Zebre Rugby, stagione nuova vecchi problemi. Tra sponsor e fidelizzazione

La franchigia ducale (ancora) alla ricerca di investimenti privati e tifosi locali. A sei settimane dall’esordio in Pro 12…

zebre rugby lanfranchi

ph. Sebastiano Pessina

C’è attesa in casa Zebre per l’inizio della nuova stagione, che per i ducali prenderà il via con il primo impegno estivo in programma a Bayonne domani 5 agosto. Dopo i numerosi addii al termine della scorsa stagione, alla Cittadella del Rugby sono arrivati giovani promettenti come Mbandà, Castello e Di Giulio e rientrati azzurri internazionali come Furno, Venditti e Festuccia, oltre ad una truppa di nuovi volti sudafricani (Bartholomeus Le Roux, Llyod Greeff, Derick Minnie e Carlo Engelbrecht), mentre lo staff tecnico sarà arricchito da due nuove figure, un dietologo e un mental coach a cui si aggiunge a livello manageriale un coordinatore dell’area marketing e comunicazione. Della stagione dal punto di vista tecnico/sportivo ha recentemente parlato coach Guidi, ma in casa bianconera prosegue anche il lavoro fuori dal campo, come ha raccontato nei giorni scorsi il Presidente Stefano Paglierini alla Gazzetta di Parma.

 

Il tema, annoso e spinoso, è la ricerca di sponsor privati disposti ad investire e credere nel progetto Zebre. “Credo che le potenzialità non siano ancora ben chiare – dice Pagliarini – forse un po’ anche per colpa nostra […] Sponsor da fuori? Ci stiamo muovendo anche in questo senso […] l’intenzione è sempre quella di legarci a nomi del territorio”. Quel territorio in cui i campanili ovali non mancano di certo e la cui fidelizzazione alla franchigia ducale rappresenta una delle sfide più ambiziose dell’intero progetto, o quantomeno una di quelle ancora da vincere. E proprio in questo senso, spiega Pagliarini, avrà maggiore linfa al progetto “Io ci sono” (“Verrà potenziato e ci sarà una persona dedicata” ) che coinvolge i club nell’orbita Zebre, mentre la seconda maglia avrà i colori ducali gialloblu, a rimarcare anche cromaticamente il legame con la città di Parma (la cui attenzione sportiva è però stata fagocitata dal successo del Parma Calcio, tornato subito nel calcio professionistico). Del resto, come lo stesso Pagliarini ammette, sulle tribune del Lanfranchi in occasione delle partite casalinghe siedono soprattutto appassionati provenienti da fuori Parma, a testimoniare la difficoltà di scaldare il cuore della gente anche dopo quattro anni di franchigia ducale.

 

Certo, vincere più spesso avrebbe effetti di richiamo maggiori e in Italia i campanili più sono vicini più è difficile scavalcarli (e nel raggio di qualche decina di chilometri dalla Cittadella ce ne sono parecchi). Ma dal punto di vista dello spettatore, lo sport professionistico non deve (o non dovrebbe) essere ridotto al risultato o ad una divisione per spirito di appartenenza, tanto più in un universo, quello del rugby, che fa del contesto e dell’atmosfera uno dei suoi cavalli di battaglia e aggregazione. Dalla stagione che tra poco inizierà i tifosi avranno a disposizione una club house in legno, che non farà certo rimpiangere la tensostruttura. Sarà pronta per l’esordio casalingo delle Zebre, fissato per il 17 settembre contro Connacht. Mancano 44 giorni e la campagna abbonamenti ancora deve essere presentata (e pubblicizzata)…

onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

URC: Zebre, altra beffa. Gli Ospreys rimontano e vincono 28-24 al Lanfranchi

Dopo una partenza horror, la squadra di Roselli guadagna un massimo vantaggio di 10 punti, rimontato però dai gallesi nell'ultimo quarto di gara

item-thumbnail

La preview di Zebre-Ospreys: le formazioni e dove si vede in tv e streaming

Occasione importante per la squadra di Fabio Roselli, che deve fare a meno di 6 nazionali ma ritrova Pani dal primo minuto

item-thumbnail

URC, Zebre: la formazione per la sfida contro gli Ospreys

Ritorna in campo Lorenzo Pani dopo la squalifica. Il capitano sarà Tommaso Boni

item-thumbnail

La preview di Tolone-Zebre: le formazioni e dove si vede in tv e streaming

La squadra di Roselli deve fare l'impresa in Francia per passare il turno

item-thumbnail

Zebre, Roselli: “Dopo Bristol vogliamo riscattarci, ma a Tolone la panchina dovrà fare meglio”

Il tecnico spiega cosa serve ai suoi ragazzi per tentare l'impresa nell'ultima giornata di Challenge Cup

item-thumbnail

Fabio Roselli: “Le Zebre fanno e disfano, ci manca la continuità”

Il tecnico ha analizzato il crollo nel finale del match contro Bristol