Pro14: Munster si impone a Legnano battendo le Zebre 0-28

La franchigia italiana combatte nonostante l’inferiorità numerica, ma gli ospiti si rivelano più forti

Ph. Elena Di Vincenzo

LEGNANO –  In uno stadio Mari di Legnano gremito di circa 3.300 unità, la partita inizia con le Zebre subito molto propositive, che però non sfruttano la possibilità di passare in vantaggio cestinando un piazzato con Bruno. L’ala entra in un tunnel negativo, all’undicesimo infatti nel tentativo di portare un pallone avanti la combina grossa ponendo il gomito sul collo di un avversario: il TMO richiama l’arbitro, il quale decide per l’espulsione ai danni del trequarti. E’ una brutta botta per gli emiliani, che un minuto dopo subiscono la meta del Munster, per effetto dello scatto vincente di Nash; bravo a bruciare tutti in velocità e a schiacciare l’ovale facendo pressione sullo stesso nella end-zone. Hanrahan poi converte i punti dello 0-7.

Il match si trasforma in una corrida, gli uomini di Bradley nonostante l’inferiorità numerica – e guidati da capitan Boni e dalle cariche di Tuivaiti -, non mollano cercando di riversarsi nella metà campo avversaria. Gli irlandesi commettono falli in serie. Fra il ventesimo e il trentesimo la contesa si sposta nei ventidue dei rossi, con le compagni che ingaggiano una lotta senza quartiere su tutti i punti d’incontro e le battaglie aeree.
Il forcing però non porta a nulla di fatto, sotto il profilo dei punti segnati. Gli ospiti dopo una fase di lunga apnea tornano a riaffacciarsi in avanti, ma sbattono sulla difesa della franchigia multicolor. Gli ultimi giri di lancette del primo tempo scorrono via senza altre chance. Si va al riposo sullo 0-7.

La ripresa si apre ancora con tanta indecisione. I primi seicento secondi se li porta via il vento fra raggruppamenti e battaglie al piede che non rivelano un chiaro vincitore. Al cinquantatreesimo poi, Munster si mette in moto sugli sviluppi di una touche imbastendo un lungo multifase che porta Hanrahan (eletto poi Man of the Match) a marcare in maniera pesante al largo. La stessa apertura converte per lo 0-14.

Gli allenatori iniziano a pescare dalle panchine, ma la musica per le Zebre non cambia. Gli irlandesi, quando si avvicina lo scoccare dell’ora di gioco, diventano inevitabilmente padroni di campo replicando una nuova azione che li porta in meta questa volta con Rory Scannell. Altra trasformazione dalla piazzola: diventa 0-21.
A un quarto d’ora dalla fine fanno il loro esordio in Pro14, quasi in simultanea, Luccardi e Pescetto.
Si entra nel rettilineo finale. Gli ospiti a sei minuti dalla fine vanno a prendersi il punto di bonus offensivo andando in meta al largo con Darren Sweetnam e sigillando definitivamente la gara. Si va verso l’ottantesimo, le Zebre ci provano ancora almeno per mettere a referto qualche punto, ma all’ottantaduesimo – dopo l’ennesimo raggruppamento sotto i pali degli irlandesi – l’arbitro interrompe tutto fischia a favore degli ospiti e manda tutti sotto la doccia. Finisce 0-28.

Zebre Rugby: 15. Junior Laloifi, 14. Paula Balekana, 13. Jamie Elliott, 12. Tommaso Boni (C), 11. Pierre Bruno, 10. Francois Brummer, 9. Joshua Renton, 8. Renato Giammarioli, 7. Jimmy Tuivaiti, 6. Maxime Mbandà, 5. Ian Nagle, 4. Mick Kearney, 3. Eduardo Bello, 2. Massimo Ceciliani, 1. Daniele Rimpelli
A disposizione: 16. Matteo Luccardi, 17. Riccardo Burgnara, 18. Matteo Nocera, 19. Leonard Krumov, 20. George Biagi, 21. Nicolò Casilio, 22. Pescetto Paolo, 23. Enrico Lucchin

Marcatori Zebre
Mete:
Conversioni:
Punizioni:
Espulsioni: Pierre Bruno (al minuto 11′)

Munster Rugby: 15 Mike Haley, 14 Calvin Nash, 13 Sammy Arnold, 12 Rory Scannell, 11 Darren Sweetnam ; 10 JJ Hanrahan, 9 Craig Casey; 1 James Cronin, 2 Niall Scannell (c), 3 John Ryan; 4 Fineen Wycherley, 5 Darren O’Shea; 6 Arno Botha, 7 Chris Cloete, 8 Jack O’Sullivan
A disposizione: 16 Kevin O’Byrne, 17 Jeremy Loughman, 18 Stephen Archer, 19 Gavin Coombes, 20 Tommy O’Donnell, 21 Neil Cronin, 22 Dan Goggin 23 Jake Flannary

Marcatori Zebre
Mete: Calvin Nash (12) , JJ Hanrahan (53), Rory Scannell (58), Darren Sweetnam (74)
Conversioni: JJ Hanrahan (13, 54, 59, 75)
Punizioni:

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Zebre, Iacopo Bianchi e le sue impressioni: “C’è un sacco da lavorare. Voglio migliorare in attacco”

Il terza linea fa il punto della situazione proiettandosi sul suo futuro e su quello della franchigia

9 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Video: OnRugby Relive, la larga vittoria delle Zebre a Newport – Pro14 ’19/’20

Rivivi il brillante successo dei Multicolor contro i Dragons

5 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Il momento di Federico Mori, tra Nazionale, popolarità ed una famiglia di campionissimi

Abbiamo parlato con il giovane azzurro, nella cui crescita c'è anche lo zampino dello zio Fabrizio, fuoriclasse dell'atletica leggera

5 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre, Paolo Pescetto: “C’è competitività nel ruolo d’apertura. Vorrei acquisire leadership e ritmo”

L'ambientamento, gli obiettivi per il futuro e gli idoli di infanzia: il trequarti parla a cuore aperto

1 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Come funziona con i Permit Player delle Zebre Rugby?

Le differenze pratiche e semantiche rispetto ai Leoni

30 Giugno 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

A che punto sono gli infortunati delle Zebre?

Ne abbiamo parlato con Rocco Ferrari, responsabile medico della franchigia ducale

29 Giugno 2020 Pro 14 / Zebre Rugby