Il presidente della federazione figiana è nei guai

Francis Kean è sotto inchiesta per omofobia e discriminazione. E’ candidato al consiglio di World Rugby e sostiene la candidatura dell’attuale presidente Beaumont

fiji

ph. Sebastiano Pessina

Ratu Vilikesa Bulewa Francis Kean, presidente della Fiji Rugby Union, è finito sotto inchiesta da parte di World Rugby a causa di alcune accuse di discriminazione e omofobia, pubblicate sul quotidiano inglese The Sunday Times.

Kean è attualmente candidato a far parte del prossimo consiglio della federazione internazionale, e come numero uno della federazione figiana ha dato il proprio appoggio a Bill Beaumont. La sua candidatura è peraltro sostenuta dalla Francia, che nel contempo ha lanciato Bernard Laporte alla vicepresidenza in ticket con il presidente uscente.

Adesso da più parti si invocano le dimissioni di Kean, mentre l’indagine di World Rugby potrebbe portare alla sua condanna sulla base delle norme dell’organizzazione che impediscono la discriminazione.

Leggi anche: Rugby World Cup 2027: l’Argentina ritira la propria candidatura

Già nelle scorse settimane da più parti c’erano state pressioni da parte della stampa internazionale: sembrava sconveniente che un uomo condannato per omicidio colposo venisse candidato ad una poltrona così importante, soprattutto stante le controverse vicende che hanno portato alla sua scarcerazione dopo appena una settimana dalla condanna a diciotto mesi di reclusione, nel 2007.

Il fatto che Kean sia imparentato con il primo ministro Frank Bainimarama, protagonista del colpo di stato del 2006, accresce le ombre sul suo prematuro rilascio. In maniera in qualche modo ironica, Kean è stato poi posto in carica del sistema carcerario figiano nel 2016. Ricoprendo questa carica, Kean sarebbe anche stato condannato da Amnesty International in due report, a causa della sua attitudine e del suo approccio.

World Rugby ha rilasciato un commento in proposito, dichiarando di aver preso estremamente seriamente le accuse: “il rugby è uno sport costruito su valori forti e inclusivi e la federazione internazionale non accetta in alcun modo comportamenti discriminatori. Sarebbe inopportuno commentare ulteriormente senza averne prima discusso con la Fiji Rugby Union e aver chiarito tutti i fatti.”

Per Bill Beaumont un brutto colpo, nonostante l’attuale presidente di World Rugby si sia affrettato a chiarire che il supporto ricevuto sia arrivato dalla federazione figiana e non specificamente da parte del suo presidente, Francis Kean. Ciononostante il legame fra Beaumont, Kean e, soprattutto, Bernard Laporte rimane forte, e potrebbe avere un impatto sulle elezioni del prossimo maggio.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Gli Stati Uniti all’assalto della Rugby World Cup

Candidatura per i mondiali maschili del 2027 o del 2031 e per i femminili del 2029

21 Ottobre 2021 Rugby Mondiale / Rugby World Cup
item-thumbnail

Mondiale femminile 2022: completato il girone dell’Italia, ecco la terza avversaria

Ecco il calendario completo delle azzurre nella Rugby World Cup femminile del prossimo anno in Nuova Zelanda

20 Ottobre 2021 Rugby Mondiale / Rugby World Cup
item-thumbnail

Test Match: novembre di fuoco per Clara Munarini

Anche altri 7 italiani impegnati nell'autunno internazionale a vario titolo

16 Ottobre 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

World Rugby approva la regola: i leggins potranno essere utilizzati anche in campo maschile

La federazione internazionale tutela così i giocatori dal rischio di abrasioni e altri impatti

13 Ottobre 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

“Il rugby sui campi in sintetico? Sembra quasi un altro sport”

La dichiarazione di un tecnico che per molti sta diventando un grido d'allarme

11 Ottobre 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Quali sono le dieci squadre che hanno sempre partecipato alla Rugby World Cup?

L'elenco completo e "un'insospettabile assente"

11 Ottobre 2021 Rugby Mondiale / Rugby World Cup