue scelte verso il Sei Nazioni

14 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Eleggibili, Parisse e Zebre: Kieran Crowley racconta le sue scelte

L'head coach degli Azzurri motiva le esclusioni di Minozzi e Canna

13 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: i convocati per il raduno in preparazione al Sei Nazioni 2022

Kieran Crowley ha selezionato 33 atleti per l'appuntamento di Verona

13 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

La diretta Streaming dell’annuncio dei convocati dell’Italia per il Sei Nazioni 2022

A partire dalle ore 15 il ct Krowley renderà noti i nomi del gruppo azzurro per le prime due giornate del Six Nations

13 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale