Pro14: Zebre-Benetton, è la giornata decisiva

I Leoni hanno la grande chance di giocare i playoff, mentre i ducali chiudono una stagione difficile. Kick-off alle 18

ph. Massimiliano Carnabuci

Il derby celtico di Guinness Pro14 tra Zebre Rugby e Benetton Rugby, il terzo ed ultimo della stagione, promette scintille.

Da una parte, infatti, c’è la famelica voglia di playoff dei Leoni di Kieran Crowley, desiderosi di lasciarsi al più presto alle spalle il secondo tempo conto Munster e conquistarsi per la prima volta nella storia la qualificazione alla post season (con partecipazione alla prossima Champions Cup a corredo). Dall’altra, però, non è da meno la bramosia di riscatto dei padroni di casa, che necessitano di una vittoria per chiudere al meglio una stagione con più bassi che alti, soprattutto in un 2019 fin qui privo di successi, tra campionato e Challenge Cup.

Al Lanfranchi, a conclusione di una intensa giornata ovale nella cittadella del Rugby di Parma, con in programma, nel primo pomeriggio, un torneo giovanile e le sfide delle due squadre di Colorno, sia la femminile campione d’Italia (alle 15, sul campo 1, contro Riviera) che la maschile (alle 14.30, nello stadio, contro Rangers Vicenza), va dunque in scena una delle partite più attese ed importanti nella storia recente del rugby di club italiano.

Uno scontro che, in diverse posizioni, mette di fronte potenziali concorrenti in ottica maglia azzurra. Si pensi ad esempio alla battaglia in terza linea, che vede coinvolti ben 5 elementi (Steyn, Negri, Mbandà, Meyer e Giammarioli, tutti della contesa) con speranze concrete di essere in Giappone a difendere i colori italiani. Discorso analogo anche in prima linea, dove, di fatto, sia da una parte che dall’altra, si affrontano personaggi di spicco della rosa degli avanti di Conor O’Shea. Se poi, la medianamediana, in chiave nazionale, è tutta dei biancoverdi (con Allan e Tebaldi, ad oggi, in netto ventaggio sulla concorrenza per indossare maglia 10 e 9 titolare), la sfida si ripropone tra centri e triangolo allargato, con diversi ragazzi che si giocano qualcosa di importante.

I precedenti stagionali

Il Benetton Rugby, nel periodo natalizio, ha vinto entrambi i duelli contro il team di Michael Bradley, imponendosi di misura (8-10) a Parma, al termine di una gara estremamente equilibrata, e ripetendosi con più agio a Monigo, dove il match si concluse sul 28 a 10 in favore dei Leoni.

Leggi le dichiarazioni degli allenatori alla vigilia del match:

Kick-off alle ore 18, diretta streaming su DAZN.

Le formazioni

Sisi e Canna non ce la fanno, dando forfait e lasciando spazio, dal primo minuto, ad Azzolini (al fianco di Renton), all’ultima gara in maglia Zebre e Leo Krumov, in coppia con capitan Biagi in seconda. In assenza dei lungodegenti Minozzi e Castello, Bradley schiera di fatto la miglior linea di trequarti possibile, con Boni, in grande spolvero, in mezzo al campo con Bisegni, mentre Bellini, Padovani ed Elliott completano il triangolo allargato.

Zebre Rugby: 15 Edoardo Padovani, 14 Mattia Bellini, 13 Giulio Bisegni, 12 Tommaso Boni, 11 James Elliott, 10 Maicol Azzolini, 9 Joshua Renton, 8 Renato Giammarioli, 7 Johan Meyer, 6 Maxime Mbandà, 5 George Biagi (C), 4 Leonard Krumov, 3 Filippo Alongi, 2 Oliviero Fabiani, 1 Andrea Lovotti
A disposizione: 16 Luhandre Luus, 17 Daniele Rimpelli, 18 Giosué Zilocchi, 19 Samuele Ortis, 20 James Brown, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Nicolas De Battista, 23 Gabriele Di Giulio


Negli ultimi giorni, dei problemi muscolari (che sembrerebbero di entità non preoccupante) hanno costretto Kieran Crowley a rinunciare a Ratuva Tavuyara e Marco Zanon, due dei grandi protagonisti della stagione biancoverde. Tornano, però, rispetto alla gara contro Munster, sia Luca Morisi che Sebastian Negri, pronti a corroborare la causa di un Benetton Rugby guidato in cabina di regia dalla coppia Alla-Tebaldi.

Benetton Rugby: 15 Jayden Hayward, 14 Angelo Esposito, 13 Luca Morisi, 12 Alberto Sgarbi, 11 Monty Ioane, 10 Tommaso Allan (C), 9 Tito Tebaldi, 8 Toa Halafihi, 7 Abraham Steyn, 6 Sebastian Negri, 5 Federico Ruzza, 4 Irné Herbst, 3 Marco Riccioni, 2 Luca Bigi, 1 Nicola Quaglio
A disposizione: 16 Hame Faiva, 17 Cherif Traore, 18 Tiziano Pasquali, 19 Dean Budd, 20 Marco Lazzaroni, 21 Marco Barbini, 22 Dewaldt Duvenage, 23 Antonio Rizzi

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

La visione di Antonio Pavanello: intervista al direttore sportivo del Benetton Rugby

La grande stagione appena passata, le novità sui permit player e tanti altri temi con uno dei massimi protagonisti dell'ascesa biancoverde

17 maggio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby: rinnovi per Alessandro Zanni ed Angelo Esposito

L'avanti prolunga sino al 2020, l'ala, iinvece, fino al 2021

16 maggio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

80° minuto: l’analisi statistica della stagione assieme a Marco Riccioni

Italrugbystats ha approfondito con il pilone teramano i dati più interessanti della sua stagione da rookie in Pro14

15 maggio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby: cinque giocatori lasciano ufficialmente il club veneto

Ai saluti diversi elementi di spicco dell'ultima decade biancoverde

8 maggio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Ratuva Tavuyara ci ha fatto divertire

L'ala figiana è arrivata al Benetton tra qualche incognita, ma ha disputato una stagione di altissimo livello e di grande stile

8 maggio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Sei partite da ricordare del Benetton Rugby 2018/2019

Salutiamo la grande stagione dei Leoni con una classifica da riporre nel cassetto e tirare fuori per futuri amarcord

6 maggio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby