Champions Cup: come si è chiusa la 3^ giornata

Parole e numeri dall’ultimo turno di scontri continentali

gloucester rugby champions cup

ph. Reuters

Il tre su tre di Exeter e Tolosa e la vittoria del Gloucester sono i temi principali della domenica che ha chiuso la 3^ giornata di Champions Cup, la prima del canonico back to back pre natalizio. I Chiefs e lo Stade di fatto si sono assicurati la qualificazione ai quarti di finale, mentre i cherry&white si sono rilanciati in ottica girone di ritorno. Per Sharks, Montpellier e Connacht è ancora tutto in ballo, ma con margini di errori prossimi allo zero.

Controllo – Il Tolosa non avrà preso il punto di bonus, ma ha comunque avuto sempre il pieno controllo nel derby tutto francese contro il Montpellier. 53% di possesso, 60% di territorio e vantaggio sempre amministrato mantenendo una certa distanza di sicurezza: per gli heraultais insomma non c’è quasi mai stata storia. Nel frattempo, è tornato in campo anche Cheslin Kolbe: la star degli Springboks campioni del mondo ha giocato 25 minuti partendo dalla panchina.

24 – I minuti che sono bastati agli Exeter Chiefs per segnare tutti i 22 punti con cui ha vinto il match a Sale. Dopo una meta di punizione, una di Hogg e un’altra di Cowan-Dickie, poi la squadra di Rob Baxter si è fermata e non ha più marcato. Gli Sharks si sono rifatti sotto con le mete di van der Merwe (doppietta) e Ross, ma non sono riusciti a completare la rimonta nonostante abbiano avuto l’ultimo possesso del match.

35 – I placcaggi mancati dai Chiefs, insolitamente imprecisi in fase difensiva, tanto da chiudere solo con un 75% di placcaggi riusciti in totale. A creare i maggiori grattacapi alla squadra ospite sono stati l’estremo Hammersley (7 difensori battuti), il già citato van der Merwe (6), Janse van Rensburg (5). Nonostante una difesa ampiamente sotto i propri standard, Exeter è riuscita comunque a spuntarla, pur soffrendo nel finale.

19 – I punti segnati nel secondo tempo dal Gloucester, che nella ripresa ha preso la partita in mano ribaltandola dopo il 7-10 della frazione iniziale. Nonostante l’indisciplina (14 calci di punizione commessi), i cherry&white guidati da un ispirato Cipriani hanno segnato tre mete nello spazio di 17 minuti chiudendo la pratica contro gli irlandesi, con meta anche di Jake Polledri.

Genio – Danny Cipriani ci tiene a ricordare a tutti che il titolo esclusivo di giocatore-più-creativo-del-pianeta spetta a lui e solo a lui. Qualcuno vuole contestare qualche affermazione?

Italiani – Jake Polledri, oltre alla meta segnata, ha messo insieme il solito numero incredibile di difensori battuti con 7 (per distacco il migliore dei suoi) e un break, correndo per 31 metri su 9 cariche. E nel frattempo ha anche tirato giù 15 placcaggi. Callum Braley è entrato dalla panchina giocando 14 minuti, in quella che è stata la sua centesima presenza con la maglia dei cherry&white.

Daniele Pansardi

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

16 anni fa, “la mano di Rob Howley” per quella leggendaria meta nella finale di Heineken Cup

Uno dei momenti più incredibili nella storia della massima competizione europea

23 Maggio 2020 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Rivoluzione in vista per la Champions Cup?

Aumenterebbero le squadre in corsa e sarebbe stravolta la formula. Per ora arrivano segnali positivi

15 Maggio 2020 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Champions Cup: come funzionerà la prossima edizione?

Mentre i club di Top 14 decidono le norme per la qualificazione, la coppa regina potrebbe cambiare format

6 Maggio 2020 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Undici anni fa il Bloodgate, uno degli scandali più clamorosi nella storia di Ovalia

Una delle pagine più buie, in tempi recenti, dello sport ovale

12 Aprile 2020 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Coppe europee: rimandate anche semifinali e finali

Sarebbero andate in scena il primo ed il quarto weekend di maggio

24 Marzo 2020 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Champions Cup: Saracens, abbiamo un problema (ma non è il monte salari)

L'EPCR ha convocato un'udienza disciplinare a causa di un permesso di lavoro nel Regno Unito scaduto ad un giocatore degli inglesi

7 Febbraio 2020 Coppe Europee / Champions Cup