Sudafrica: torna Kolisi, ma la fascia di capitano la mette Schalk Brits

Il tallonatore sarà il più vecchio giocatore a essere nominato capitano per la prima volta

ph. Action Images / Andrew Boyers

Rassie Erasmus mischia le carte. Per il penultimo test degli Springboks prima del mondiale, ultimo appuntamento in terra sudafricana per poi partire verso il Giappone, il tecnico ha diramato una lista gara con un sacco di novità in vista della partita contro l’Argentina di sabato a Pretoria.

Tornerà dal primo minuto Siya Kolisi, ma per il flanker è previsto un minutaggio contingentato alla luce del recente recupero dall’infortunio al ginocchio.

Per questo motivo la fascia di capitano è affidata a Schalk Brits. Il tallonatore ex Saracens sarà il più vecchio Springbok di sempre ad esordire con i gradi di primus inter pares fra i giocatori, a 38 anni e 3 mesi.

Tanti gli esperimenti: sulla trequarti dentro Warrick Gelant, Sbu Nkosi e Dillyn Leyds nel triangolo allargato, con quest’ultimo aggiunto in settimana alla rosa della nazionale; Jesse Kriel e André Esterhuizen saranno in coppia sui centri, entrambi con la voglia di mettere in dubbio le gerarchie che li vedono probabilmente scivolati fuori dal XV ideale dello staff tecnico; in terza linea Marcell Coetzee e Rynhardt Elstadt dovranno convincere Erasmus a portarli in Giappone, così come Thomas du Toit e lo stesso capitan Brits.

In panchina tanti giocatori all’ultima chiamata in ottica Rugby World Cup e qualche sorpresa dell’ultimo istante, come Scarra Ntubeni, tallonatore esordiente che proverà a fare le scarpe alla leggenda Brits.

Una formazione interessante, con tanti giocatori tenuti a riposo, fra i quali figura Herschel Jantjies, inizialmente selezionato per la panchina ma successivamente fermato da un colpo alla testa in allenamento.

Leggi anche: Il Sudafrica ha perso un pezzo del suo staff tecnico

Sudafrica: 15 Warrick Gelant, 14 Sbu Nkosi, 13 Jesse Kriel, 12 André Esterhuizen, 11 Dillyn Leyds, 10 Elton Jantjies, 9 Cobus Reinach, 8 Marcell Coetzee, 7 Rynhardt Elstadt, 6 Siya Kolisi, 5 Lood de Jager, 4 RG Snyman, 3 Vincent Koch, 2 Schalk Brits (c), 1 Thomas du Toit
A disposizione: 16 Scarra Ntubeni, 17 Lizo Gqoboka, 18 Wilco Louw, 19 Marvin Orie, 20 Marco van Staden, 21 Kwagga Smith, 22 Faf de Klerk, 23 Frans Steyn

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Francia, dopo la vittoria con la Scozia, ci si chiede: è merito di Galthié?

Una domanda dell'opinione pubblica a cui il presidente federale Laporte ha tenuto a rispondere

item-thumbnail

La formazione della Francia per il test in Scozia

Quattro cambi nel XV titolare per Brunel, ritorna il capitano Guilhem Guirado

item-thumbnail

Australia, Cheika: “Lealiifano è in pole position per la maglia numero 10”

L'ex mediano di apertura di Ulster si è guadagnato la fiducia del proprio head coach con le ultime prestazioni

item-thumbnail

Cosa è successo in Francia-Scozia

I Bleus hanno dominato come poche volte negli ultimi tempi. Esordio con meta per Alivereti Raka

item-thumbnail

Test Match: il Sudafrica doma 24-18 l’Argentina al termine di una partita combattuta

Gli Springboks continuano nella loro serie positiva verso il Mondiale

item-thumbnail

Test Match: il Galles supera 13-6 l’Inghilterra e si prende il primo posto nel ranking mondiale

A Cardiff decidono la contesa i calci di Biggar, Halfpenny e la meta di North